Europa League, Olympiakos: l’avversaria dell’Atalanta

0

Se a Napoli e Lazio non è andata affatto bene nei sorteggi di Europa League, lo stesso non si può dire invece della Dea. Sarà la compagine greca dell’Olympiakos l’avversaria dell’Atalanta nei playoff di Euoropa League. Andiamo a conoscerla meglio.

Olympiakos, l’avversaria dell’Atalanta nei playoff: i pro e i contro

Una rivale assolutamente non proibitiva per la truppa di Gasperini, i greci sono inferiori sulla carta alla Dea, ma allo stesso tempo non sono affatto da sottovalutare. Primi nella Super League a 8 punti di distanza dagli eterni rivali dell’AEK secondi, la squadra guidata da Pedro Martins ha un assetto tattico ben collaudato.

Generalmente in campo con un 4-2-3-1, i Thrylos tendono a giocare di contropiede considerando la buona solidità del reparto difensivo, e la grande agilità e imprevedibilità degli attaccanti. Il tecnico portoghese infatti, tende a sfruttare le caratteristiche di un reparto offensivo molto pericoloso formato da: Rony Lopes, Camara, Masouras e dalla stella El Arabi. L’esperto centravanti marocchino ha segnato 10 gol in stagione ed è il calciatore da tener maggiormente d’occhio della compagine greca. L’ex Granada proverà con la sua grande esperienza internazionale a portare i suoi agli ottavi. I tre dietro la prima punta invece, sono giocatori molto agili e tecnici, letali nelle ripartenze e bravi a saltare l’uomo.

Europa League, Olympiakos: l'avversaria dell'Atalanta

Oltre a El Arabi, altro giocatore di grande esperienza e con un passato anche in Italia è Sokratis Papastathopoulos. Dopo l’esperienza all’Arsenal, l’ex difensore di Genoa e Milan ha deciso di tornare in patria per terminare la sua carriera. Il classe ’88 con la sua forza fisica garantisce maggiore esperienza alla retroguardia biancorossa in coppia con Cissé, difensore dotato di grande fisicità e atletismo.

I punti forti della squadra di Pedro Martins quindi, riguardano la solidità difensiva e le ripartenze guidate da un reparto offensivo forse troppo sottovalutato. Il centrocampo è invece il vero punto debole. Titolari di reparto sono Bouchalakis e un’altra conoscenza della nostra Serie A: l’ex Inter M’Vila. Calciatori poco tecnici, hanno il compito di “fare legna” in mezzo al campo dando una mano alla difesa. La mancanza di un centrocampista di qualità però, rende questo reparto inferiore e non adatto ai palcoscenici europei. Da non dimenticare nella rosa dell’Olympiakos, la presenza di un veterano de calibro di Mathieu Valbuena. Il francese però, pare essere nella fase calante della sua carriera.

Il cammino dell’Olympiakos in Europa League

Nel gruppo D con Eintracht Francoforte, Fenerbahce e Anversa, i Thrylos si sono classificati in seconda posizione a tre punti però dai tedeschi. Nonostante la sconfitta dell’ultima giornata in casa dell’Anversa, gli uomini di Pedro Martins hanno centrato l’obiettivo guidati dal solito El Arabi. Il cammino in questa Europa League però non è stato affatto semplice. I greci infatti, hanno perso tre gare nel girone subendo 7 reti e dimostrando di avere ancora parecchi limiti.

Europa League, Olympiakos: l'avversaria dell'Atalanta

Si tratta quindi di un avversario non irresistibile per l’Atalanta. Di certo i bergamaschi partono con i favori del pronostico, ma l’Olympiakos resta comunque un avversario ostico in particolare in trasferta considerando il grande calore e la grande passione dei suoi tifosi allo stadio “Georgios Karaiskakis“. Squadra con una buona qualità soprattutto in attacco, la Dea dovrà essere abile nel sfruttare i momenti di sbandamento dei greci per portare a casa il passaggio del turno.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui