Coppa Italia, le pagelle di Napoli-Frosinone (0-4): Ciociari clamorosi!

0

Appena terminato al “Maradona” il match degli ottavi di Coppa Italia, ecco le pagelle di Napoli-Frosinone, finita con l’affermazione a sorpresa per 0-4 dei ciociari contro i campioni d’Italia in carica. In un incontro che ha visto molte riserve schierate dal primo minuto, per turnover o assenze forzate, andiamo a vedere chi ha brillato particolarmente, e chi ha deluso le aspettative

Le pagelle di Napoli-Frosinone

Prima di sviluppare le pagelle dei giocatori in questo turno di Coppa Italia, Napoli-Frosinone, diamo una valutazione al direttore di gara. 

Arbitro: Rosario Abisso 6 – Buona direzione di gara del fischietto siciliano che non ha particolari problemi a gestire il match. Annulla correttamente la rete del Napoli dopo richiamo del VAR nel primo tempo. Giusto il rigore per il Frosinone.

Pagelle Napoli

Gollini 5,5 – Inoperoso praticamente per tutti i primi 45′ nonostante un Frosinone particolarmente propositivo. I ciociari però nella prima frazione nonostante la collezione di calcio d’angoli e tiri, non trovano mai la porta. Nella ripresa, viene punito due volte dal Frosinone ma più per errori dei compagni che suoi. Salva su Gelli la palla dello 0-3 ma poi capitola ancora sul rigore di Cheddira e su Harroui.

Zanoli 5,5 – Il giovane terzino, fatica molto a contenere Caso che è scatenato dalla sua parte. La spinta offensiva inoltre è poca, dunque la prestazione non arriva alla sufficienza. Forse rimanere per fare la riserva di Di Lorenzo, non è la cosa migliore per un giovane con ampi margini di miglioramento. 

Ostigard 5,5 – Gioca un buon primo tempo, in cui è spesso decisivo a livello difensivo, disinnescando parecchi pericoli apportati dai ciociari. Non ha particolari colpe nei gol del Frosinone nella ripresa, ma non può arrivare alla sufficienza.

Natan 5 – Il centrale brasiliano soffre più del compagno di reparto, commette vari falli e più in generale non trasmette un’idea di sicurezza alla squadra.

Mario Rui 6 – Il portoghese al rientro da titolare dopo il grave infortunio e l’impiego col contagocce di Garcia, sfodera una prestazione sufficiente. Non ottimo in fase difensiva, va meglio nella metà campo avversaria, dove fornisce buoni palloni ai compagni e guadagna anche una buona punizione. Nella ripresa colpisce un clamoroso palo su punizione all’ultima azione della sua partita (53′ Di Lorenzo 4 – Inserito a sinistra da Mazzarri al posto di Mario Rui sbaglia in parte nel gol dello 0-1 e in maniera clamorosa in occasione dello 0-2 quando lancia caso in campo aperto davanti a Gollini, dove il giocatore del Frosinone non sbaglia. Causa anche il fallo da rigore dello 0-3. Peggiore in campo nelle pagelle di Napoli-Frosinone).

Cajuste 6,5 – Il migliore dei partenopei nel primo tempo, con continui strappi a centrocampo e buone verticalizzazioni per i compagni. Senza Anguissa, Lobotka e Zielinski, prende in mano le redini della mediana. Ampiamente positiva la sua prova, pur calando nella ripresa.

Demme 5 – Al ritorno da titolare dopo tempo immemore non gioca però una bella partita, anzi. Marcato a uomo da Brescianini fatica a mettere in funzione la sua qualità e presto risulta avulso dal gioco. Mazzarri lo toglie dopo pochi minuti della ripresa (53′ Lobotka –

Gaetano 6 – Pochi duetti interessanti, una punizione dal limite e un corner guadagnati come migliori giocate. Insomma non sfrutta al meglio la sua occasione, pur crescendo nella ripresa con più titolari al suo fianco e la cessione in prestito a Gennaio sembra sempre più probabile. 

Lindstrom 5,5 – Uno dei più vivi dell’attacco dei partenopei. Però in occasione di un tiro in porta dopo il primo quarto d’ora conclude troppo addosso a Cerofolini, e sbaglia poi a lanciare in porta Simeone poco dopo. Protagonista in negativo anche nell’azione del possibile 1-0 del Napoli, quando un suo tocco di braccio visto dal VAR porta all’annullamento della rete (73′ Politano 5,5 – Si vede pochino, entra quando il risultato è però compromesso e può poco per evitare la sconfitta). 

Simeone 5,5 – Segna la rete dell’1-0 poi annullata per tocco di mano di Lindstrom, sfruttando la follia di Okoli. Il suo apporto però è poco, considerando anche che quella rete non è valida. Per il resto fatica molto anche nei duetti coi compagni (63′ Osimhen 5 – Non bene appena entrato poiché si perde Barreanchea che infila la porta dei partenopei di testa su corner. Non riesce mai a trovare il guizzo vincente. Spento).

Raspadori 6 – Avulso dal gioco per larga parte del match, dà però l’impressione di far male ogni volta che si accende. Colpisce un palo intorno al 20′ e impegna Cerofolini su punizione. Può fare di più ma non è comunque negativo (63′ Kvaratskhelia 5 – Male il georgiano, che non riesce ad accendersi praticamente mai nella mezz’ora a disposizione).

Allenatore: Walter Mazzarri 4,5 – Sbaglia formazione iniziale operando troppo turn over. Sbaglia poi a mettere Di Lorenzo a sinistra. Tradito dal suo capitano e da Osimhen e Kvaratskhelia inseriti sullo 0-0, perde malamente uno degli obiettivi stagionali. 

Pagelle Frosinone

Cerofolini 6,5 – Attento sulle conclusioni degli attaccanti azzurri che disinnesca sempre in maniera ottima. Capitola a fine primo tempo senza colpe sulla follia di Okoli, per fortuna dei ciociari annullata dal VAR. Prova positiva la sua. 

Okoli 5,5 – Non se la cava male, però seppur fortunato per il gol dell’1-0 poi annullato al Napoli, il suo errore è troppo grave per non pesare nel giudizio del suo match.

Monterisi 6,5 – Ottima prestazione del centrale dei ciociari. Bravo in fase difensiva su Raspadori e Simeone, si fa notare anche in fase offensiva con buone sovrapposizioni. 

Mateus Lusuardi 6 – Non male la sua prestazione. Non fa cose complesse, ma è funzionale nell’impianto difensivo dei ciociari e strappa una meritata sufficienza (86′ Romagnoli 6 – Aiuta i compagni a resistere agli ultimi assalti del Napoli).

Kvernadze 6 – Buona prova. Concreto, bravo nel giocare la palla e non timoroso nonostante la pressione del Napoli dal suo lato, Di Francesco lo lascia negli spogliatoi all’intervallo poiché ammonito sul finale di primo tempo (46′ Lirola 6,5 – Non soffre praticamente mai Kvaratskhelia e gioca un ottima frazione di gioco. Positivo sia in fase di contenimento che in alcune circostanze in spinta sulla fascia come nell’assist per il gol dello 0-4). 

Bourabia 6 – Bella prestazione in generale, con geometrie e ottimo lavoro anche in fase di non possesso. Mezzo voto in meno per l’ingenuo giallo ricevuto a fine primo tempo (67′ Harroui 6,5 – Trova la gioia personale al 94′ con la rete del clamoroso 0-4 dei ciociari. Ottima la sua quasi mezz’ora in campo).

Barrenechea 7 – Prova di personalità e classe per il regista in prestito dalla Juventus. Buone trame e bel lavoro anche in fase di non possesso con tanta “legna” per la causa. Trova inoltre un bellissimo gol di testa che sblocca il match del Maradona. 

Garritano 6,5 – Prestazione positiva condita dall’assist su corner per lo 0-1 dei ciociari. Concreto e solido in entrambe le fasi, buona risorsa per Di Francesco in vista anche del proseguio della stagione. 

Brescianini 6,5 – Uomo ombra nei confronti di Demme, annulla il tedesco e riesce a svolgere i suoi compiti alla perfezione. Riconquista buoni palloni e corre molto senza perdere lucidità col passare dei minuti (67′ Gelli 6 – Buona la sua prestazione, subentra poco prima dello 0-2 e poi aiuta la squadra a gestire il doppio vantaggio. Sbaglia davanti al portiere dei partenopei la rete dello 0-3. 

Caso 7,5 – Bella gara di Caso. Mette spesso in difficoltà Zanoli nell’1vs1, ha qualità nel dribbling e nel fraseggio coi compagni. Trova il gol dello 0-2 a coronamento di una grande prestazione personale. Migliore in campo delle pagelle di Frosinone-Napoli (70′ Soulè 6 – Non incide particolarmente sul match, ma aiuta i compagni a tenere su palloni pesanti grazie alla sua qualità). 

Cheddira 6,5 – Il giocatore di proprietà del Napoli gioca una buona partita contro i suoi “forse” futuri compagni. Grinta, voglia, lotta continua. Segna poi il rigore del clamoroso 0-3 finale al 90′.

Allenatore: Eusebio Di Francesco 7 – Impresa incredibile dei ciociari che vincono 0-4 al Maradona. Moltissimi meriti al tecnico, che si toglie un altra grande soddisfazione e si regala insieme ai suoi ragazzi i quarti di finale di Coppa Italia. 

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui