Euro2024, le pagelle di Germania-Ungheria (2-0): altro successo tedesco

0
Euro2024, le pagelle di Germania-Ungheria (2-0): altro successo tedesco

Altra vittoria convincente per la Germania! In occasione della seconda giornata della fase a gironi di Euro2024, la nazionale guidata da Nagelsmann si impone 2-0 ai danni di un’Ungheria sempre più vicina a salutare la manifestazione. In totale controllo per tutti i 90′, ad aprire le danze ci pensa ancora una volta il talento Jamal Musiala sfruttando la sbavatura di un disattento Orban. I Magiari provano a far male agli avversari su contropiede e su sviluppi di calcio piazzato, ma Neuer abbassa la saracinesca. Alla fine gli uomini di Rossi sono costretti ad arrendersi al raddoppio firmato da Gündogan. Un successo che regala il pass per gli ottavi ai tedeschi. Ecco le pagelle di Germania-Ungheria.

Le pagelle di Germania-Ungheria

Prima di analizzare le pagelle dei protagonisti di Germania-Ungheria, proviamo a dare una valutazione all’operato del direttore di gara.

Arbitro: Danny Makkelie 6 – Normale amministrazione per il fischietto olandese questo pomeriggio. L’andamento della partita a favore della compagine teutonica, lo porta a gestire i 90′ senza intoppi ed errori degni di nota.

Pagelle Germania

Neuer 7 – Compie un vero e proprio miracolo su una punizione ben calciata da Szoboszlai, rendendosi ancora una volta protagonista in positivo respingendo un pericoloso colpo di testa di Varga nel recupero del primo tempo.

Kimmich 7 – Pronto sia a macinare chilometri sulla destra che a rientrare per dare una mano in fase difensiva, il n°6 della Germania è sempre nel vivo del gioco. Nel finale salva un gol a porta sicura che avrebbe potuto riaprire la sfida. Pare avere il dono dell’ubiquità quest’oggi!

Rüdiger 6 – Prestazione pulita e priva di sbavature per il centrale del Real Madrid che si guadagna una meritata sufficienza in queste pagelle di Germania-Ungheria.

Tah 6,5 – Obiettivo di mercato del Bayern, ribatte colpo su colpo le avanzate avversarie erigendo un vero e proprio muro difensivo.

Mittelstädt 6,5 – Tanta spinta e corsa per il terzino sinistro dello Stoccarda capace di mettere a disposizione degli attaccanti diversi traversoni invitanti. Veste i panni dell’assist-man in occasione del 2-0.

Andrich 6,5 – Tanto “lavoro sporco” da parte del centrocampista del Bayer Leverkusen quest’oggi. Protagonista di una prova di sostanza e quantità (72′ Emre Can 6,5 – Entra molto bene dalla panchina dando subito qualità sul rettangolo di gioco. Fondamentale un suo anticipo di testa su calcio d’angolo per evitare di riaprire l’incontro).

Kroos 6,5 – Comanda il reparto garantisce ordine e qualità in mezzo al campo. I suoi traversoni sui calci piazzati sono sinonimo di pericolo per la retroguardia rossoverde. 

Musiala 7,5 – Sicuramente il più talentuoso della nazionale tedesca, il classe ’03 proprio come nella prima gara del girone si iscrive a referto sfruttando una sbavatura della difesa avversaria. Classe, tecnica ed eleganza a disposizione della squadra (72′ Führich 6 – Riceve l’ovazione da parte di tutta la Stuttgart Arena provando subito a premiare il gesto dei suoi tifosi con una conclusione terminata alta sopra la traversa).

Gündogan 7 – Subito nel vivo del gioco, il calciatore di origini turche sfrutta i suoi precisi inserimenti senza palla per creare densità in area di rigore come in occasione del momentaneo 1-0. Proprio in una di queste situazioni di gioco sigla il gol del raddoppio battendo Gulacsi (84′ Undav s.v.).

Wirtz 5,5 – Meno incisivo del solito quest’oggi, la giovane promessa del Leverkusen non trova i giusti spazi per far male agli avversari. Non riesce a ripetere l’ottima prestazione vista contro la Scozia (58′ Sané 6 – Oltre ad un brutto calcio di punizione, prova anche lui ad entrare a referto con una conclusione terminata di poco al lato).

Havertz 5,5 – Nonostante svaria per tutto il reparto offensivo, spesso e volentieri pare isolato contro il trio difensivo ungherese (58′ Füllkrug 5,5 – Complice anche il risultato a sicuro e la partita in piena controllo, ha pochi palloni a disposizione per fare male). 

Allenatore: Julian Nagelsmann 7 – Altra vittoria convincente per la Germania che si iscrive ufficialmente nella lista delle favorite per la vittoria finale. Un successo che permette ai tedeschi di passare direttamente agli ottavi con un turno d’anticipo giocando una grande partita. Una partita ordinata e senza rischi nella quale i teutonici hanno mostrato di essere in totale controllo. A fare la differenza non sono solo le idee di Nagelsmann, ma anche il talento di Musiala e degli altri interpreti.

musiala-germania Euro2024, le pagelle di Germania-Ungheria (2-0): altro successo tedesco

Pagelle Ungheria

Gulacsi 6,5 – Incolpevole sulla prima rete dell’incontro, ci mette una pezza importante in diverse palle-gol dei padroni di casa mantenendo aperto il risultato. Alla fine, però, è costretto ad arrendersi a Gündogan.

Fiola 5,5 – Prova a dare ordine e sicurezza ad un reparto in totale difficoltà contro le avanzate della compagine tedesca. Anche lui, però, pare in sofferenza.

Orban 4 – Ancora alle prese con gli spettri per la pessima prestazione contro la svizzera, l’esperto centrale ungherese è in netta difficoltà sin dai primi minuti. Da un suo ennesimo errore in questo Europeo spalanca le porte al primo vantaggio tedesco.

Dardai 5 – Parecchio impreciso in fase d’impostazione, soffre la pressione e la superiorità del reparto offensivo avversario.

Bolla 6 – Determinante nel deviare una conclusione a porta sicura di Andrich, spinge meno del solito sulla destra concentrandosi maggiormente su una fase difensiva non impeccabile (75′ Adam s.v.).

A. Nagy 6 – Prova senza lode e senza infamia per il calciatore la scorsa stagione in forza al Pisa. Si porta a casa una sufficienza in queste pagelle di Germania-Ungheria (64′ Kleinheisler 5,5 – Il suo ingresso serve a dare più qualità in mezzo al campo, ma non incide nella mezzora a disposizione).

Schäfer 5,5 – Non la migliore prestazione da parte del classe ’99. Prova a dare vivacità e intraprendenza in proiezione avanzata, ma è in confusione in copertura.

Kerkez 6 – Mister Rossi si affida alla sua agilità e spinta sull’out mancino per dare profondità in ripartenza. Il ventenne premia la fiducia del CT rendendo interessante il duello in velocità con Kimmich (75′ Z. Nagy s.v.).

Sallai 6 – Si vede a sprazzi il classe ’97 in una gara complicata, ma con ampie praterie per poter far male in contropiede. Uno dei più vivaci dei calciatori ungheresi (87′ Csoboth s.v.).

Szoboszlai 6,5 – Il più pericoloso tra le fila ungheresi, il giovane talento del Liverpool tenta di spaventare i teutonici su sviluppi di calcio di punizione, ma Neuer gli nega la gioia personale.

Varga 5 – Oggetto misterioso per gran parte della sfida, è in difficoltà nell’attaccare la compatta difesa avversaria, rischiando addirittura un autogol sul finire di prima frazione. Unica occasione degna di nota: un colpo di testa insidioso respinto da Neuer. Ci riprova nella ripresa, ma pecca di precisione e cinismo (87′ Gazdag s.v.).

Allenatore: Marco Rossi 5 – Una fase difensiva horror è quella vista non solo contro la Svizzera, ma anche nella sfida di quest’oggi. I Magiari soffrono la netta superiorità dei padroni di casa non dando l’impressione di poter dare solidità e sicurezza. A mancare per il CT italiano è oltre che la qualità, anche lo scarso cinismo sottoporta nelle rare occasioni create dalla sua selezione. Una sconfitta che porta gli ungheresi ad un passo dall’eliminazione per la seconda edizione di fila.

ungheria Euro2024, le pagelle di Germania-Ungheria (2-0): altro successo tedesco

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui