Giovani promesse: la nuova stella del Real Madrid Nico Paz

0

Come ogni settimana, la redazione di 11contro11.it, vi porta con la rubrica delle “Giovani promesse“, alla scoperta e all’analisi delle prossime nuove stelle del calcio europeo e mondiale. Quest’oggi, vi parleremo di un giovane centrocampista in forza al Real Madrid, capace di far male al Napoli nell’ultima sfida di Champions League: Nico Paz

La storia di Nico Paz

Negli ultimi anni la cantera del Real Madrid, ha proposto diversi talenti interessanti tra cui Hakimi, Morata, Marcos Llorente, fino ad arrivare ai più recenti Sergio Arribas passato la scorsa estate all’Almería, e Álvaro. Uno degli ultimi in ordine di tempo -complice la lunga lista di indisponibili dei Blancos– è l’ispano-argentino Nico Paz. Nato l’8 settembre 2004 a Santa Cruz de Tenerife, si tratta del figlio dell’ex calciatore argentino Pablo Paz, protagonista con la sua nazionale ai Mondiali di Francia nel 1998. Nazionalità questa, che ha conservato anche il prodotto del vivaio delle Merengues, il quale ha vestito la casacca dell’Albiceleste al campionato sudamericano under 20. Cresciuto nel settore giovanile del CD San Juan, il figlio d’arte si è trasferito nella capitale nel 2016.

Proprio con La Fábrica, Nico Paz è riuscito a scalare subito le gerarchie. Dopo i due gol messi a segno in 18 gettoni con il Castilla, alternandosi anche nel campionato under 19 sotto la supervisione di un’altra ex leggenda madridista come Arbeloa, in questa stagione l’argentino è entrato anche a far parte della prima squadra. I diversi infortuni, infatti, hanno costretto Carlo Ancelotti a pescare dal vivaio con il classe 2004 che è riuscito già a registrare 5 presenze al Santiago Bernabeu. Inoltre, proprio in questo stadio, il canario ha siglato il suo primo gol con i “grandi” in occasione della vittoria per 4-2 ai danni del Napoli

Giovani promesse: la nuova stella del Real Madrid Nico Paz

Entrato al 65′ al posto di Brahim Díaz, è andato a segno con una grande conclusione dalla distanza capace di bucare i guantoni di un Meret poco reattivo sulla respinta. Questo centro, inoltre, gli ha permesso di entrare nella storia delle Merengues e della Champions. A 19 anni e 82 giorni è diventato il terzo marcatore più giovane del club dopo Rodrygo e Raúl, e il secondo marcatore argentino più giovane in Coppa dei Campioni dopo Lionel Messi.

Le caratteristiche di Nico Paz

Giocatore dotato di una notevole tecnica palla al piede, nasce come trequartista, ma ha già dimostrato di saper giocare anche nel ruolo di mezzala. All’evenienza, possiede anche le qualità giuste per agire come esterno d’attacco grazie alla sua agilità e imprevedibilità. Queste caratteristiche gli hanno permesso non solo di sfornare diversi assist, ma anche di rendersi decisivo in zona gol. Proprio dopo il gol in coppa, ad appena quattro giorni di distanza, Nico Paz è entrato nel tabellino marcatori in Primera FederaciónAll’Alfredo Di Stefano, in occasione del 15° turno, ha aperto i giochi nella sfida vinta poi 2-1 contro il San Fernando. Una rete molto importante -la sesta per l’argentino con la camiseta del Castilla-, che ha permesso ai suoi di allontanarsi dalle zone pericolose di classifica.

Ciò che è certo, è che il Real Madrid ha tra le mani una futura stella in mezza al campo. Di questo ne è consapevole lo stesso Ancelotti grande estimatore del classe 2004. Proprio nel dopo gara del successo contro il Napoli, allenatore emiliano ha speso parole al miele per il prodotto de La Fábrica.

Il futuro di Nico Paz

A meno di clamorosi colpi di scena, il futuro del diciannovenne argentino sarà ancora per molto a tinte blancos. Come riportato da trasfermarkt.it, il valore del suo cartellino si aggira attualmente intorno ai 5 milioni di euro. Cifra che da qui a qualche mese, se dovesse continuare a stupire gli addetti ai lavori, potrebbe incrementare notevolmente.

Giovani promesse: la nuova stella del Real Madrid Nico Paz

Nel frattempo, nonostante i numerosi indisponibili che stanno contraddistinguendo l’annata del Real Madrid, Ancelotti si può godere le promesse provenienti dalla cantera. Un’altra dimostrazione questa, di come il progetto che garantisce a giovani talenti di calcare i palcoscenici del calcio professionistico, sti portando frutti immediati rendendo sostenibili le casse dei top club e non solo. Nico Paz è un’altra dimostrazione di come le big della Liga abbiano alternative valide e pronte a mettersi in gioco tra i “grandi”.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui