Coppa Italia Serie C, il resoconto di Catania-Pescara (2-0)

0
Coppa Italia Serie C, il resoconto di Catania-Pescara (2-0)

Il Catania batte il Pescara per 2-0, reti di Castellini e Zammarini, e conquista l’accesso alla semifinale di Coppa Italia Serie C mettendosi alle spalle la brutta sconfitta in campionato contro Messina di sabato scorso.

409989727_345313584931064_3816964395775525556_n Coppa Italia Serie C, il resoconto di Catania-Pescara (2-0)

Coppa Italia Serie C, il resoconto di Catania-Pescara (2-0)

Lucarelli deve fare i conti con gli infortunati Di Carmine e Bouah, dopo il turno di riposo torna tra i pali Bethers, Bocic unica punta. Nel Pescara assente Zeman, sostituito da Bucaro in panchina.

Buona costruzione degli ospiti che già nel primissimi minuti si presentano davanti a Bethers che para. Ancora abruzzesi che beffano la difesa etnea con un passaggio in verticale buono per Cuppone ma la sua conclusione viene respinta in corner dall’estremo difensore.

408205286_345313714931051_7762399836249612910_n Coppa Italia Serie C, il resoconto di Catania-Pescara (2-0)
Credit, Catania Fc

Tanto Pescara in questo primo quarto d’ora di gioco; il Catania prova a reagire con Chiarella che da fuori area calcia a giro e spara alto sopra la traversa. Continuano ad impensierire i catanesi gli uomini di Bucaro, che provano ancora con Accornero dalla distanza, al 24esimo, il pallone assume una strana traiettoria e sbatte sulla traversa.

Bel duetto al 33esimo tra Rapisarda e Chiarella, fermato con un fallo da Degasso che gli costa il giallo: dalla punizione Curado gira di testa ma Plizzari para. 

Dopo un minuto di recupero, si va negli spogliatoi con il risultato fermo sullo 0-0. Un primo tempo in cui il Pescara è apparso ben organizzato, gli etnei invece sono in evidente difficoltà ad arrivare sotto porta.

Al rientro in campo, il Pescara di Bucaro effettua la prima sostituzione: dentro Pierno per Milani.

Gli etnei sono molto più decisi in fase d’attacco, e da subito mettono in difficoltà Plizzari costringendolo a due parate consecutive. Al 47esimo una punizione di Rapisarda viene respinta dal portiere con i pugni. Ancora Catania che con un gran colpo di testa di Chiarella centra in pieno la traversa, poi Chiricò sul rimpallo colpisce il palo.

409908859_345313838264372_4406885923846488840_n Coppa Italia Serie C, il resoconto di Catania-Pescara (2-0)
Castellini e Zanellato, credit Catania Fc

Al 67esimo, il vantaggio dei padroni di casa: sugli sviluppi di un angolo di Chiricò, triplice colpo di testa prima di Rocca, poi Dubickas infine Castellini, uno dei migliori in campo, che batte Plizzari.

Un buon Catania in questo secondo tempo anche dopo la rete, e che va alla ricerca del raddoppio. Il Pescara cerca di contenere le incursioni nella propria area degli etnei. Abruzzesi che esauriscono le sostituzioni e restano con un uomo in meno negli ultimi dieci minuti a causa dell’infortunio del capitano Filippo Pellacani.

Gli ospiti provano a passare attraverso le maglie della difesa rossazzurra ma senza risultati e, allo scadere, in contropiede, il Catania raddoppia con Zammarini che batte Plizzari su assist di Zanellato.

Dopo sei minuti di recupero, il direttore di gara decreta la fine della partita. E’ il Catania ad ottenere l’accesso ai quarti di finale contro un ottimo Pescara. Gli etnei dunque raggiungono in semifinale Padova, Lucchese e Rimini: gli accoppiamenti saranno determinati da sorteggio e le gare si disputeranno con andata e ritorno il 24 gennaio e il 28 febbraio 2024.

Il tabellino

Catania-Pescara:2-0

Marcatori: st 22° Castellini, 45° Zammarini.

Catania (4-2-3-1): 1 Bethers; 5 Rapisarda (K) (47°st 3 Maffei), 2 Curado, 26 Lorenzini, 27 Castellini; 33 Zammarini (VK), 16 Quaini; 31 Chiarella (24°st 77 Marsura), 8 Rocca (47°st 19 Deli), 24 Bocic (24°st 17 Dubickas); 32 Chiricó (37°st 6 Zanellato). A disposizione: 22 Livieri, 95 Albertoni; 11 Mazzotta; 15 Privitera; 20 Popovic. Allenatore: Lucarelli.

Pescara (4-3-3): 22 Plizzari; 15 Floriani, 23 Pellacani (K), 5 Di Pasquale, 2 Milani (1°st 18 Pierno); 17 Tunjov (33°st 28 De Marco), 30 Dagasso, 8 Aloi (VK) (15°st 6 Squizzato); 10 Merola (28°st 32 Cangiano), 29 Cuppone (16°st 31 Tommasini); 11 Accornero. A disposizione: 1 Ciocci, 12 Barretta; 25 Staver, 24 Mesik, 27 Moruzzi; 19 Mora, 20 Manu; 7 Masala, 9 Vergani. Allenatore: Bucaro.

Arbitro: Valerio Crezzini (Siena).

Assistenti: Alessandro Antonio Boggiani (Monza) e Davide Merciari (Rimini).

Quarto ufficiale: Giuseppe Rispoli (Locri).

Ammoniti: Lorenzini, Chiricó (C); Milani, Cuppone, Di Pasquale (P).

Recupero: pt 1’; st 7’.

Angoli: 6-6.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui