Del Piero e Real Madrid: l’emozionante standing ovation

0

Oggi, il 5 novembre, è l’anniversario di una notte magica. La notte che ha avuto come protagonisti Del Piero e il Real Madrid. Corre l’anno 2008, la Juventus di Claudio Ranieri cerca ancora di risorgere dalle ceneri di Calciopoli, con una società e molti giocatori nuovi. Alcuni senatori, però, sono rimasti, tra questi c’è Alessandro Del Piero vera bandiera bianconera. Alex ha 33 anni, il 9 novembre ne compirà 34, il 5 novembre lo aspetta la grandissima sfida contro i Blancos, al Santiago Bernabeu.

La sfida tra Del Piero e Real Madrid

Il Real è a caccia della “Decima”, e ha una rosa che farebbe paura a chiunque. Oltre  ai veterani Raul e Casillas, ci sono i vari Cannavaro, Sneijder, Van Nistelrooij , Sergio Ramos, Marcelo ecc. Una squadra galattica, degna del soprannome che porta. La Juventus, invece, come già detto arriva da uno dei periodi più bui della sua storia. L’anno prima aveva raggiunto un insperato terzo posto, e nell’estate aveva cercato di rendere la rosa più competitiva. Tra gli acquisti ci furono Sissoko, Tiago e Mellberg, ma soprattutto Amauri. I nomi, come i valori in campo, erano ben differenti, ma non quella notte. Al Bernabeu solo una stella brillò, e porta il nome di Alex Del Piero.

Del Piero e Real Madrid: l'emozionante standing ovation

Il Real parte forte, con grande intensità, Manninger però non corre grossi rischi. Al minuto 16 del primo tempo, un lampo illumina la Juventus. Guti perde palla, Marchionni la gioca al capitano bianconero, che con il sinistro infila all’angolino, è 1-0 Juventus. Il primo tempo finisce un po’ in sordina e inizia il secondo, sempre con il Real a caccia del gol e una difesa ballerina della Juve. Al minuto 67, Sissoko ai 25 metri, conquista una punizione. Del Piero è sul punto di battuta, Casillas piazza la barriera, Alex calcia e segna. I tifosi juventini sono in visibilio, quelli dei Blancos sono increduli.

A tempo scaduto Ranieri lo toglie, per regalargli una delle standing ovation più emozionanti della storia. Anche Diego Armando Maradona, presente in tribuna, si alza in piedi ad applaudire “Pinturicchio”. Il 5 novembre 2008, in una notte magica, solo un mago ha conquistato tutti con i suoi incantesimi, il suo nome è Alessandro Del Piero.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui