Crisi Juventus: la “pareggite” non sembra passare

0
Crisi Juventus: la “pareggite” non sembra passare

La stagione 2020/2021 di Serie A sta riservando delle grandi sorprese, sia in negativo che in positivo. Dopo una stagione come la scorsa, mollare fisicamente e psicologicamente è capibile, ma non condivisibile. Se abbiamo un rinato Milan in solido comando del primo posto, dall’altra parte ci sono molte squadra in discesa. Il nuovo mandato di Pirlo non sembra stia dando i frutti desiderati con troppi pareggi non capitalizzati. Che sia l’inizio di una crisi per la Juventus?

A livello di gioco, le difficoltà non sembrano poi così influenti. Il problema si pone sul livello dei risultati. Affidandoci ai numeri forniti dallo studio Opta, è stato evidenziato come il neo tecnico juventino stia attuando l’avvio di stagione con il minor numero di punti raccolti. Parziale che rispecchia la prima stagione con Allegri sulla panchina, ma che ha un inferiore numero di vittorie. Quella stagione si concluderà con una rimonta paurosa grazie ai 27 risultati utili consecutivi. Ci si aspettava la stessa reazione da questi bianconeri, ma, per ora, niente da fare.

I motivi della crisi della Juventus

Ronaldo e compagni hanno messo in campo sempre tanta classe, tecnica ed eleganza. E con una rosa del genere era impossibile richiedere il contrario. Le crescite di elementi come Danilo e Rabiot hanno portato il livello specifico del roster a livelli stellari. Ciò che è mancato è la cattiveria sotto porta e l’attitudine remissiva della Vecchia Signora. Gli juventini sembrano aver lasciato la presa delle redini del loro spirito combattivo: le seconde palle sono sempre degli avversari e spesso causano dolori dalle parti di Szczesny. L’impressione è che i giocatori di Pirlo si siano adagiati sulle precedenti vittorie e sull’innegabile elevata estrosità. Ma il calcio non è mai stato e mai sarà così. Con un allenatore del genere non ci si aspettava qualcosa di diverso da ciò, ora però è arrivato il momento della svolta.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui