Giroud al Milan: è il profilo giusto per il mercato?

0
Giroud al Milan: è il profilo giusto per il mercato?

Negli ultimi giorni è trapelata la voce che il Milan, alla ricerca di un attaccante, sta puntando dritto su Olivier Giroud. Il giocatore francese in passato è stato accostato anche alla Juventus, senza poi però che l’affare si concretizzasse. Che sia l’anno buono per vedere Giroud in Serie A

L’attaccante, fresco campione d’Europa con il Chelsea, avrebbe anche altre proposte, sia dalla Premier League che dalla Mls. Nella fattispecie ci sarebbe stato forte l’interesse del West Ham, alla ricerca di un profilo che abbini qualità ed esperienza. Dagli Stati Uniti invece riecheggia forte il richiamo dei New York City FC, con molti soldi da mettere sul piatto ma con meno stimoli da offrire.

Per ora Giroud avrebbe dato priorità ai rossoneri, preferendo una piazza importante in un campionato in cui non ha mai giocato. Ce la faranno Maldini e Massara ad assicurarsi l’esperto attaccante francese?

Giroud Giroud al Milan: è il profilo giusto per il mercato?

Giroud è il profilo giusto per il Milan?

Attorno alla figura di Giroud si è discusso per lungo tempo, soprattutto per la sua prolificità a volte criticata. A nostro avviso, però, mettere in discussione un attaccante della sua caratura è semplicemente folle. Sempre scelto in Nazionale, artefice e non comparsa degli ultimi successi della Francia, si è sempre distinto per la sua professionalità e per la sua dedizione. Per questo non si può mettere in discussione il suo valore.

Un attaccante che crea gioco, che sa giocare di spalle e che oltre che a segnare sa sfornare una buona quantità di palloni per i compagni. Sa fare a sportellate con i difensori ed è dotato di una buona tecnica di base. La cosa che più colpisce è la sua capacità di pulire palloni sporchi e renderli giocabili, trasformando le mezze palle in reali occasioni da gol. Alla luce di questo c’è solo un fattore che può venir messo in dubbio del suo profilo: i dati anagrafici.

Classe 1986 si accinge a raggiungere i 35 anni, e sicuramente non può essere l’attaccante del futuro. Inoltre, come attaccante d’esperienza, il Milan dispone già di un certo Zlatan Ibrahimović. Bisogna dire però che la rosa del Milan è giovane, e poco esperta in campo europeo. Potrebbe dunque fare comodo un giocatore fresco di vittoria in Champions League che, unito all’esperienza di Ibrahimović, potrebbe garantire una certa mentalità e sicurezza nelle partite in cui le gambe tremano maggiormente. Oltre all’età bisogna capire anche l‘ingaggio, che non è certamente dei più leggeri. Si potrebbe pensare a un ridimensionamento, e varare questa strada.

Giroud- Giroud al Milan: è il profilo giusto per il mercato?

Conclusioni

Insomma, nonostante le riserve generate dall’età, ci sono poche cose su cui discutere a proposito dell’acquisto di Giroud. Un profilo esperto, caparbio e interessante che potrebbe aiutare molto la verdissima rosa rossonera. Il Milan, in alcune partite, ha dimostrato di non avere ancora la forza mentale delle grandi squadre. Con la riapertura degli stadi, e il ritorno dei tifosi, San Siro tornerà a essere un campo difficile in cui giocare. 

Uno di quelli che hanno fatto la storia del calcio, e in cui i giocatori meno esperti possono subire maggiormente la pressione. Staremo a vedere se ci saranno risvolti nei prossimi giorni, aggiornandovi non appena avremo notizie certe consapevoli che, l’acquisto di Giroud, è più di una semplice voce di mercato, ma una strada che si sta percorrendo.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui