Crotone-Sassuolo, De Zerbi: “Crotone ultimo, ma è una buona squadra”

0

Domani pomeriggio alle 18 il Crotone ospiterà il Sassuolo nella gara valida per 22^ giornata di Serie A. Alla vigilia della gara, il tecnico Roberto De Zerbi ha presentato la sfida nella consueta conferenza stampa pre-partita. Il Sassuolo sta attraversando un momento complicato, ma tornerà ai livelli a cui ha abituato i tifosi negli ultimi anni. Ecco di seguito le sue parole.

Crotone-Sassuolo, le parole di De Zerbi

Il Sassuolo tornerà ad essere brillante, queste sono state le parole di rassicurazione con cui Roberto De Zerbi ha aperto la conferenza stampa di presentazione della sfida contro il Crotone“Il campionato è ancora lunghissimo e c’è tempo per fare tutto. Io credo che abbiamo attraversato, stiamo attraversando ancora oggi, un momento difficile ma ci sono i segnali che stiamo venendo fuori da problemi fisici, di condizione. Non gira benissimo, prima stavamo peggio ed è girata molto meglio ma credo che torneremo quelli veri, quelli che abbiamo abituato in questi 2-3 anni”.

Piano piano tutti gli infortunati stanno tornando in forma: “Credo che ci siano degli elementi che fanno pensare che torneremo brillanti. Caputo, ad esempio, abbiamo fatto delle valutazioni fisiche in settimane e siamo in crescita rispetto a 15-20 giorni fa. Defrel sta meglio e per noi è un giocatore molto importante. Djuricic e Traorè stanno meglio. Abbiamo perso Boga ma abbiamo recuperato Berardi. Ci sono elementi per pensare che da qui a breve potremo tornare a essere quelli di inizio campionato e della fine dello scorso campionato. Bisogna però accettare dei momenti in cui non si è al 100%. L’abbiamo fatto, da un po’, non è da una-due partite che non siamo al massimo, e abbiamo ottenuto dei risultati, quindi si possono ottenere lo stesso i risultati”.

Pochi gol fatti e tanti subiti di testa

De Zerbi si è poi soffermato sulla questione dei gol subiti di testa “L’attenzione sulle palle laterali l’abbiamo sempre prestata, ci siamo sempre allenati con attenzione massimale, poi bisogna capire che, a parte Roma con la Lazio e con lo Spezia, in precedenza sui calci piazzati non abbiamo subito tanti gol, ne abbiamo subiti su palle laterali ma bisogna accettare le caratteristiche dei giocatori, cercando di eliminare il più possibile il problema, poi la caratteristica individua qualcosa che c’è e qualcosa che manca”.

Qualche domanda si è poi focalizzata sul minore rendimento dell’attacco rispetto agli ultimi anni: “Il Sassuolo ha fatto tantissimi gol, non tanti, in questi tre anni e quando dico che non siamo brillantissimi mi riferisco anche a questo. Il Sassuolo è stato giudicato che fa il tiki-taka e che gioca orizzontale poi facciamo 5 passaggi partendo da Consigli e facciamo gol con Caputo contro lo Spezia e non è vero. Non è vero che siamo poco efficaci sotto porta perché l’anno scorso e all’inizio di quest’anno eravamo tra i migliori attacchi e non è vero che siamo tra le peggiori difese, ci sono momenti e momenti e bisogna accettarli”.

Un pensiero sul Crotone e il punto sugli infortunati

Infine il tecnico ha presentato quello che sarà l’avversario della sfida di domani e ha fatto il punto sulla situazione riguardante gli infortunati: “La partita di Crotone vale la partita che andremo ad affrontare in trasferta, né più né meno. Il Crotone è ultimo ma è una buona squadra che sa cosa deve fare in campo e lo sappiamo anche noi e sappiamo anche l’importanza della partita per noi, siamo consci di che partita andiamo ad affrontare. Cerchiamo di giocare bene, sapere cosa fare in campo dal primo all’ultimo, avere la nostra solita identità e attraverso quello andiamo a cercare di fare i 3 punti, è una conseguenza a tutte le cose che ho detto all’inizio della domanda”.

“Perdiamo Chiriches per un problemino, non abbiamo voluto rischiarlo. Non ci sarà Ferrari che è squalificato ma chi giocherà sarà giusto giusto per affrontare questa gara. Quella di Ferrari è un’assenza pesante per il giocatore che è ma Peluso che lo sostituirà domani è uno che quando lo abbiamo chiamato in causa è sempre stato uno dei migliori in campo”.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui