Coppa Italia Serie C, il resoconto di Catania-Crotone 3-3 (3-2 d.c.r.)

0

Il Catania batte il Crotone ai calci di rigore con una formazione totalmente rinnovata e si qualifica ai quarti di finale di Coppa Italia al termine di un match al cardiopalma.

Coppa Italia Serie C, il resoconto di Catania-Crotone 3-3 (3-2 d.c.r.)
Credit, Catania Fc

Il resoconto di Catania-Crotone (6-5)

Catania a regime ridotto, sfortunato e poco preciso nella prima frazione di gioco. Crotone che al 6esto minuto passa in vantaggio con un tiro al volo di Tribuzzi, che aveva già segnato contro gli etnei in campionato, su cross dalla desta di Bruzzaniti.

Reagiscono i padroni di casa sugli sviluppi di un calcio d’angolo, colpo di testa Silvestri che sfiora il pari.

Ottimo Crotone che tiene testa alle incursioni in area dei catanesi. Al 24esimo annullato il gol del pareggio al Catania, De Luca calcia verso la porta ma c’è la deviazione di un compagno in posizione irregolare.

Concesso 1 minuto di recupero si va negli spogliatoi con i siciliani sotto di una rete.

Gli etnei nel secondo tempo entrano in campo decisi e intraprendenti e impegnano D’Alterio nei primi cinque minuti con Mazzotta per ben due volte.

Il pareggio arriva con De Luca al 54esimo: cross dalla destra di Rapisarda, testa di dell’attaccante che batte D’Alterio tornando a segnare con la maglia rossazzurra.

Coppa Italia Serie C, il resoconto di Catania-Crotone 3-3 (3-2 d.c.r.)
Giuseppe De Luca. credit Catania Fc

Il Crotone torna in vantaggio al 57esimo sugli sviluppi di un calcio d’angolo con Tumminello che in mischia batte Liveri. Risponde subito il Catania e pareggia al 59esimo: azione sviluppata da sinistra, De Luca vede la sovrapposizione di Mazzotta, cross basso per Dubickas che tutto solo in area realizza.

Nuovamente in rete il Crotone stavolta con Bruzzaniti che, servito in area di rigore e da posizione defilata, lascia partire il diagonale sulla quale nulla può fare Livieri. Terzo gol in cinque minuti.

Girandola di cambi per gli etnei: entrano Chiricò, Zammarini e Bouah fuori Bocic, Quaini e Rapisarda. Altro cambio per Lucarelli al 73esimo, dentro Marsura e Di Carmine al posto di Deli e Dubickas.

Crotone pericoloso al 77esimo che con il solito Tribuzzi impegna Livieri che si salva con i pugni.

I catanesi arrivano in area avversaria con Mazzotta che viene atterrato in area di rigore, non ha dubbi il direttore di gara ed assegna il penalty. Di Carmine dal dischetto batte D’Alterio all’87esimo per il nuovo pareggio.

Sei minuti di recupero dopo il 90esimo, si va ai tempi supplementari.

Coppa Italia Serie C, il resoconto di Catania-Crotone 3-3 (3-2 d.c.r.)
Credit, Catania Fc

Nel primo tempo supplementare Lucarelli ne approfitta per effettuare l’ultimo cambio a disposizione, dentro Castellini per Mazzotta. La partita ha sempre lo stesso ritmo si tengono testa le due formazioni. Ottima chance non sfruttata in contropiede dal Crotone al 95esimo, Rojas viene pescato in posizione irregolare sul cross di Tribuzzi. Il Catania risponde con Castellini al 98esimo con un cross che passa di poco sulla traversa.

Nel secondo tempo supplementare, si intravede la stanchezza delle due compagini in campo. Da evidenziare, allo scadere, la gran parata di Liveri con i pugni su un tiro a giro di D’Ursi al 120esimo. 

Ai calci di rigore, esce vittorioso il Catania per 6-5 ed accede ai quarti di finale di Coppa Italia di Serie C dove troverà il Pescara, sempre al Massimino il 13 dicembre.

A fine partita in sala stampa, Cristiano Lucarelli ha elogiato la sua squadra, di seguito le sue dichiarazioni:

Coppa Italia Serie C, il resoconto di Catania-Crotone 3-3 (3-2 d.c.r.)
Cristiano Lucarelli, credit Catania Fc

“Io ormai quando c’è un calcio di rigore ripenso a quella maledetta serata col Siena, ma sono contento che abbiamo sfatato questa cosa. La squadra per tre volte ha pareggiato lo svantaggio. Dal punto di vista della prestazione mentale, che è quella che adesso chiedo, è stata fantastica.”

“Hanno fatto tre tiri e tre gol. Complimenti a loro perché mi piacerebbe che anche noi avessimo questa concretezza. Non abbiamo avuto sbavature. Possiamo essere in certi momenti un po’ sbilanciati però abbiamo preso solo una ripartenza su calcio d’angolo. La tanta generosità non deve sfociare in ingenuità. Dobbiamo lottare e credere nei risultati, conta però la prestazione mentale e la continuità. Se domenica diamo un altro segnale, abbiamo imboccato la strada giusta”.

Il tabellino

Catania-Crotone: 6-5 (3-3 dopo i tempi supplementari)

Reti: pt 6° Tribuzzi (CR); st 8° De Luca, 12° Tumminello (CR), 14° Dubickas, 24° Bruzzaniti (CR), 42° Di Carmine su rigore.

Sequenza rigori: Bruzzaniti (CR) fuori; Chiricó gol; Tumminello (CR) gol, Zammarini respinto; D’Ursi (CR) gol, Zanellato gol; Giron (CR) fuori, Castellini gol; Petriccione (CR) alto.

Catania (4-2-3-1): 22 Livieri; 5 Rapisarda (K) (17°st 13 Bouah), 2 Curado, 4 Silvestri (VK), 11 Mazzotta (1°pts 27 Castellini); 6 Zanellato, 16 Quaini (17°st 33 Zammarini); 24 Bocic (17°st 32 Chiricó), 19 Deli (28°st 77 Marsura), 7 De Luca; 17 Dubickas (28°st 10 Di Carmine). A disposizione: 1 Bethers, 95 Albertoni; 26 Lorenzini, 3 Maffei; 8 Rocca; 9 Sarao, 20 Popovic. Allenatore: Lucarelli.

Crotone (3-5-2): 22 D’Alterio; 36 Spaltro (1°pts 3 Giron), 18 Loiacono (1°st 2 Papini), 14 Crialese (VK); 17 Bruzzaniti, 77 Pannitteri (38°st 20 Rojas), 39 Schirò (1°st 15 Di Stefano), 23 Jurcec (43°st 10 Petriccione), 19 Tribuzzi (K); 93 Tumminello, 29 Cantisani (28°st 7 D’Ursi). A disposizione: 99 Branduani, 12 Lucano; 43 Tarantino, 45 Coscia; 41 Aprile, 42 Pirozzi; 9 Gomez, 40 Solmonte. Allenatore: Zauli.

Arbitro: Gianluca Grasso (Ariano Irpino).

Assistenti: Giorgio Ermanno Minafra (Roma 2) e Daniel Cadirola (Milano).

Quarto ufficiale: Filippo Colaninno (Nola).

Ammoniti: Rapisarda, Lucarelli, Zanellato, De Luca (CT); Tribuzzi (CR).

Recupero: pt 1’, st 7’; pts 0’, sts 1’.

Angoli: 6-6.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui