Gigi Buffon: una stagione da leader con il Parma

0

La stagione di Serie B 2021/22 sta regalando grandi emozioni, grazie anche a delle autentiche sorprese che si stanno ben comportando, come Pisa e Cremonese (attualmente prima e terza). A deludere è invece il rendimento dei ducali che, dopo la retrocessione, avevano dimostrato di voler tornare in Serie A, aspettativa fino a questo momento non rispettata. Poche idee concrete e tanta confusione, con appena tre o quattro giocatori in grado di condurre la squadra. Tra questi, c’è senza dubbio Gigi Buffon, leader del Parma, sia dentro il campo che fuori.

Buffon, leader del Parma: numeri e statistiche

Dall’inizio del campionato, Gigi Buffon si è confermato un elemento inamovibile e fondamentale per la compagine parmigiana. Tornato – a sorpresa – al Parma, il campione del mondo 2006 vorrebbe ritrovare la Serie A proprio con quella maglia che lo ha lanciato nel “calcio che conta”, quello dei grandi.

Nonostante i 43 anni, si sta rivelando una sicurezza tra i pali e una guida per i più giovani e inesperti. Presente in 18 partite su 18, ha però subito 20 gol e soltanto 6 clean sheet, segno delle diverse difficoltà del club allenato prima da Maresca e ora da Iachini.

Statistiche ingiuste se si pensa al suo ruolo e al suo essere determinante – e decisivo – in diverse occasioni. Di sicuro l’esperienza e la classe lo portano a interpretare al meglio le singole situazioni. Questo però non sembra bastare, dato che il Parma si trova al 13esimo posto in classifica con appena 23 punti ottenuti. A -4 dal Perugia, ottavo, a +7 dal Cosenza, in zona retrocessione.

I “miracoli” di Buffon

Dall’inizio della stagione, Buffon è stato protagonista di autentici miracoli che, in alcune occasioni, hanno salvato il risultato. Nel corso della sua carriera, l’estremo difensore classe ’78 ci ha abituati a salvataggi “surreali”, sia con la maglia dell’Italia che con quella della Juventus.

Parlando dell’attuale campionato cadetto, Buffon ha parato ben tre rigori. Contro la Cremonese, togliendo la gioia del gol a Di Carmine. Servito a poco il salvataggio, dato che il club lombardo ha vinto il match per 1-2.

Contro il Cittadella rigore parato ad Antonucci, portando poi la squadra a conquistare i tre punti grazie alle reti di Vasquez e Benedyczak, gara terminata 1-2. Infine a Gliozzi contro il Como, partita finita 1-1 con un’ottima prestazione di Gigi Buffon.

Nonostante l’ottimo rendimento di Buffon, occorre un cambio di rotta che potrebbe già esserci con il mercato invernale ed un possibile ritorno di Giovinco, che darebbe esperienza alla squadra.

Serve di sicuro una scossa, partendo da Kyle Krause fino a Beppe Iachini e ai giocatori, ai quali bisogna trasmettere la cattiveria agonistica, l’orgoglio, la voglia di vincere e l’amore per la maglia. Da Gigi Buffon a Roberto Inglese, per ritornare più forti di prima e dimostrare le proprie qualità. Con un solo obiettivo: centrare la promozione e tornare in Serie A.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui