Giovani promesse: la classe e l’eleganza di Sergio Arribas

0
Giovani promesse: la classe e l’eleganza di Sergio Arribas

Come ogni giovedì mattina non può non mancare l’appuntamento con la rubrica delle “Giovani promesse” targata 11contro11.it. Prosegue senza interruzioni il nostro cammino e la nostra analisi verso la ricerca delle prossime grandi stelle del calcio mondiale. Quest’oggi ci spostiamo ancora una volta in terra iberica dove da un paio di anni un talento scuola Real Madrid sta mettendo in mostra una classe ed eleganza non indifferenti. Parliamo del promettente trequartista Sergio Arribas, attualmente all’Almería, ma in parte legato ancora alle Merengues visto il diritto di recompra.

La storia di Sergio Arribas

Una storia a tinte “madridistas” quella del giovane giocatore iberico. Nato proprio nella capitale il 30 settembre 2001, muove i suoi primi passi da calciatore prima nel CDE Benito Pérez Galdós, e successivamente nel Léganes, per poi trasferirsi nel 2012 alla corte del Real Madrid. Sin dalle giovanili delle Merengues, Arribas mostra subito un grande potenziale e una tecnica palla al piede sopraffina. Aspetti questi che gli permettono di bruciare subito le tappe diventando una delle promesse più interessanti del vivaio del Real. Un anno significativo per il ventiduenne è il 2020 quando viene aggregato ufficialmente al Castilla dopo aver alzato al cielo la UEFA Youth League. Da qui inizia un percorso di tre stagioni che vedrà il trequartista grande protagonista nella seconda squadra dei Blancos.

In 94 gettoni collezionati, la promettente stella del calcio spagnolo entra per ben 41 volte a referto, servendo per i suoi compagni 7 assistenze. Numeri questi che convincono l’allora allenatore del Real Madrid Zinédine Zidane a convocarlo per la prima volta in prima squadra nel settembre 2020. Un’annata da ricordare per il classe ’01 che registra non solo 8 presenze in Liga, ma anche il debutto ufficiale in Champions League contro il Borussia M’Gladbach. Con il passare delle stagioni Arribas diventa sempre più uno dei perni del Castilla allenato da Raúl riuscendo nel frattempo anche a mettere a segno la sua prima gioia personale con le Merengues nella semifinale del Mondiale per Club vinta 4-1 contro l’El Ahly.

20240608_104122 Giovani promesse: la classe e l'eleganza di Sergio Arribas

Alla ricerca di maggiore spazio dopo un’ultima annata positiva in Primera Federación, la dirigenza del Real decide la scorsa estate di cedere il calciatore a titolo definitivo all’Almería. La compagine andalusa lo acquista per una cifra intorno ai 6 milioni di euro promettendogli tanta continuità nell’undici titolare. I 9 centri e i 4 assist collezionati nelle 34 apparizioni con i Rojiblancos, però, non sono stati abbastanza per trascinarli verso una difficile salvezza.

Le caratteristiche tecniche di Sergio Arribas

Calciatore rapido e veloce palla al piede, capace di giocare nello stretto grazie ad una notevole tecnica, Arribas rappresenta l’identikit del trequartista moderno. Molto simile al “primo” Dybala del Palermo sia per caratteristiche che per struttura fisica, lo spagnolo ha dato prova in questi anni di un grande potenziale, ma allo stesso tempo di tanti limiti. Se le sue qualità sono indiscutibili, è la sua prestanza atletica a mancare. 

Trattandosi di un giocatore di appena 1,74 cm, il prodotto della cantera madridista fa tanta fatica nell’attaccare difese compatte e fisiche. Un limite questo, che comunque non ha condizionato una stagione molto positiva dal punto di vista personale. Nel 4-2-3-1 dell’Almería disegnato dal tecnico prima da Garitano, poi da Ferrer Sicilia, il classe ’01 ha subito mostrato di trovarsi a proprio agio svariando per tutto il fronte offensivo, e dando supporto al centravanti. 

Il futuro di Sergio Arribas

Un futuro ancora incerto quello del canterano del Real Madrid. Nonostante la retrocessione degli andalusi, la giovane promessa del calcio spagnolo si è resa protagonista di un’ottima annata. Motivo questo per il quale pare una ipotesi più concreta una sua permanenza in Liga. Il contratto firmato lo scorso agosto lo lega ai biancorossi fino al 2029, ma permane una clausola che potrebbe vederlo lasciare la terra andalusa.

20240608_104024 Giovani promesse: la classe e l'eleganza di Sergio Arribas

Negli ultimi anni, infatti, i Blancos hanno sempre mostrato un occhio di riguardo verso i propri talenti. Ne è un esempio quello di Morata venduto per due stagioni alla Juventus e poi fatto tornare a casa grazie alla recompra. Ed è proprio questa l’opzione inserita nella trattativa con l’Almería che potrebbe vedere Arribas tornare a calcare il terreno di gioco del Santiago Bernabeu agli ordini di Carlo Ancelotti. Eserciterà subito la recompra il Real o vedremo la promettente stella iberica in altre squadre?

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui