FIFA, al via il 3 febbraio il Mondiale per club 2021

0
Mondiale per club FIFA

Sta per prendere avvio la diciottesima edizione del Mondiale per club organizzato dalla FIFA, una competizione che ha preso il posto della vecchia Coppa Intercontinentale. Il torneo comincia mercoledì 3 febbraio alle ore 17.30 per concludersi poi sabato 12, giorno della finalissima. Tutti gli incontri hanno luogo negli Emirati Arabi Uniti, dopo i forfait di Cina e Giappone dovuti, rispettivamente, al rinvio degli Europei e della Coppa America prima, e all’emergenza covid in terra nipponica poi. A contendersi il titolo ci sono 7 squadre, di cui una è l’Al Jazira padrone di casa, nonché campione nazionale.

FIFA, al via il 3 febbraio il Mondiale per club 2021

Le altre 6 sono invece legittimate dalla conquista delle relative competizioni continentali. Spiccano tra tutte sicuramente le più blasonate Chelsea (UEFA-Champions League) e Palmeiras (CONMEBOL- Copa Libertadores). Abbiamo poi i sorprendenti tahitiani dell’AS Pirae, i veterani egiziani dell’Al Ahly (alla loro settima partecipazione), i messicani del Monterrey e i sauditi dell’Al Hilal. Grande assente la squadra dell’Auckland, campione d’Oceania, che ha rinunciato da diverso tempo alla sua partecipazione a causa della assai restrittiva normativa nazionale anti-covid vigente.

Mondiale per club FIFA: tabellone e calendario

L’assenza di una delle squadre e il diverso blasone delle diverse compagini danno vita a un tabellone piuttosto asimmetrico per questo Mondiale per club della FIFA. Innanzitutto, vi sono due round iniziali, per passare poi alle semifinali, alle quali Chelsea e Palmeiras sono già qualificate di diritto. Il primo round, di scena mercoledì, consta di un’unica partita, quella tra Al Jazira e AS Pirae. Il secondo round prevede, invece, due match: il primo tra Al Ahly e Monterrey sabato 5, e il secondo tra Al Hilal e la vincente del primo round in programma domenica 6.

FIFA, al via il 3 febbraio il Mondiale per club 2021

La prima semifinale vede di fronte il Palmeiras e la vincente del primo match del secondo round, martedì 8. Il Chelsea, alla sua seconda partecipazione dopo quella infruttuosa del 2012, debutta invece mercoledì 9 contro la vincente del secondo match del secondo round. Nella stessa giornata, c’è anche spazio per la finale per il quinto posto. Come detto, poi, sabato 12, ultimo giorno della manifestazione, c’è spazio per la finalina per il terzo posto alle 14.00 e per la finalissima alle 17.30 al Mohammed Bin Zayed Stadium.

Una bacheca che parla…europeo!

Le 17 edizioni precedenti del Mondiale per club della FIFA vedono una quasi assoluta prevalenza di successi di club europei. Una statistica che risuona ancora più forte se si guarda all’albo d’oro delle ultime 10 manifestazioni. Tra il 2011 e il 2020, infatti, incontriamo solo trionfi di squadre del Vecchio continente, con una sola eccezione nel 2012.

A guidare questa speciale classifica per Nazioni c’è l’onnipresente Spagna con 7 titoli, 4 di marca Real (record assoluto per la competizione) e 3 del Barcellona. Segue poi il Brasile a quota 4 (con i 2 del Corinthians e 1 a testa per San Paolo e Internacional). Ex aequo in coda con 2 titoli tra Italia, Inghilterra e Germania, con quest’ultima che ha portato a casa il trofeo dell’ultima edizione del 2020 col Bayern Monaco. Riuscirà il Chelsea a mantenere questa tradizione? Lo scopriremo presto. Intanto, i blues hanno da farsi perdonare la sconfitta a Yokohama nel dicembre del 2012 ai danni proprio dei brasiliani del Corinthians.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui