Ecuador-Italia (0-2), Spalletti: “Buoni risultati dalla tournèe”

0

L’Italia di Spalletti si prende un’altra vittoria e questa volta ai danni dell’Ecuador, che tiene testa agli azzurri, ma non basta. Lo 0-2 di Harrison consegna al mister toscano un gruppo coeso, un modulo su cui purtroppo servirà tempo, ma anche delle buone risposte da parte dei singoli. Spalletti ha parlato alla fine del match. 

Spalletti su Ecuador-Italia (0-2): “Rido quando dite che ci sono calciatori presuntuosi”

Le reti di Pellegrini e Barella contro l’Ecuador decidono l’ultima sfida della tournée americana dell’Italia di Spalletti. Una squadra che questa sera ha sicuramente mostrato dei miglioramenti e che anche nei singoli torna a farci sperare. Barella si conferma al top, mentre Pellegrini regala un gol bellissimo. Tante cose di cui parlare per Luciano Spalletti che si è espresso nel post partita.

Il tecnico ai microfoni della RAI ha esordito così commentando la partita: «Le cose viste nel primo tempo si sono viste anche nel secondo, poi siamo stati sporchi; quando abbiamo preso palla spesso l’abbiamo persa troppo facilmente. Ma siamo stati sempre squadra, nel secondo tempo abbiamo concesso spazio a loro, ma siamo stati sempre una squadra. Poi magari decidi di attaccare di più, o difendere, ma comunque l’essenziale era formare questo blocco, prima dell’interpretazione stessa».

Ha poi aggiunto: «Nel primo tempo siamo stati più alti, abbiamo anche gestito bene la palla. Probabilmente avremmo potuto fare anche più gol, però devo tenere conto che abbiamo anche concesso poco agli avversari».

Secondo Spalletti la tournée è stata positiva: «Il bilancio di questa trasferta è positivo. Abbiamo avuto a che fare con un gruppo di ragazzi serissimi; la federazione è stata perfetta con l’organizzazione degli spostamenti; il meteo ha permesso anche di avere delle belle giornate. Riuscire a mettere tutto insieme con anche due buoni risultati ha permesso di fare un buon lavoro».

Sui giocatori ha risposto così: «Allora, prima di tutto facendo prestazione in partite come oggi. Questo sarà un metro di valutazione. L’Ecuador e il Venezuela sono due squadra forti. A volte, quando si parla di presunzione dei calciatori, mi viene quasi da domandarlo anche a voi, per comprendere il perché. Ci sono anche gli avversari in campo e sono squadre di livello, dove poi devi trovare e guadagnarti la possibilità di risolverla, assumendosi delle responsabilità. Contro tutti. Non ti è concesso nulla, perché nel calcio nessuno è superiore a un altro».

Ha concluso così: «Abbiamo fatto due buone prestazioni, anche se ci sono delle cose su cui lavorare. Ne abbiamo parlato con i ragazzi, nonostante le possibilità siano state poche. Però da queste partite diventa facile analizzare alcuni elementi».

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui