Coppa Italia femminile: la Juventus avanza in semifinale

0
Coppa Italia femminile Juventus

Dopo l’1-1 della partita d’andata, la Juventus si aggiudica la sfida di ritorno di Coppa Italia femminile contro l’Inter. A decidere le sorti del match è una rete di Barbara Bonansea nel primo tempo. La squadra di Montemurro dovrà ora fronteggiare il Milan in semifinale il prossimo 12 marzo, con andata in casa delle rossonere. Le ragazze allenate da Rita Guarino, invece, escono subendo la maggiore esperienza delle bianconere, ma non senza averci comunque provato. Vediamo insieme più a fondo quali sono stati i temi della partita.

Coppa Italia femminile, Juventus in semifinale grazie a Bonansea

Rispetto alla gara d’andata in casa dell’Inter, molto più sofferta e con un pareggio (preziosissimo) strappato solo all’ultimo secondo, la sfida di ritorno vede una Juventus in tutt’altra versione. Le ragazze di Montemurro approcciano alla grande, imponendo subito il proprio ritmo e costringendo le avversarie sulla difensiva. Nei primi 20 minuti, le nerazzurre sono rintanate nella propria metà campo per via della grande mole di gioco costruita dalle bianconere. Sforzo importante e da grande squadra che porta la Juventus a conquistare la semifinale di Coppa Italia femminile. 

Coppa Italia femminile: la Juventus avanza in semifinale

Due sono le chiavi tattiche vincenti: da una parte il posizionamento delle giocatrici a centrocampo; dall’altro la spinta sulle fasce. La Juventus, schierata col consueto 4-3-3, imposta a 3, con Pedersen che si abbassa tra le centrali. Le due mezz’ali, poi, si dispongono in verticale l’una all’altra, lungo la dorsale di metà campo. Questa mossa costringe le nerazzurre ad abbassarsi, mentre consente alla Juventus di avere diversi riferimenti per lo sviluppo della manovra. A questo punto, poi, a fare la differenza sono le giocatrici esterne. I terzini Boattin e Lenzini sono alte e spingono tanto. Soprattutto la seconda, particolarmente ispirata, dal cui destro parte il cross calibrato che trova Bonansea, al minuto 14, sul secondo palo. La numero 11 bianconera, lasciata colpevolmente sola, approfitta dell’occasione e batte Durante, portando il punteggio sull’1-0.

L’Inter ci prova, ma morde poco

L’Inter soffre particolarmente nella prima metà del primo tempo. La squadra è schiacciata all’indietro e fa una fatica immane a ripartire. L’unico riferimento verso cui voltarsi è rappresentato da Bonetti, che si abbassa molto e prova lei a innescare qualche azione di ripartenza. Ma senza successo. Solo negli ultimi 10 minuti, con la Juventus che abbassa il ritmo e commette qualche errore in disimpegno, le giocatrici meneghine riprendono campo. Aumenta la pressione contro le portatrici di pappa bianconere e si alza il baricentro. Anche offensivamente sono più vive, grazie a qualche spunto di forza e velocità di Nchout.

Coppa Italia femminile: la Juventus avanza in semifinale

Nella ripresa, la Juventus torna a macinare, tanto da sfiorare ripetutamente il gol del raddoppio. A tenere in piedi le nerazzurre ci pensa però Durante, decisiva con le sue parate in almeno 3 occasioni. Con i cambi, soprattutto con l’inserimento di Marinelli sulla sinistra, l’Inter prova a spingere di più, mancando però nella fase di finalizzazione. Il finale è contraddistinto dal forcing delle nerazzurre, che si sbilanciano in avanti e chiudono la Juventus nella propria trequarti, alla disperata ricerca del gol del pareggio che sarebbe valso i supplementari. Ma ancora una volta, il muro bianconero regge. E così in semifinale non ci sarà il derby della Madonnina.

Juventus femminile: semifinale di Coppa Italia e non solo

La squadra di Montemurro continua a viaggiare a gonfie vele in questa stagione, restando in corsa in tutte le competizioni. Oltre al primo posto in campionato e alla storica qualificazione ai quarti di Champions League, per la Juventus arriva anche l’approdo alle semifinali di Coppa Italia femminile. Nel prosieguo del loro percorso, le bianconere possono contare sul recupero fondamentale di Cristiana Girelli e sul neoacquisto Grosso, autrice di un’ottima prestazione a centrocampo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui