Croazia, la terza avversaria dell’Italia nel girone di Euro2024

0
Croazia, la terza avversaria dell’Italia nel girone di Euro2024

L’Italia si lecca le ferite dopo la batosta contro la Spagna, ma non c’è tempo di farlo a lungo visto che, il decisivo match contro la Croazia prossima avversaria sul cammino azzurro ad Euro2024, è già alle porte. Contro la nazionale balcanica servirà mettere in campo l’orgoglio e la qualità, senza speculare sul pareggio che ci potrebbe qualificare come secondi nel girone.

L’Italia si troverà davanti un’avversaria scorbutica e con le spalle al muro a cui serve un solo risultato per passare: la vittoria. La Croazia infatti, dopo il pesante ko contro le Furie Rosse nel match d’esordio, è stata fermata anche dall’Albania facendosi raggiungere sul 2-2 allo scadere. 

Croazia-696x464-1 Croazia, la terza avversaria dell'Italia nel girone di Euro2024

Per alcuni croati della generazione d’oro quella di Lunedì in caso di mancato successo, potrebbe essere l’ultima presenza in nazionale in carriera. La sfida che attende gli azzurri perciò, è dunque molto dura anche per questa ragione.

Andiamo a vedere meglio punti di forza, schieramento tattico e quelle che sono le stelle principali della Croazia. 

Ecco il percorso di avvicinamento della Croazia, terza avversaria dell’Italia, ad Euro2024

La Croazia nel percorso di avvicinamento ad Euro2024 ha ottenuto ottimi risultati. Dopo l’esperienza del Mondiale in Qatar terminato al terzo posto, ha concluso il girone di qualificazione all’Europeo tedesco al secondo posto. Con 16 punti fatti in 8 partite, è arrivata dietro solamente alla Turchia.

livakovic-croazia-696x472-1 Croazia, la terza avversaria dell'Italia nel girone di Euro2024

Oltre a tutto ciò la squadra degli scaccati ha raggiunto anche la finale in Nations League, persa poi ai rigori contro la Spagna. Ora l’impressione è che il ciclo sia arrivato alla fine, dato che la carta d’identità dei senatori non scherza. 

La Croazia però è un’avversaria da non prendere sottogamba perché l’esperienza, il temperamento e la qualità per vincere una gara, nonostante il brutto cammino finora ad Euro2024, le ha eccome. 

Come gioca la Croazia, terza avversaria dell’Italia ad Euro2024: modulo e ideologia tattica del ct

I punti di forza dei croati evidenziati in questi primi 180′ dell’Europeo, sono onestamente pochi. A discapito di due prestazioni troppo brutte per essere vere, eccezion fatta per i primi 30′ del secondo tempo contro l’Albania, vediamo quali sono le armi che il ct Dalic punterà ad usare contro l’Italia di Spalletti. 

Il modulo che viene usato è di base il 4-3-3. Il gioco che il commissario tecnico dei croati cerca di sviluppare è fatto di possesso e dominio del centrocampo, cercando di sfruttare l’esperienza dei propri leader. In difesa sulla sinistra troviamo a seconda del risultato e dell’avversario da affrontare Gvardiol o Perisic.

La grande qualità di Brozovic, Modric e Kovacic porta infatti a cercare giocate di qualità per tenere il controllo del match. Tanta qualità che può però non essere sinonimo di efficienza, soprattutto perché gli interpreti non sembrano essere in forma.

CROAZIA-DALIC-3-696x386-1 Croazia, la terza avversaria dell'Italia nel girone di Euro2024

La carta d’identità del fenomeno del Real Madrid gli impedisce di giocare 90′ di qualità ogni tre giorni e Brozovic, andato in Arabia in un campionato meno allenante, ha perso un pò di dinamismo. La pressione e gli strappi di Barella, Frattesi e Pellegrini potrebbero dunque, portare spesso l’Italia in condizione di far male ai balcanici.

L’attacco, con Perisic a mezzo servizio per l’infortunio al ginocchio di inizio stagione e spesso arretrato come terzino di spinta, ha perso di pericolosità. Kramaric, che il ct Dalic usa come esterno a sinistra con compiti di accentrarsi per tirare, è l’attaccante più temibile della Croazia. 

Ecco le stelle dei balcanici da tenere maggiormente d’occhio 

Le stelle della Croazia sono sostanzialmente due, già nominate entrambe nel paragrafo precedente. Leader della nazionale e fuoriclasse dei rispettivi ruoli, a poter illuminare i match degli Scaccati sono soprattutto Josko Gvardiol e Luka Modric.

Il primo è il duttile difensore del Manchester City, impiegabile sia come centrale che come terzino, è in grado di segnare anche gol pesanti. Qualitativo ed estremamente veloce, può con la sua abilità nel fraseggio anche costruire molti pericoli con lanci lunghi dal basso. 

I margini di miglioramento inoltre sono notevoli considerando la giovanissima età del giocatore, destinato ad essere per la prossima decade almeno tra i migliori al mondo nel suo reparto. 

L’altra stella della squadra è poi Luka Modric. Detto già dell’età avanzata e del fatto che ormai soffre a giocare 90′ minuti ad alta intensità ogni tre giorni, la sua qualità lo rende sempre tra i più pericolosi e più forti in campo.

CROAZIA-MODRIC-1 Croazia, la terza avversaria dell'Italia nel girone di Euro2024

Campione stratosferico, autore di una meravigliosa carriera dovrà essere pressato costantemente dagli azzurri per non dargli tempo di ragionare. Anche un secondo di ritardo infatti, con un giocatore del suo calibro, può essere letale. 

Gli altri giocatori più forti della squadra sono Kovacic e Perisic ma chi per età, chi per minor qualità, non sono stelle assolute. Nella decisiva sfida di Lipsia, il ct croato Dalic potrebbe pensare anche di schierare in campo tutti contemporaneamente i suoi pezzi pregiati. L’Italia ripetiamo ha il destino nelle proprie mani, ma per non rischiare beffe servirà almeno un punto. 

 

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui