Euro2024, inizia oggi il cammino dell’Italia: cosa ci aspettiamo dagli azzurri

0
Euro2024, inizia oggi il cammino dell’Italia: cosa ci aspettiamo dagli azzurri

Ci siamo: tra poche ore avrà inizio il nostro Europeo. Un Europeo nel quale arriviamo da campioni in carica dopo lo splendido cammino dell’ultima edizione culminato con lo storico trionfo di Wembley. Sono cambiate tante cose a tre anni di distanza da quel successo ai danni dell’Inghilterra: la delusione per la mancata qualificazione ai Mondiali per la seconda volta di fila, le dimissioni di Mancini e la decisione di affidare la guida della Nazionale a Luciano Spalletti. In vista di Euro2024, l’ex allenatore del Napoli è chiamato ad onorare il titolo di campione d’Europa dell’Italia con l’obiettivo di trascinare fino in fondo gli azzurri. Un’impresa assolutamente non facile considerando la difficoltà del girone e la scarsezza qualitativa della nostra selezione, ma considerando il curriculum del nativo di Certaldo, tutto è possibile!

Euro2024: come ci arriva l’Italia e cosa aspettarci

Non è sicuramente un periodo storico roseo per l’Italia calcistica. Da tanti, forse troppi anni, quella che è considerata la terza industria del nostro Paese non riesce a sfornare talenti. Sono ormai terminati i tempi di fuoriclasse del calibro di Totti, Del Piero, Cannavaro, Buffon e degli eroi del 2006. Per quanto l’ultimo Europeo ci abbia visto trionfare meritatamente, ha nascosto per un momento la scarsezza tecnica e qualitativa dei calciatori azzurri. E l’eliminazione alle ultime qualificazioni ai Mondiali subita contro la Macedonia ne è la dimostrazione. La scelta della Federazione di affidare la squadra ad un allenatore capace di valorizzare la rosa a disposizione come Luciano Spalletti è emblematica.

Da un gestore come Mancini, ad un valorizzatore come il tecnico toscano. L’ex tra le altre di Roma e Inter in questi mesi ha sperimentato assetti tattici e interpreti in nuove posizioni lasciandoci intravedere un briciolo di speranza verso una manifestazione dalla quale filtra pessimismo. Un pessimismo dovuto sicuramente ad un gruppo B formato oltre che dalla modesta -ma da non sottovalutare- Albania, da due corazzate come Croazia e Spagna, oggettivamente superiori, ma non imbattibili. Ciò che è certo è che avremo bisogno dei nostri uomini migliori per far bella figura nel torneo.

Dalle parate di Donnarumma, passando per la solidità difensiva del blocco Inter, fino ad arrivare sia alla voglia di spaccare il mondo di un Chiesa che vuole dimostrare di aver messo da parte quel brutto infortunio di due anni fa, che alla voglia di confermarsi di Scamacca. A questi aspetti, non si può non aggiungere un centrocampo di qualità. Un reparto comandato da Jorginho e Fagioli, ma allo stesso tempo dinamico e con gol nelle gambe con Barella e Frattesi.

Arriviamo ad Euro2024 con meno esperienza, ma con tanta voglia di dimostrare di non essere secondi a nessuno. A fare la differenza sarà anche il gruppo. Quel gruppo che è stato fondamentale nella campagna trionfale dell’ultima edizione, pronto al sacrificio e sostenuto da un popolo intero. E chissà, magari giocare questo Europeo negli stadi dell’ultima Coppa del Mondo alzata al cielo potrà far riaffiorare bei ricordi e dare le giuste motivazioni. Buon Europeo a tutti. Avanti azzurri!

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui