Giovani promesse: la stella argentina Matias Soulé

0
Matias Soulé

Classe 2003, Matias Soulé è uno dei nuovi Next Gen che vogliono e pretendono un posto tra le stelle del calcio internazionale. Il giovane talento ha firmato con la Juventus di Massimiliano Allegri fino al 2026, un chiaro segnale di quanto la società bianconera creda nella stellina argentina. Soulé non vede l’ora di debuttare in prima squadra e provare ad essere il protagonista della Vecchia Signora.

La storia della Juventus moderna può essere suddivisa in un prima, un durante, e un dopo Cristiano Ronaldo. Un prima, quando non si poteva pensare che un talento del genere approdasse alla Juventus; un durante, quando tutti hanno potuto apprezzare le prodezze tecniche della stella del lusitano; un dopo, con una nuova era davanti e un attacco tutto da rifondare. L’Under 23 della Juventus, così come tante altre squadre giovanili in Italia e non solo, brulicano di talenti scovati da ogni dove: talenti nuovi in cui le società credono fermamente. Ecco che tra le stelline della primavera pronte ad esplodere c’è Matias Soulé.

La storia di Matias Soulé

Matias Soulé è cresciuto nel Velez, club di Buenos Aires, e poi prelevato dalla Juventus a costo zero, Matias è stato un azzardo in odore di grande affare, considerando il talento e l’arrivo senza togliere un centesimo. Nel gennaio 2020 si è unito ai bianconeri Under 17, poi con l’Under 19 in UEFA Youth League, segnando due reti di apertura contro il Chelsea. Con due gol in sei partite, Soulé è stato il promotore della squadra per raggiungere le semifinali, il miglior piazzamento mai avuto nella competizione. Poi l’aumento di grado nella formazione Under 23.

Giovani promesse: la stella argentina Matias Soulé

Le caratteristiche tecniche

Matias Soulé è un mancino ricco di tecnica e rapidità, dotato di incredibile duttilità: è capace di giocare come ala destra e trequartista, salta l’uomo, serve bene i compagni di squadra e conclude in maniera precisa con il mancino. Con la Primavera della Vecchia Signora ha messo a segno cinque reti e cinque assist in 27 partite di campionato.

Dieci presenze stagionali tra Serie A, Serie C e Coppe, per alcuni è il nuovo Paulo Dybala, per altri è un potenziale “nuovo Angel Di Maria”. Intanto Soulé ha ormai acquistato un certo peso specifico nella seconda squadra bianconera, ne è un esempio i 25 minuti finali di Lisbona, 25 ottobre 2022, con la Juve sotto 4-1. Quel Matias è stato superbo.

Il futuro di Matias Soulé

Con i suoi soli 19 anni, Matias Soulé guarderà il Mondiale in Qatar in tv, ma tutti sono ormai concordi nel credere che presto prenderà posto nella Nazionale argentina. Nel frattempo, l’esterno della Juventus si destreggia nella Next Gen, scalando la classifica di Serie C dopo il successo sulla Pro Patria. Durante il match, il giovane talento argentino ha tentato di pennellare il suo calcio tra le sagome avversarie, prima di uscire.

Durante il pre-campionato Massimiliano Allegri lo ha spesso utilizzato, ad esempio nella gara contro il Monza, ma essendo partite estive, è passato inosservato. Sicuramente non sarà messo da parte nelle partite che contano sia in Serie A che in Europa League. Una cosa è certa: il futuro è suo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui