Feyenoord-Roma (1-0), Mourinho: “Abbiamo una squadra corta, sono preoccupato”

0

Dopo la serata di ieri di Champions League, il sogno europeo delle squadre italiane continua, anche se in Europa League. La prima delle squadre di Serie A impegnate nella giornata odierna è stata la Roma di Mourinho che, in trasferta a Rotterdam, ha sfidato il Feyenoord nella gara d’andata dei quarti di finale. La partita ha visto i giallorossi soffrire, almeno nei primi 45 minuti, che si sono conclusi con un rigore sbagliato da Lorenzo Pellegrini. Nel corso della prima ora poi, l’undici in campo ha perso sia Tammy Abraham che Paulo Dybala per infortunio. Il primo atto di questa sfida, quindi, si è concluso in maniera non positiva per la squadra della capitale, con gli olandesi che hanno messo a segno il gol con Wieffer che ha deciso il confronto. La Roma ha cercato il pareggio ma si è dovuta arrendere all’evidenza. Incalzato dalle domande degli opinionisti Sky, il tecnico della Roma ha così commentato il risultato.

Feyenoord-Roma, Mourinho: “Col rigore segnato, sarebbe stata un’altra partita”

Josè Mourinho è particolarmente deluso dal risultato della sua Roma contro il Feyenoord. Una partita alla portata, che ha visto i giallorossi non solo perdere in campo ma perdere anche diverse pedine della rosa. Allungando così la lista degli indisponibili. Ma è soprattutto il rigore fallito da Pellegrini a pesare. “Se avessimo segnato, sarebbe stata un’altra partita. Ed ora guarderemmo al ritorno in maniera diversa” ammette. E subito dopo smentisce di aver tolto il capitano giallorosso per scelta tecnica dopo il rigore: “Quando sbaglia il singolo, sbagliamo tutti“.

E sono proprio gli infortuni a preoccupare il portoghese: “Non so come stiano Paulo (Dybala) e Tammy (Abraham). Abbiamo una squadra corta. Non sono preoccupato per la prossima gara di Europa League. Mi preoccupa la gara di campionato. La squadra purtroppo è questa, non ho giocatori per fare rotazione“.

La prestazione però convince pienamente il tecnico: “Sono comunque ottimista. Oggi abbiamo fatto tutto quello che dovevamo. Abbiamo pressato, creato occasioni, fatta una partita di sacrificio, voglia. Facciamo fatica a segnare. Ma sono ottimista“.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui