Coppa Italia Serie C, il resoconto di Padova-Catania (2-1)

0

Esce sconfitto 2-1 il Catania dall’Euganeo di Padova, i padroni di casa si aggiudicano il primo atto della finale di Coppa Italia di serie C. Etnei accompagnati come sempre da un numero elevato di tifosi che hanno quasi riempito il settore ospiti, a tifare Catania anche Leonardo e Filippo (amici per caso) che si sono ritrovati in questa occasione per sostenere insieme i colori rossazzurri.

Coppa Italia Serie C, il resoconto di Padova-Catania (2-1)
Filippo e Leonardo, insieme per tifare Catania. Foto Vito Leuzzi

Il resoconto di Padova-Catania (2-1)

Padova contro Catania, primo atto della finale di Coppa Italia Serie C. La sfida dell’Euganeo è la prima partecipazione alla finale per i rossazzurri, seconda negli ultimi tre anni per i veneti.

Squadre in campo per la prima frazione di gioco con i padroni di casa che da subito impongono il loro gioco agli etnei.

Rischia il Padova in fase d’impostazione, Chiricò scatta in area di rigore, Perrotta riesce in scivolata a fermare l’attaccante etneo. Dopo il potenziale pericolo, Ndoj perde il pallone in area, Zamparo crossa dalla sinistra e pesca al centro Palombi che insacca alle spalle di Furlan. Veneti in vantaggio.

Risponde il Catania al 15esimo con una conclusione di Chiricò dalla distanza, palla alta sopra la traversa. Continuano i rossazzurri a creare occasioni per recuperare lo svantaggio, ma i padovani non concedono troppi spazi.

Rete del raddoppio del Padova: corner battuto da Radrezza, la sfera arriva sul primo palo nella zona di Crisetig che con un preciso colpo di testa batte il portiere al 24esimo. 

I padroni di casa vanno vicinissimi anche al 3-0 con Palombi che prova la conclusione ma trova la risposta di Furlan.

Si rivede il Catania nell’area avversaria al 38esimo, con Chiricò che mette al centro un pallone velenoso. Anticipato dalla difesa avversaria Sturaro. 

Subito dopo, di nuovo pericolosa la squadra di Torrente: cross di Zamparo per Capelli, pallone bloccato da Furlan.

Occasionissima per gli ospiti al 42esimo, Rapisarda in area appoggia per Chiricò, conclusione murata dalla difesa del Padova.

Coppa Italia Serie C, il resoconto di Padova-Catania (2-1)
Tifosi eteni presenti all’Euganeo

Durante l’intervallo, succede di tutto con alcuni “tifosi” del Catania che aprono la porta della tribuna ospiti ed vanno in collisione con i sostenitori biancorossi. Lanciati anche diversi fumogeni in campo. Un’invasione dei tifosi che potrebbe portare sanzioni in vista della gara di ritorno.

Le squadre tornano in campo e Zeoli cambia l’undici iniziale: doppio cambio, fuori Curado e Ndoj dentro Monaco e Welbeck.

Subito Padova in avvio: conclusione di Radrezza dal limite, pallone di poco a lato. Ancora cambi per il Catania, fuori Sturaro dentro Peralta

La squadra di Zeoli fatica a trovare spazi per rendersi pericolosa nella metà campo avversaria, buona l’azione di Chiricò e Di Carmine al 68esimo, ma Zanellati esce sicuro e fa suo il pallone.

Ultimo cambio per il Catania, dentro Chiarella per Chiricò.

Al 77esimo i siciliani riaprono la partita: angolo e Sasà Monaco (ex di turno) accorcia le distanze. Ottimo momento adesso per i rossazzurri che continuano ad attaccare e guadagnano un calcio di punizione da buona posizione ma la difesa padovana allontana. 

Vengono concessi quattro minuti di recupero oltre il novantesimo e, proprio nel finale, Welbeck va sotto la doccia in anticipo per gioco pericoloso dopo il controllo al VAR.

Finisce all’Euganeo Padova-Catania: gli etnei escono sconfitti dalla partita di andata di Coppa Italia; la squadra di Zeoli ha provato a raddrizzare la partita ma il Padova ha concesso davvero pochi spazi. Appuntamento al 2 aprile allo stadio Angelo Massimino per il secondo round della finale di Coppa Italia di Serie C.

Al termine della partita, il comunicato ufficiale del Catania FC sugli scontri avvenuti:

“Catania Football Club stigmatizza il comportamento dei facinorosi protagonisti degli scontri e delle intemperanze allo stadio “Euganeo”.
Condanniamo fermamente e categoricamente ogni forma di violenza, esprimendo piena solidarietà alle forze dell’ordine.”

Il tabellino

Coppa Italia Serie C 2023/2024 – Finale – Andata

Padova-Catania 2-1

Marcatori: pt 12° Palombi (P), 25° Crisetig (P); st 32° Monaco.

Padova (4-2-3-1): 99 Zanellati; 26 Kirwan (K), 2 Delli Carri, 3 Perrotta, 14 Villa; 7 Varas, 6 Crisetig; 17 Capelli (20°st 8 Fusi), 10 Radrezza (VK) (26°st 15 Bianchi), 19 Palombi (21°st 90 Tordini); 94 Zamparo (26°st 20 Bortolussi). A disposizione: 1 Donnarumma, 22 Mangiaracina; 4 Belli, 13 Crescenzi, 72 Faedo, 28 Grosu, 30 Favale; 58 Cretella; 21 Liguori. Allenatore: Torrente.

Catania (4-3-3): 22 Furlan; 5 Rapisarda (K), 2 Curado (1°st 46 Monaco), 16 Quaini, 27 Castellini; 8 Sturaro (VK) (12°st 19 Peralta), 6 Ndoj (1°st 23 Welbeck), 33 Zammarini; 32 Chiricó (31°st 31 Chiarella), 10 Di Carmine (27°st 9 Costantino), 30 Cicerelli. A disposizione: 95 Albertoni, 35 Donato; 14 Kontek, 3 Haveri, 28 Celli; 90 Cianci, 77 Marsura. Allenatore: Zeoli.

Arbitro: Mario Perri (Roma 1).

Assistenti: Mattia Regattieri (Finale Emilia) e Matteo Pressato (Latina). 

Quarto ufficiale: Leonardo Mastrodomenico (Matera).

Ammoniti: Kirwan, Bianchi (P); Curado (C). Espulso Welbeck al 48°st.

Recupero: pt 0’; st 6’.

Angoli: 2-4.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui