Giovani Promesse: il canterano valenciano Javi Guerra

0

Torna l’appuntamento settimanale con la rubrica firmata 11contro11 Giovani Promesse: oggi ci occupiamo del promettente centrocampista Javi Guerra.G Il Valencia, con gli ormai noti problemi finanziari, sta facendo sempre più leva sui talenti della propria Cantera come Diego Lopez, Pepelu e il classe 2003. Dalla rete al Valladolid ad aprile 2023 a oggi ne sta facendo di strada.

Giovani Promesse: la storia di Javi Guerra

Javier Guerra Moreno nasce a Gilet, un ridente piccolo comune tra le montagne valenciane, il 13 maggio 2023. Muove i primi passi calcistici nelle giovanili del Villarreal, salvo poi spostarsi nella cantera dei Murcielagos nel 2019. Inizialmente sin da piccolo è schierato come attaccante, per poi vedere arretrato il proprio raggio d’azione in mezzo al campo. Dopo aver giocato per due anni col Valencia Mestalla, squadra delle riserve, il 16 gennaio 2022 è la prima data da segnare nel calendario. Arriva, infatti, il debutto con la maglia del Valencia, nella gara di Copa del Rey contro l’Atletico Baleares.

Nella stagione 2022/2023 raccoglie 10 apparizioni ma, soprattutto, la prima gioia con la maglia bianca. Si tratta del 26 aprile 2023: i Murcielagos sono in piena lotta retrocessione e hanno bisogno di una scintilla per aggiudicarsi un importante scontro salvezza col Valladolid. Ci pensa proprio Javi Guerra: dalla linea di trequarti destra si accentra, salta un avversario e lascia partire un fendente dal limite che si stampa sull’angolino. Grande gioia in panchina, per un successo che si rivelerà determinante per la stagione.

Anche nell’annata in corso ha iniziato col piede giusto, realizzando tre reti e un assist, tra cui avversari di caratura come Siviglia e Atletico Madrid. Con le sue prestazioni che stanno divenendo sempre più centrali per il tecnico Ruben Baraja. Per lui anche 4 apparizioni con la Spagna Under-21.

Giovani Promesse: le caratteristiche tecniche di Javi Guerra

Javi Guerra è un vero e proprio jolly di centrocampo, potendo essere impiegato nella posizione di mezzala o da mediano nel 4-2-3-1, come nelle ultime apparizioni del Valencia. Le caratteristiche in cui si distingue maggiormente sono le capacità di conduzione palla e di andare al tiro frequentemente. Molto dotato tecnicamente, ha un ottimo controllo e abilità nel gestire la palla, permettendo alla squadra di ruotare attorno a lui. Ottime anche le abilità balistiche: si consideri la disarmante facilità con cui riesce ad andare al tiro e la sua media gol (0,29 a partita). Niente male per un giocatore che non è attaccante di professione, sebbene abbia un passato in tale ruolo.

Buoni anche i dati sui passaggi riusciti, con una percentuale del 76%. 61% contrasti vinti e 45% di duelli su cui ha avuto la meglio sono altri numeri da tenere in considerazione. Con le dovute proporzioni (premessa più che doverosa), ricorda Jude Bellingham proprio per la visione della porta e la propensione a spingersi in avanti. 

Giovani Promesse: il canterano valenciano Javi Guerra

Il futuro di Javi Guerra

Le intenzioni della dirigenza appaiono chiare: il ragazzo è blindato da un contratto valido sino a giugno 2027. Tante le big, soprattutto di Premier League, hanno acceso i fari sul talento. Newcastle, Tottenham, West Ham e Arsenal hanno a più riprese manifestato il proprio interesse. Specialmente i Gunners, che hanno dalla loro la carta Mikel Arteta, connazionale di Javi. Tuttavia, il direttore sportivo Miguel Angel Corona: “Non abbiamo ricevuto alcuna offerta per Javi Guerra né è nei nostri piani venderlo a nessun club“.

Secondo quanto riportato da Transfermarkt il valore del centrocampista si attesta a 20 milioni, ma se dovesse confermare la sua crescita la cifra potrebbe salire. Nelle intenzioni della società, ad ogni modo, l’interesse di allevare ancora le doti di Javi Guerra, senza le eccessive pressioni che incontrerebbe in un club di Oltremanica. Se le risorse economiche piangono, la risposta non può che essere nei giovani e nella Cantera. ll Valencia sembra aver intrapreso tale direzione.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui