Declino Barcellona: Europa League per i blaugrana

0
Declino Barcellona: Europa League per i blaugrana

Un risveglio amaro quello dei calciatori del Barcellona, con l’Europa League che non è più un brutto sogno, ma una dura realtà. Il pessimo rendimento della compagine spagnola ha portato la squadra ad essere eliminata dalla Champions League addirittura ai gironi, prima ancora degli ottavi di finale. Gli anni d’oro del club allenato da Xavi, sono ormai finiti e, forse, rendersene conto e ripartire sarebbe la cosa giusta. Dopo moltissime partecipazioni e dopo cinque Champions League vinte (di cui quattro negli ultimi 18 anni), è tempo di abbassare la testa e lavorare sodo.

Barcellona in Europa League

Dopo 18 anni, il Barcellona non si presenterà agli ottavi di Champions League. I blaugrana, infatti, approdano in Europa League, dopo il terzo posto ottenuto nel gruppo E composto da Bayern Monaco, Benfica e Dinamo Kiev.

Una classifica evidente:

  1. Bayern Monaco: 18 punti
  2. Benfica: 8 punti
  3. Barcellona: 7 punti
  4. Dinamo Kiev: 1 punto

Appena sette punti in sei gare, due vittorie, un pareggio e tre sconfitte. Appena 2 gol fatti e addirittura 9 subiti. Il netto ko subito (per 3-0) in casa del Bayern Monaco ha, ancora una volta, dimostrato i grandi limiti – mentali – di questa squadra.

https://www.youtube.com/watch?v=otJHCG0GtDY

Serve un cambio di rotta

Il Barcellona deve assolutamente ritrovarsi e deve farlo il prima possibile, per non scivolare troppo in basso nella classifica della Liga e per provare a vincere l’Europa League.

Urge un cambio di rotta immediato, visto che gli spagnoli occupano la settima posizione in classifica nel proprio campionato, con 23 punti in 15 gare. La vetta è lontana 16 lunghezze, ma in questo momento i ragazzi di Xavi hanno bisogno di ritrovare fiducia e vittorie, almeno per rincorrere gli ultimi posti europei e cercare, in qualche modo, di rendere meno negativa la stagione.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui