De Paul di nuovo in Italia: in quali squadre è possibile?

0
De Paul di nuovo in Italia: in quali squadre è possibile?

Dopo 5 anni passati all’Udinese, dove è riuscito a crescere calcisticamente, Rodrigo De Paul potrebbe tornare a giocare in Italia. L’esperienza non particolarmente felice all’Atletico Madrid sta spingendo il giocatore argentino a fare delle riflessioni sul suo futuro. Un possibile ritorno in Italia farebbe piacere al centrocampista, che conosce molto bene la Serie A.

De Paul di nuovo in Italia: quattro squadre su di lui

Con le situazioni incerte legate al futuro di Paredes, McKennie e Rabiot, la Juventus si sta guardando intorno e sembra aver messo nel mirino De Paul. Oltre ai bianconeri, occhio anche al Milan e all’Inter, che sono rimaste stregate dalla duttilità dell’ex Udinese, in grado di ricoprire tutti i ruoli del centrocampo. Da non trascurare anche la pista Roma, con i giallorossi alla ricerca di un centrocampista di livello. Le poche garanzie a centrocampo, con gli interpreti spesso colpiti da infortuni, stanno spingendo José Mourinho a cercare un nuovo centrocampista. Il profilo di De Paul sembra essere quello ideale: qualità, quantità ed esperienza in mezzo al campo.

DE-PAUL-ARGENTINA De Paul di nuovo in Italia: in quali squadre è possibile?

Ecco il prezzo per riportare De Paul in Italia

Trattare con l’Atletico Madrid non è mai facile, soprattutto dopo che il giocatore ha disputato un Mondiale da protagonista. I “Colchoneros” non lasceranno partire facilmente il centrocampista classe 1994, valutato ancora 35 milioni di euro. La Juventus però sembra intenzionata a richiedere un prestito con diritto di riscatto, replicando la formula utilizzata per Paredes. L’Atletico Madrid sarebbe orientato a trattenere il giocatore, ma se dovesse arrivare un’offerta interessante, questa verrebbe presa in considerazione.

A chi serve di più?

Rodrigo De Paul è un calciatore che farebbe comodo a chiunque, ma in questo momento le squadre che avrebbero maggiormente bisogno delle qualità del campione del mondo sono Roma e Juventus, che devono alzare la qualità del centrocampo. Alle due milanesi potrebbe tornare utile, ma la presenza di Tonali e Bennacer da un lato e Barella, Calhanoglu e Brozovic dall’altra, potrebbero creare sia ad Inzaghi che a Pioli delle difficoltà.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui