Di Cesare diventa il marcatore più anziano della Serie B: un gol che può valere tanto per il Bari

0

Se il Parma grazie al pareggio del San Nicola festeggia la promozione in Serie A dopo tre anni, è il Bari a doversi continuare a preoccupare per queste ultime due giornate di cadetteria. In piena zona play-out a pari merito con Ternana e Ascoli, l’ultima vittoria dei galletti risale addirittura al 17 febbraio contro la Feralpisalò. Da quel momento in poi, la compagine pugliese ha guadagnato appena 4 punti passando da Iachini a Federico Giampaolo, fino a toccare i bassifondi della classifica. Una società e una squadra contestata dai propri tifosi, ma con un calciatore pronto a tutto pur di centrare la permanenza in Serie B. Simbolo del Bari, Valerio Di Cesare è stato protagonista di un gol capolavoro quest’oggi regalando un punto prezioso ai suoi. Un gol inoltre, che gli ha permesso di diventare il marcatore più anziano della cadetteria.

Il marcatore più anziano della Serie B: un gol che vale oro per il Bari quello di Di Cesare

In svantaggio nella sfida di questo pomeriggio contro la capolista, il Bari sembrava essere ad un passo dall’ennesimo passo falso stagionale. A togliere le castagne dal fuoco, però, ci ha pensato ancora una volta capitan Di Cesare. Terzo centro in campionato per l’esperto centrale biancorosso che non solo ha permesso di uscire dal campo con un punto fondamentale, ma gli ha permesso di eguagliare un importante record personale. Segnando all’età di 40 anni, 11 mesi e 8 giorni, infatti, l’ex Parma è diventato il marcatore più anziano della Serie B.

Un premio alla grande carriera vissuta da un uomo prima che un calciatore, tornato a Bari nell’estate 2018 nonostante il fallimento e la retrocessione in Serie D. Siglando una rete capolavoro ha superato German Denis in questa speciale classifica fermo a 40 anni e 7 mesi. Una rete alla quale è seguita un’esultanza emozionale per il difensore scoppiato in lacrime a dimostrazione del suo immenso amore per la casacca biancorossa. L’ultimo a mollare, già nelle scorse settimane il capitano aveva ricordato tra le lacrime quella Serie A sfiorata lo scorso anno e quanto il gol di Pavoletti stia ancora avendo ripercussioni sull’annata corrente. Un vero e proprio leader pronto a tutto per la sua squadra e chiamato in queste ultime due giornate di regular season a trascinarla alla salvezza prima di appendere -probabilmente- gli scarpini al chiodo.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui