Giovani promesse: l’intraprendente Tino Livramento

0

Tra innumerevoli infortuni e difficoltà varie legate al riconfermarsi dopo i fasti dell’annata recedente, il Newcastle sta affrontando un’annata incerta dai risultati altalenanti. Ciò nonostante, i Magpies stanno comunque riuscendo a distinguersi tra i club di Premier grazie alla cospicua presenza di giovani giocatori che, tra aspettative e fioriture, stanno trascinando la squadra. Dei tanti talenti a disposizione di Eddie Howe vi avevamo già parlato qualche settimana fa con Anthony Gordon ed ora siamo nuovamente qui a presentarvi un altro potenziale campione. Protagonista dell’episodio odierno della nostra rubrica “Giovani promesse” è il terzino inglese classe 2002 Valentino “Tino” Livramento. Andiamo alla scoperta di questo ragazzo presentando la sua storia calcistica e le sue caratteristiche tecnico-tattiche che ci hanno indotto a puntare su di lui per questa settimana.

Giovani promesse, la storia di Tino Livramento: una scalata da Londra al Nord del Paese

Tino Livramento nasce il 12 novembre del 2002 a Croydon, borgo della zona meridionale di Londra, da una famiglia di origini per metà portoghesi e metà scozzesi. Nella capitale britannica prende avvio la giovanissima carriera del ragazzo, che, a soli 7 anni, si ritrova già nella prestigiosa Academy del Chelsea, formandosi lì dove battagliano i suoi idoli d’infanzia Lampard e Drogba. Qui vi rimarrà fino al 2021 percorrendo tutta la trafila giovanile, ma senza mai riuscire ad arrivare in prima squadra. Ai Blues ha già occasione di mostrare e farsi apprezzare per le sue qualità, tanto da vincere il premio di “Miglior giocatore dell’anno dell’Academy” proprio nella sua ultima stagione.

Giovani promesse: l'intraprendente Tino Livramento

L’estate del 2021 è decisamente calda per Tino Livramento. Terminata la sua esperienza nei settori giovanili, è pronto per entrare nel mondo dei professionisti. A Londra, però, la concorrenza è tanta, una costante che accompagnerà sempre la sua storia. Per il posto di terzino destro gli sono, infatti, davanti nelle gerarchie Azpilicueta, il capitano, e, soprattutto, un altro giovane in rampa di lancio, Reece James. Se a ciò aggiungiamo il non particolare interesse di Tuchel per lui, a Livramento non resta che un’unica, dolorosa scelta. Fallite dunque le negoziazioni e rifiutata una proposta di prestito, il giocatore classe 2001 accetta l’invito del Southampton. Il costo dell’operazione, tra vendita ai Saints e bonus sull’eventuale rivendita, si aggira sui 20 milioni di sterline. Soldi che il Chelsea va a reinvestire per Lukaku.

L’ingresso nel professionismo

Con la maglia biancorossa, Tino Livramento viene a contatto con i massimi livelli del calcio britannico. L’inizio è sorprendente, perché, dopo appena 2 settimane dal suo trasferimento nell’Hampshire, si aprono già le porte per il suo debutto tra i professionisti. Il 14 agosto del 2021, alla prima giornata di campionato di quella stagione, il terzino bagna il suo esordio, da titolare, in Premier League.

Divenuto un componente imprescindibile della difesa dei Saints, a settembre, gioca anche la sua prima partita con la selezione Under-21 della Nazionale dei Tre Leoni (con la quale vanta, al momento, 9 gettoni), dopo aver collezionato 26 presenze con le altre formazioni giovanili. Tutto sembra procedere a gonfie vele, tra rendimento in costante crescita e soddisfazioni personali (il 23 ottobre segna il suo primo gol in assoluto).

Giovani promesse: l'intraprendente Tino Livramento
La gioia di Livramento per il suo primo gol segnato in Premier League nella partita casalinga contro il Burnley.

Purtroppo, però, dietro l’angolo si cela il peggior incubo per un calciatore. Il 24 aprile del 2022, a poche giornate ormai dalla fine del campionato, durante la partita in casa del Brighton, Livramento s’infortuna. La diagnosi è disastrosa: rottura del legamento crociato anteriore. Uscito in barella, rimane lontano dai campi per più di un anno, rientrando esattamente il 21 maggio 2023 proprio contro i Seagulls. Oltre al lunghissimo periodo fuori, pesa sul giovane giocatore anche la mancata possibilità di giocare gli Europei Under-21 di quest’estate, in cui ha trionfato proprio la sua Inghilterra.

Nonostante il grave problema avuto e l’assenza prolungata, il Newcastle decide lo stesso di puntare su di lui, portandolo al “St James’ Park” questo agosto. Tino Livramento lascia un Southampton ormai retrocesso in Championship dopo 34 partite, 1 gol e 2 assist.

Giovani promesse: l'intraprendente Tino Livramento

Giovani promesse le caratteristiche tecniche di Tino Livramento

Tino Livramento è un terzino di piede destro, molto strutturato fisicamente, con lunghe leve, che gli garantiscono grande facilità di corsa, e una buona tecnica di base. Parliamo di un giocatore veloce, ma anche molto attento, difficile da superare nell’uno contro uno, specialità in cui si esalta e riesce ad avere la meglio anche contro avversari brevilinei e tecnici o dotati a loro volta di notevole velocità. Ne sa qualcosa anche Leão, che lo ha affrontato in questa edizione della Champions League.

Giovani promesse: l'intraprendente Tino Livramento

Le sue abilità difensive constano anche di personalità, dato che non si fa alcun problema a rompere la linea e a inseguire il proprio uomo anche lontano dalla zona di comfort, e caparbietà. Se viene saltato, non molla, continuando a rincorrere finché non trova un modo efficace per limitare la giocata del suo opponente. Mantiene aggressività e fisicità in marcatura ed è concentrato nel leggere le situazioni di gioco per porre rimedi a falle della retroguardia con diagonali o interventi in extremis sfruttando il passo e le lunghe leve. Nonostante l’intensità, è un giocatore estremamente pulito negli interventi e corretto, come dimostra un’unica ammonizione presa in tutte le competizioni in questa stagione.

Un giocatore affidabile in ambo le fasi

Tino Livramento, però, abbina ad una lodevole attitudine difensiva anche una perspicace inclinazione all’attacco. Come tutti i terzini moderni, gioca sovente in zone più interne di campo, piuttosto che nei pressi della linea laterale. Tuttavia, non agisce da regista aggiunto che aiuta in fase di costruzione, bensì si muove più come una mezz’ala, che attacca tra le linee nei corridoi intermedi per ricevere nell’ultimo quarto di campo o anche in area di rigore. Da qui poi, scatta il suo compito di rifinitore, che deve fornire cross alle punte.

Giovani promesse: l'intraprendente Tino Livramento

Del ragazzo londinese, però, va apprezzata anche l’estrema duttilità. Arrivato al Newcastle, ha trovato davanti nel suo ruolo un certo Trippier. Tuttavia, complice l’infortunio di Dan Burn, Howe lo ha investito del ruolo di terzino sinistro, ormai stabilmente suo. Chiaramente, giocando sul lato del piede debole, non riesce ad essere tanto incisivo in fase di spinta quanto lo è a destra. Ciò nonostante, non fa mai mancare il suo preziosissimo apporto difensivo.

Il futuro di Tino Livramento

Avviandoci alla conclusione di questo nostro approfondimento su Tino Livramento, sembrerà che abbiamo tralasciato qualche particolare. Se abbiamo parlato poco delle sue statistiche è perché non sono altisonanti. Quest’anno ha collezionato col Newcastle 21 presenze, mettendo a referto un solo assist. Seppure parliamo di un difensore e dunque non dovremmo aspettarci chissà quali numeri da capogiro, è innegabile che un giocatore con le sue caratteristiche e le sue potenzialità debba migliorare da questo punto di vista. I dati, insomma, finiscono col non rendere giustizia del suo reale valore. 

Lavorare su questo aspetto per diventare più determinante nell’ultima giocata sarà essenziale affinché diventi un esterno completo e possa coronare il suo sogno di vestire la maglia della Nazionale maggiore. Ci vorrà sicuramente tanto impegno, anche perché i Tre Leoni sono molto coperti in quel ruolo. Nel frattempo, della sua crescita e del suo impegno continueranno a beneficiare i Magpies, coi quali ha un contratto fino al 2028 e che non vogliono frenare le proprie ambizioni di successo nel medio-lungo periodo. Proseguendo su questa strada, dopo aver piacevolmente colpito l’attenzione in patria, Tino Livramento riuscirà sicuramente ad affermarsi come uno dei migliori esterni bassi anche d’Europa.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui