Euro 2024, ecco il quadro completo delle squadre qualificate

0

Si completa il quadro delle 24 squadre qualificate a Euro 2024, il prossimo torneo continentale per nazioni che si terrà in Germania dal 14 giugno al 14 luglio. Le ultime partecipanti arrivano dagli spareggi, modalità di qualificazione che si è disputata sei volte negli ultimi sette Campionati Europei, a partire dalla partita secca tra Olanda e Irlanda per l’edizione 1996. Una novità importante è stata introdotta a Euro 2020: le squadre hanno dovuto superare più di un turno e, a differenza delle edizioni precedenti, si sono qualificate agli spareggi tramite la Nations League e non le qualificazioni europee. Lo stesso format è stato adottato anche per le qualificazioni europee ai Mondiali 2022 in Qatar.

Euro 2024: le ultime squadre qualificate sono Georgia, Polonia e Ucraina

Euro 2024 avrà una debuttante assoluta: è la Georgia, che festeggia una storica qualificazione alla fase finale del torneo. Decisiva a Tbilisi la vittoria ai rigori contro la Grecia dopo lo 0-0 dei tempi regolamentari e supplementari. Dagli undici metri finisce 4-2 per i padroni di casa, che contano solo un errore con Mikautadze. Per gli ellenici, invece, sbagliano Bakasetas e Giakoumakis. Per la terza volta consecutiva la Grecia manca il pass per la fase a gironi dell’Europeo: l’ultima partecipazione risale all’edizione 2012. Il cammino si fermò contro la Germania ai quarti di finale.

Esulta ai rigori anche la Polonia, che stacca il pass per la manifestazione battendo il Galles a casa sua. Dopo lo 0-0 dei 120 minuti, la nazionale biancorossa esulta dagli undici metri andando sempre in gol. Quasi infallibili anche i Dragoni: è decisiva la parata di Szczesny su James, che aveva calciato l’ultimo rigore dell’intera serie. La Polonia raggiunge la sua qualificazione alla fase finale del torneo per la quinta volta (e anche consecutiva). Inoltre, è imbattuta contro il Galles da dieci partite dopo aver perso nella prima gara in assoluto tra le due formazioni nel 1973 a Cardiff.

Tra le squadre qualificate ad Euro 2024 c’è anche l’Ucraina, che trema nel primo tempo ma ribalta la situazione nella ripresa. Il successo per 2-1 ai danni dell’Islanda arriva grazie alle reti di Tsygankov al 54′ e Mudryk all’84’. In entrambe le situazioni è determinante il contributo di Sudakov che fornisce due assist. Inutile per i nordici il momentaneo vantaggio al 30′ di Gudmundsson, che mette ancora una volta il suo sigillo dopo la tripletta rifilata ad Israele in semifinale. La nazionale gialloblù arriva alla fase finale dell’Europeo per la quarta volta.

Il quadro completo dei gironi e le date principali

La competizione partirà ufficialmente con la sfida del gruppo A tra i padroni di casa della Germania e la Scozia, in programma venerdì 14 giugno a Monaco di Baviera con fischio d’inizio alle ore 21:00. Gli ottavi di finale partiranno il 29 giugno con la sfida tra la seconda classificata del girone A e la seconda del girone B, alle ore 18:00. I quarti di finale si giocheranno il 5 e 6 luglio, le semifinali il 9 e 10 luglio. La finale si disputerà all’Olympiastadion di Berlino il 14 luglio dalle ore 21:00.

Euro 2024, ecco il quadro completo delle squadre qualificate

Per quanto riguarda l’Italia, l’esordio nel torneo avverrà 15 giugno al “Signal Iduna Park” di Dortmund contro l’Albania (ore 21:00). Il secondo match sarà contro la Spagna alla “Veltins Arena” di Gelsenkirchen il 21 giugno (ore 21:00), ultima sfida del girone contro la Croazia alla “Red Bull Arena” di Lipsia il 24 giugno (ore 21:00).

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui