FA Cup, espulsioni a tempo come nuova regola? Ecco di cosa si tratta

0

Il calcio moderno propende continuamente a rivisitazioni dei regolamenti, sia dentro che fuori dal campo, con l’unico obiettivo di migliorare con costanza la qualità di figure come arbitri, assistenti e non solo, troppo spesso attaccati in maniera aggressiva e poco difesi da stampa e programmi televisivi: a partire dall’edizione 2024/25 dell’FA Cup, la competizione più longeva in assoluto del calcio inglese e mondiale, potrebbe fare capolino l’innovativa regola delle espulsioni a tempo per tutti coloro che saranno colpevi di eccessive proteste o abbiano sventato in maniera troppo evidente un ipotetica azione da rete con un fallo tattico. Anche la massima lega del calcio femminile in Inghilterra, la Women Super League, potrebbe essere campo di sperimentazione alla nuova imposizione arbitrale. Nello specifico, però, di cosa si tratta? In alcuni campionati già è vigore.

Espulsioni a tempo in FA Cup 2024/25: alla scoperta della nuova proposta IFAB

Ieri, martedì 28 novembre, i membri della International Football Board, meglio conosciuto con l’acronimo di IFAB, hanno svolto una riunione per mettere sul tavolo, ormai annualmente, idee che possano aiutare a migliorare la qualità generale dello spettacolo e del rispetto tra giocatori, arbitri e collaboratori dentro e fuori dal campo: proprio a tal riguardo, sembra che sia stato il via libera per la sperimentazione delle espulsioni a tempo, con importante aiuto e conforto da parte della FA Cup per l’esordio ufficiale nel calcio professionistico delle prossime stagioni. Stando a quanto riportato da The Athletic, poi, nel mirino c’è giugno del 2024. Con tale regola che ha come obiettivo quello di punire le proteste vistose e i falli tattici dei calciatori.

Giusto sottolineare che, comunque, al momento si tratta di sole ipotesi messe sotto la lente d’ingrandimento dai supervisori IFAB. Come ben ricordato dal presidente della Federcalcio inglese, Mark Bullingham: “Queste sono tutte conversazioni da prendere in considerazione. Ma prima dobbiamo esaminare il protocollo quando uscirà e poi capire in quale campionato è più appropriato sperimentarlo. In modo particolare stiamo esaminando le proteste e i falli tattici. C’è un elevato livello di contrarietà tra i tifosi quando vedono un contropiede rovinato con il giocatore che compie fallo viene punito con un cartellino giallo”.

Nel pratico, come dovrà comportarsi un giocatore in campo in caso di espulsione temporanea durante la partita? L’arbitro estrarrà il cartellino giallo nei propri confronti, invitandolo però con entrambe le braccia a raggiungere il bordo del campo. Da quel momento il calciatore dovrà aspettare 10 minuti di tempo fuori dal terreno di gioco, o dietro le linee laterali o, meglio ancora, nella propria area di appartenenza in panchina. In 31 campionati diversi di calcio giovanile in Inghilterra questa regola è già in svolgimento. Indice di gradibilità decisamente alto.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui