Coppa Italia Serie C, il resoconto di Catania-Rimini (2-0)

0

Doveva giocare e vincere la partita più importante dell’intera stagione il Catania, così è stato: gli etnei battono 2-0 il Rimini, ribaltando così l’1-0 dell’andata. 

Nemmeno le previsioni meteo avverse hanno fermato la voglia di riscatto della tifoseria catanese in uno stadio “Angelo Massimino” stracolmo per l’occasione. Voglia di riscatto non solo dei tifosi ma anche della squadra che, dopo questa vittoria, potrà guardare il campionato con occhi diversi, tranne clamorosi risvolti, per poter continuare a sognare la promozione in cadetteria.

Presente anche il Presidente Rosario Pelligra, arrivato appositamente per dare una scossa alla squadra e per poter incontrare Leonardo e Filippo, “amici per caso”, donandogli nel prepartita delle maglie rossazzurre.

Coppa Italia Serie C, il resoconto di Catania-Rimini (2-0)
Pelligra con Filippo e Leonardo “Amici per caso”. Credit foto Catania Fc

Il resoconto di Catania-Rimini (2-0)

Assente in panchina Cristiano Lucarelli, squalificato per questa gara, al suo posto Richard Vanigli. Si scende in campo con alle spalle le splendide coreografie delle due curve etnee con i rossazzurri che partono bene spinti da uno stadio gremito in ogni ordine di posto.

Al 9° minuto traversa colpita da Di Carmine sugli sviluppi di un calcio di punizione, segnalata comunque la posizione irregolare. Ancora etnei al 14esimo, traversone dalla sinistra di Bouah per Sturaro che però non riesce ad impattare verso la porta. 

È il preludio al gol: tocco dalla destra di Sturaro che non trova Di Carmine, alle sue spalle sbuca Cicerelli che gonfi la porta vuota da pochi passi.

Non restano a guardare i romagnoli e al 21esimo Lamesta si invola verso la porta ma il suo diagonale termina fuori. Ci provano ancora i romagnoli al 28esimo con una doppia occasione, decisivo Albertoni. Tentano prima Lamesta e poi Sala, respinge in entrambi i casi il portiere rossazzurro.

Ci crede il Rimini ma il Catania è attento e non subisce le incursioni avversari chiudendo il primo tempo in vantaggio grazie alla rete di Cicerelli.

Si ritorna in campo per i secondi 45 minuti e subito cambio tra le file etnee: dentro Curado per l’ammonito Celli. Nessun cambio invece per Troise.

Il Rimini entra in campo con un altro ritmo, gli etnei contengo gli avversari. Al 57esimo, brivido per i padroni di casa, conclusione di Gorelli sugli sviluppi di un corner, sfera che si perde alta sopra la traversa. 

Poco dopo, gli etnei che sprecano clamorosamente il gol del raddoppio con Tello: da una rimessa laterale battuta velocemente da Sturaro, Tello si trova solo davanti a Colombi ma non riesce ad insaccare in rete.

Non c’è il tempo di pensare, i romagnoli rispondono agli attacchi dei siciliani e al 69esimo con un cross dalla destra del solito Lamesta, Albertoni non trattiene e Morra in rovesciata sfiora il pari.

Doppio cambio per il Catania al 71esimo: dentro Chiarella e Kontek per Chiricò e Monaco.

Coppa Italia Serie C, il resoconto di Catania-Rimini (2-0)
Cicerelli e Castellini, credit foto Catania Fc

Insidiosa la squadra di Lucarelli che attacca senza risparmiarsi e, all’84esimo, il Massimino esplode: respinta nell’area di rigore riminese, palla raccolta da Castellini che prende la rincorsa e dalla trequarti scarica un siluro imprendibile per Colombi che può soltanto guardare il pallone finire in fondo al sacco. È un 2-0 spettacolare che manda in estasi i tifosi rossazzurri. 

Ultimo cambio per il Catania all’88esimo: dentro Haveri per Cicerelli che va in panchina accompagnato dagli applausi del pubblico. 

Vengono concessi dal signor Galipò sei minuti di recupero. Finale incandescente, tanto nervosismo soprattutto in casa Rimini, fioccano espulsioni su entrambe le panchine. 

Proprio nell’extra time, gli ospiti trovano la rete del pari con un colpo di testa di Gorelli, gol annullato per un presunto fallo che scatena le proteste romagnole. Una marcatura che avrebbe portato le due squadre ai supplementari.

Arriva poi il triplice fischio, il Catania batte il Rimini e può festeggiare l’approdo in finale grazie alle reti di Cicerelli e Castellini. Etnei che affronteranno in trasferta il Padova il 19 marzo nella partita di andata mentre il 2 aprile è previsto il ritorno al “Massimino”. 

Dopo la partita, è intervenuto in sala stampa Alessio Castellini:

“Non ho ancora fatto nulla, nel calcio, non mi sento l’uomo in più, altri giocatori anche con una parola sono molto importanti. Il mio ruolo preferito è centrale ma posso giocare ovunque. Dedico questa rete ai miei compagni, al mister, allo staff, alla società e a tutti i tifosi. Da domani testa già a domenica, dobbiamo fare i punti e avviare una striscia positiva. L’occhio? Ho subito un colpo in allenamento. Il Rimini si muoveva bene e giocava bene la palla, abbiamo concesso qualcosa ma siamo stati bravi a sfruttare le nostre occasioni. Il gol? Bello, importante ed emozionante, ha svoltato un po’ la stagione ma è stato importante anche quello di Emanuele. In ritiro l’importante è stare insieme e fare gruppo ed è un fattore, perché altrimenti non vinci questa partita. Siam partiti forte, sapevamo di non poter tenere questo ritmo per 90-120 minuti, abbiamo spinto inizialmente e poi di nuovo appena loro si sono aperti, anche i cambi hanno fatto molto bene. Sappiamo benissimo di dover fare più punti possibili in campionato e anche in Coppa Italia dobbiamo fare il nostro dovere e vincerla. Non mi piace giudicarmi, bisogna avere una certa consapevolezza di se stessi e tenerla per sé. Calciare con entrambi i piedi è una cosa che ho sviluppato crescendo, non è sempre stato così ed è servito per migliorarmi. L’azione del 2-0? Ho deciso di calciare dopo aver controllato, ho visto uno spiraglio e ho detto provo a calciare li, non voglio abituarmi perché l’emozione di far gol o farlo fare deve essere un’ossessione”.

Il tabellino

Catania-Rimini 2-0

Marcatori: pt 17° Cicerelli; st 39° Castellini.

Catania (4-2-3-1): 95 Albertoni; 13 Bouah, 46 Monaco (26°st 14 Kontek), 27 Castellini (VK), 28 Celli (1°st 2 Curado); 8 Sturaro (K), 23 Welbeck; 32 Chiricó (26°st 31 Chiarella), 7 Tello, 30 Cicerelli (43°st 3 Haveri); 10 Di Carmine (38°st 90 Cianci). A disposizione: 22 Furlan, 35 Donato; 6 Ndoj; 19 Peralta, 77 Marsura; 9 Costantino. Allenatore: Vanigli.

Rimini (4-3-3): 91 Colombi (K); 98 Lepri, 6 Gorelli, 15 Gigli (32°st 84 Tofanari), 19 Semeraro (42°st 44 Iacopino), 23 Megelaitis, 28 Sala, 33 Langella (VK) (42°st 34 Ubaldi); 73 Lamesta, 9 Morra (32°st 11 Cernigoi), 31 Malagrida (17°st 80 Garetto). A disposizione: 22 Colombo, 27 De Lucci; 67 Rosini, 4 Pietrangeli, 3 Quacquarelli; 70 Leoncini, 8 Delcarro. Allenatore: Troise.

Arbitro: Simone Galipò (Firenze).

Assistenti: Giorgio Ravera (Lodi) ed Alessandro Parisi (Bari).

Quarto ufficiale: Gianluca Grasso (Ariano Irpino).

Ammoniti: Gigli, Morra, Sala, Gorelli (R); Celli, Monaco, Cianci, Sturaro, Albertoni (C).

Espulsi dalla panchina: Pantanelli (C); Morra, Delcarro, Di Cecco.

Recupero: pt 2’; st 8’.

Angoli: 2-4.                                                                             

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui