Fiorentina ecco Cutrone, Pedro al Flamengo… E Gabigol?

0

La Fiorentina ha finalmente il suo nuovo centravanti. Stando a quanto riportato dal magazine calciomercato.com, è ormai concluso l’accordo con il Wolverhampton per rimpatriare nel Bel Paese l’ex rossonero Patrick Cutrone. Le due squadre stanno limando in queste ultime ore i dettagli della trattativa, ma l’affare si chiuderà sulla base di un prestito con obbligo di riscatto fissato a 18 milioni di euro. Il calciatore potrebbe svolgere già domanttina le visite mediche di rito prima di firmare i contratti.

Fiorentina a porte girevoli: dentro Cutrone, fuori Pedro

Per un attaccante in ingresso, ce n’è uno in uscita. Pedro lascia il club viola e il nostro campionato dopo soli sei mesi: il calciatore brasiliano ha deciso di accettare l’offerta del Flamengo. Acquistato dalla Fiorentina dalla Fluminense per 15 milioni di euro, più il 20% su una futura rivendita, il bomber della nazionale olimpica brasiliana tornerà nel suo paese carioca per la stessa cifra. I contatti tra la Fiorentina e il Flamengo sono ancora molto accesi per definire la formula dell’affare, col club viola che preme per la cessione a titolo definitivo.

Pedro al Flamengo, e Gabigol dove andrà?

Vi avevamo già parlato della trattativa fra Inter e Flamengo per la cessione a titolo definitivo da parte dei nerazzurri al club carioca di Gabriel Barbosa. Ora l’acquisto di Pedro da parte del Flamengo suona come un campanello di allarme per i nerazzurri. Beppe Marotta contava di cedere il bomber brasiliano già nella prima metà di gennaio proprio al Flamengo, ma ora la trattativa sembra essersi definitamente raffreddata.

Dopo un 2019 da urlo (34 reti in 41 partite e vincitore del Pallone d’Oro del Sud America), l’interesse delle big d’Europa è tornato ad accendersi sul centranti di proprietà dei nerazzurri, che vogliono monetizzare il suo addio per andare all’assalto di Young (quasi fatta), Vidal e Eriksen. Gabigol piace in Premier League e lui stesso starebbe valutando l’idea di (ri)giocarsi le proprie carte in Europa dopo le deludenti esperienze in Italia e in Portogallo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui