Guida al fantacalcio, i nostri consigli sull’Empoli

0

La guida targata 11contro11 dedicata ai consigli di fantacalcio prosegue oggi con una squadra che negli ultimi anni ha spesso fornito uomini da bonus: l’Empoli. Per fare alcuni nomi basti pensare a vecchie conoscenze empolesi come Maccarone, Saponara, Caputo e Di Lorenzo.

Sulla panchina degli azzurri l’anno scorso sedeva il tecnico Alessio Dionisi, ora al Sassuolo. La scorsa stagione in Serie B è stata entusiasmante: 1º posto a 73 punti e promozione ottenuta con ben 2 giornate d’anticipo. L’Empoli ha avuto il 2º miglior attacco (il 1º se si escludono i gol su rigore) con 66 reti, ed ha subito solo 35 gol (3ª miglior difesa). Quest’anno gli azzurri hanno ingaggiato Aurelio Andreazzoli. Alla 3ª esperienza assoluta sulla panchina toscana in Serie A, il tecnico di Massa finora ha sbalordito tutti, raggiungendo stabilmente il vertice della parte destra della classifica. Non male per una squadra il cui obiettivo ad inizio anno era quello di lottare per la salvezza. Ma come si è attrezzata la squadra del Presidente Corsi per l’avventura in Serie A?

Guida al fantacalcio, i nostri consigli sull'Empoli

Consigli fantacalcio Empoli: acquisti e cessioni dei toscani

Durante la sessione invernale del calciomercato, l’Empoli non ha (per il momento) compiuto operazioni in entrata o in uscita. Questo perché i risultati sportivi stanno premiando le scelte dirigenziali operate nella scorsa estate. Per affrontare la sfida nella massima serie, il club toscano si è infatti rinforzato in tutti i settori del campo.

Quello in cui c’è stata una vera e propria rivoluzione, però, è stato il reparto difensivo. Fra i pali i toscani hanno preso in prestito Vicario dal Cagliari, giovane portiere che l’anno scorso ha saputo mettersi in luce giocando 4 partite in Serie A al posto di Cragno. All’Empoli ha preso il posto di Brignoli, senza saltare, ad oggi, neanche un minuto di campionato. Come secondo, gli è stato affiancato l’esperto Ujkani, l’anno scorso riserva di Sirigu al Torino, che ha un passato in Serie A fra Novara e Palermo.

Dallo Spezia sono arrivati i difensori Ismajli e Marchizza. Nella prima parte dello scorso anno, con Italiano in panchina, il centrale albanese era rimasto ai margini, per poi trovare spesso titolarità e buone prestazioni nella seconda. Durante il girone d’andata della stagione attuale, Ismajli è riuscito a ritagliarsi un po’ di spazio nelle rotazioni di Andreazzoli, giocando 12 gare di cui 9 da titolare. Marchizza è invece un terzino sinistro classe 1998 che può giocare all’occorrenza anche da difensore centrale: per lui 24 presenze in Serie A lo scorso anno, con Italiano che lo alternava stabilmente a S. Bastoni. All’Empoli ha vinto spesso il ballottaggio sulla fascia con Parisi (che comunque presenta caratteristiche più offensive) e ha giocato 18 partite di cui 15 dal 1′.

Sulla fascia destra l’Empoli si è assicurato le prestazioni del nazionale sloveno Stojanović, reduce da un’esperienza di 5 anni e 114 presenze alla Dinamo Zagabria. Sin dalla pre-season Andreazzoli l’ha preferito costantemente a Fiamozzi, riscattato dal Lecce. Il classe ’95 (in grado di giocare sia da terzino basso che da esterno a tutta fascia) è stata una vera e propria sorpresa della prima parte di campionato. Ha giocato infatti 19 partite su 21 da titolare, mettendo a referto 1 gol e 1 assist. Gli ultimi difensori acquistati sono stati Luperto e Tonelli. Il primo è arrivato dal Napoli, il secondo dalla Sampdoria. Entrambi dotati di buona esperienza in Serie A, non hanno sfigurato tra le file dell’Empoli, con Andreazzoli che li ha alternati stabilmente agli altri centrali della rosa. In particolare, Luperto è stato lo stopper che ha giocato di più (1.135 minuti) nella prima parte della stagione.

A centrocampo è stato rinnovato il prestito di Żurkowski dalla Fiorentina, un giocatore molto tecnico che l’anno scorso ha vissuto una buona stagione in Serie B, con 2 gol in 23 partite. Durante il girone d’andata ha giocato spesso e volentieri, portando anche diversi bonus ai suoi fantallenatori (3 gol e 2 assist in 19 presenze). Prima del grave infortunio che occorsogli, aveva fatto molto bene anche Haas (16 presenze su 17). Quest’ultimo aveva convinto tutti lo scorso anno, con l’Empoli che in estate ha esercitato l’obbligo di riscatto dall’Atalanta, ma purtroppo la sua stagione è già finita con largo anticipo.

Un altro centrocampista che è riuscito a trovare molto spazio è lo scozzese Liam Henderson. Proveniente dal Lecce, ha segnato 3 gol in 40 presenze in Serie B lo scorso anno. Il suo ritorno in Toscana (aveva già giocato 16 partite all’Empoli, nella seconda parte della stagione 2019/20) è stato ben al di sopra delle aspettative, visto che si è rivelato un giocatore chiave per Andreazzoli. Il tecnico toscano l’ha schierato spesso e volentieri da titolare (16 gare su 21 presenze totali) in diverse zone del campo, e non è rimasto deluso dalle prestazioni del britannico.

Sono stati tre i rinforzi in attacco: il primo è stato Patrick Cutrone, che ha giocato la seconda parte della scorsa stagione fra Wolverhampton e Valencia, dopo un inizio deludente alla Fiorentina. È arrivato poi dall’Inter Andrea Pinamonti, campione d’Italia con i nerazzurri lo scorso anno (8 presenze e 1 gol). All’Empoli in svariate circostanze sono stati schierati come coppia d’attacco titolare durante la prima parte dell’anno. Infine i toscani si sono accaparrati al photofinish del calciomercato le prestazioni di Federico Di Francesco, jolly che, grazie alla sua duttilità, ha ricoperto svariate posizioni sul rettangolo verde, trovando anche un buon minutaggio e continuità nelle prestazioni (4 gol e 2 assist in 15 presenze).

Anche sul fronte cessioni il mercato estivo dell’Empoli è stato abbastanza movimentato, benché la squadra abbia mantenuto l’ossatura dello scorso anno. È partito Brignoli, il portiere titolare della promozione in Serie A, che è stato ceduto al Panathīnaïkos. In difesa sono stati ceduti i titolari Nikolau allo Spezia e Terzić alla Fiorentina (giunto alla fine del prestito). Pirrello, in esubero, è partito alla volta di Cosenza. A centrocampo, dopo il riscatto dal Crotone, è stato mandato in prestito alla SPAL Giovanni Crociata, che l’anno scorso ha totalizzato 11 presenze con gli azzurri.

Una buona pedina d’attacco come Ryder Matos ha lasciato la corte di Andreazzoli per fare ritorno all’Udinese. Mráz, dopo aver giocato alcune partite di pre-season con l’Empoli, si è accasato allo Spezia, e Moreo è rimasto in Serie B in prestito al Brescia. Olivieri, Casale e Cambiaso hanno fatto ritorno alle rispettive squadre dopo il prestito, mentre Cannavò è stato ceduto a titolo definitivo.

Consigli fantacalcio Empoli: modulo, formazione e alternative di gioco

EMPOLI (4-3-1-2): Vicario; Marchizza, Luperto, S. Romagnoli, Stojanović; Żurkowski, S. Ricci, Henderson; Bajrami; Cutrone, Pinamonti.

EMPOLI (3-5-2): Vicario; Luperto, S. Romagnoli, Ismajli; Parisi, Żurkowski, S. Ricci, Henderson, Stojanović; Cutrone, Pinamonti.

È abbastanza risaputo che il modulo preferito di Andreazzoli sia il 4-3-1-2. Peraltro, l’Empoli negli ultimi anni ha fatto di questo schema il proprio marchio di fabbrica, sia in Serie A che in Serie B (anche l’anno scorso con Dionisi in panchina).

Ciononostante, ad agosto vi erano incertezze più che lecite riguardo al modulo che sarebbe stato utilizzato da Andreazzoli nel corso di questa stagione. Infatti, se all’inizio dell’annata 2017/18 il tecnico di Massa aveva ottenuto alla sua prima esperienza empolese in A solo 6 punti nelle prime 11 partite (per poi essere esonerato), ben 16 ne aveva ottenuti in altrettante quando era stato richiamato dopo la parentesi di Iachini

La differenza fra la prima parte (negativa) della stagione e la seconda (positiva) era consistita principalmente nello schieramento tattico della squadra, inizialmente in campo con il 4-3-1-2, poi con il 3-5-2 di marca iachiniana. Aurelio Andreazzoli aveva dato così prova di essere un allenatore eclettico, in grado di modificare le proprie idee tattiche anche a stagione in corso.

Persino la scorsa estate, durante la pre-season, l’allenatore toscano aveva sperimentato la difesa a 3 in 2 partite su 4. Tuttavia, da quando sono iniziate le competizioni ufficiali, l’idea di gioco basilare è sempre stata imperniata intorno al quartetto difensivo e alla presenza di un trequartista (Henderson, Bajrami o in alcuni casi Di Francesco) alle spalle delle due punte.

Nel caso in cui Andreazzoli decida di continuare sulla strada del 4-3-1-2, le scelte in ottica fantacalcio devono tenere conto del fatto che la squadra soffre non poco in difesa, soprattutto nelle partite contro i top team del nostro campionato. È impossibile infatti ignorare le 42 reti subite in 21 partite, soltanto 1 gol in meno rispetto alla peggior difesa del campionato (la Salernitana), e almeno 7 di più rispetto alle squadre che militano nella stessa zona della classifica.

Con il 4-3-1-2 la difesa è dunque da evitare in blocco, sia per quanto riguarda i centrali, che i terzini, i quali dovrebbero restare per la maggior parte del tempo in posizione arretrata. Una parziale eccezione può essere fatta per Stojanović, che spesso è l’unico a salvarsi fra i titolari in termini di voti.

Il centrocampo azzurro, invece, si è dimostrato un buon bacino da cui pescare giocatori da bonus: con questo modulo sono molto valorizzate le mezzali d’inserimento e il trequartista (non stupiscono in tal senso i 5 gol e 4 assist di Bajrami, ma anche i 3 gol e 2 assist di Żurkowski). Decisamente meno appetibile per bonus e voti il mediano (finora S. Ricci) che però potrebbe riottenere una voce importante in chiave assist nella seconda parte della stagione.

Grazie all’uomo di raccordo fra centrocampo e attacco, le due punte raramente rimangono isolate con questo modulo, anche se solitamente una agisce più da realizzatrice (Pinamonti) e l’altra da rifinitrice.

Se Andreazzoli invece dovesse decidere di invertire la rotta e coprirsi con il 3-5-2 cambierebbe molto: gli esterni (soprattutto quelli di spinta) diventerebbero una voce importante, in quanto potrebbero portare numerosi bonus in più, anche se listati come difensori.

Il pacchetto arretrato diventerebbe un po’ più affidabile, anche se non bisogna dimenticare che si tratta pur sempre di una neopromossa. In ogni caso sarebbe meglio preferire il difensore che gioca in posizione centrale (S. Romagnoli?) rispetto ai due compagni di reparto.

Il centrocampo a 5 è solitamente più di sostanza che di qualità, anche se le mezzali resterebbero una buona scelta in chiave realizzativa. Fra le 2 punte bisognerebbe preferire quella dotata di maggiore fisicità e più abile nel gioco aereo: con il 3-5-2, infatti, i cross sarebbero il pane quotidiano. Ma l’adozione di questo modulo non è al momento che un’ipotesi ben lontana dalla realtà.

Guida al fantacalcio, i nostri consigli sull'Empoli
Andreazzoli in panchina durante la sua prima esperienza all’Empoli.

Probabili ballottaggi stagionali

  • Luperto-Ismajli (55%-45%) – Andreazzoli ha cambiato molto i titolari in difesa durante la prima parte dell’anno, concedendo a tutti parecchio minutaggio. Luperto è stato preso per fare il titolare, e infatti ha giocato leggermente più degli altri, così come Ismajli: 1.091′ per il primo, 809′ per il secondo.
  • S. Romagnoli-Viti-Tonelli (34%-33%-33%) – Se un posto fisso in difesa viene spesso assegnato a Luperto e Tonelli, così non è stato per gli altri 3 centrali della rosa, in parte per i problemi fisici dei 2 più anziani, in parte per l’inesperienza di Viti. Al momento è veramente impossibile stabilire chi prevarrà per minuti giocati a fine stagione, perciò preferiamo puntare sull’esperienza del Capitano empolese.
  • Marchizza-Parisi (70%-30%) – Con il 4-3-1-2, uno dei due parte necessariamente in panchina. Il primo è dotato di caratteristiche più difensive rispetto al classe 2000: per questo, e per la maggiore esperienza in Serie A, è stato finora costantemente avanti nel ballottaggio. Il giovane potrebbe invece ottenere più spazio nel prosieguo della stagione (da titolare o a partita in corso) e soprattutto in caso di 3-5-2.
  • Stojanović-Fiamozzi (95%-5%) – Lo sloveno è stato acquistato per giocare da titolare sulla fascia destra, e così è stato. Le chances per l’ex Lecce sono state pochissime (209′ totali in Serie A), ed è entrato soprattutto a partita in corso.
  • Ricci-Stulać-Asllani (60%-25%-15%) – Il grave infortunio di Haas ha reso più chiare le gerarchie a centrocampo: Henderson (al momento più da mezzala che sulla trequarti) è il titolare inamovibile. Il posto da mediano è stato quasi sempre di S. Ricci, con Štulać che ha saputo comunque subentrare bene (1 gol e 2 assist). Occhio anche al giovanissimo Asllani, che piace molto ad Andreazzoli.
  • Żurkowski-Bandinelli (60%-40%) – Altro ballottaggio che sembra essersi parzialmente risolto: Bandinelli aveva spesso giocato da titolare durante le amichevoli estive e anche nelle prime gare di campionato, ma, come previsto, alla lunga il posto sembra essere finito a Żurkowski. Il giovane è in rampa di lancio dopo la scorsa stagione e l’Empoli ha fissato per lui il prezzo per il riscatto dalla Fiorentina.
  • Bajrami-Henderson-Di Francesco (60%-20%-20%) – Se dovesse rimanere ad Empoli, il titolare sulla trequarti sarà Bajrami, talento cristallino classe 1999. Liam Henderson ha caratteristiche più difensive dell’albanese, e al momento Andreazzoli sembra aver deciso di schierarlo sulla linea dei centrocampisti. Di Francesco è un’ala, non nasce come trequartista, ma, sia negli anni scorsi alla SPAL che quest’anno, ha già occupato questa posizione in campo.
  • Cutrone-Di Francesco-Mancuso-La Mantia (40%-40%-15%-5%) – Cutrone arrivava da due stagioni deludenti e finora non ha brillato, ma è quello che ha più esperienza in A, avendo giocato anche con Milan e Fiorentina. Sulla carta il titolare è lui (ad oggi è stato quello che ha giocato di più in attacco dopo Pinamonti: 980′). Verso la fine del calciomercato estivo è approdato in Toscana anche Federico Di Francesco. Il figlio d’arte, pur nascendo come esterno d’attacco, ha saputo adattarsi bene al 4-3-1-2, ed è riuscito a registrare 4 gol e 2 assist in 946′ giocati. Forse risulterebbe penalizzato in caso di passaggio al 3-5-2: probabilmente verrebbe infatti spostato sulle corsie esterne, come già accaduto alla SPAL. Soltanto 1 gol a testa e rispettivamente 426′ e 124′ giocati per Mancuso e La Mantia, che pure l’anno scorso erano i titolari in Serie B: il passaggio di categoria li ha relegati in panchina come giocatori per il turnover.

Tiratori calci piazzati

  • Rigori: Pinamonti, Bajrami, Mancuso.
  • Punizioni: Bajrami, Stulać, Di Francesco.
  • Calci d’angolo: Bajrami, Stulać, Di Francesco.Guida al fantacalcio, i nostri consigli sull'Empoli

Infortunati attualmente

  • Marchizza – Fuori per un problema fisico non meglio definito (possibile rientro previsto per la 23ª giornata).
  • Di Francesco – Lesione di basso grado dei muscoli flessori della coscia sinistra (possibile rientro previsto per la 24ª giornata).
  • Parisi – Lesione muscolo-tendinea di grado moderato del bicipite femorale della coscia destra (possibile rientro previsto per la 25ª giornata).
  • Haas – Lesione del legamento crociato anteriore del ginocchio destro (stagione finita).

Partecipanti alla Coppa d’Africa

Consigli fantacalcio Empoli: giocatori da prendere all’asta

Pinamonti: sorpresa assoluta del girone d’andata azzurro. Partiva alle spalle di Mancuso ad inizio anno, ma è riuscito a guadagnarsi il posto da titolare a suon di gol (7) e prestazioni convincenti. È un punto fisso della formazione di Andreazzoli e, quando è in campo, batte pure i rigori (quest’anno ne ha realizzati 3 su 3). Tutt’altra musica rispetto alla scorsa stagione passata in nerazzurro.

Bajrami: 7 gol e 10 assist fra Serie B e Coppa Italia l’anno scorso per il trequartista albanese. Quest’anno, con Andreazzoli, non sempre è partito titolare, ma era un rischio che si sapeva di dover correre fin dall’inizio, vista la sua discontinuità. In ogni caso, la sua classe resta ineccepibile, e lui è l’anima offensiva di questo Empoli: per questo (e per i 5 gol e 4 assist in Serie A) lo segnaliamo ancora nella nostra guida dedicata ai consigli di fantacalcio.

Henderson: altro buon giocatore inaspettato, che ha saputo convincere Andreazzoli del suo valore. Ad oggi, è un titolare inamovibile della formazione toscana, con cui ha segnato 1 gol e fornito 2 assist. A volte gioca in posizione più avanzata, da trequartista. La sua media-voti è discreta, 6,08.

Stojanović: il nazionale sloveno ha convinto sin dalle prime uscite in azzurro. Difende bene e spinge sulla destra: da terzino della difesa a 4 è riuscito ad ottenere 1 gol e 1 assist. in caso di 3-5-2 potrebbe portare anche più bonus. Ha grande esperienza internazionale (ha già giocato in Champions ed Europa League con Dinamo Zagabria e Maribor) e questo fa spesso la differenza in una neopromossa piena di giovani talenti.

Consigli fantacalcio Empoli: giocatori da evitare all’asta

Mancuso: il bomber che ha trascinato la squadra dalla Serie B alla Serie A a suon di gol (20) ha sofferto molto il salto di categoria. Non è riuscito a ritagliarsi praticamente mai spazio dal 1′ e ha messo a segno soltanto 1 gol. I rigori sono ormai un lontano ricordo. Inoltre, i 30 anni sulla carta d’identità non giocano di certo a suo favore per il futuro.

Vicario: nonostante le buone prestazioni (ha la media-voti di 6,40) rimane da evitare, se potete. I portieri delle piccole sono storicamente inaffidabili: prendono tanti gol (l’Empoli ne ha subiti 42 finora) e sono imprevedibili in qualsiasi partita. Al fantacalcio, se volete puntare in alto, le scelte da fare sono altre.

Tonelli: benché abbia vissuto alcune delle sue stagioni migliori proprio ad Empoli, per il centrale azzurro sembra essere arrivata la fase calante della carriera. Fra i difensori dell’Empoli è quello che ha giocato di meno (solo 630′) e non riesce più ad ottenere bonus. Nemmeno condizione fisica e media-voti (5,56) sono dalla sua.

Cutrone: dopo un girone d’andata fra alti e bassi, Patrick resta fra gli sconsigliati della nostra rubrica: 2 gol e 2 assist sono decisamente troppo pochi per un attaccante che ha giocato spesso da titolare al fianco di Pinamonti. Deve, anzi, guardarsi le spalle dalla concorrenza di Di Francesco e di altre punte che l’Empoli potrebbe cercare sul mercato.

Štulać: l’impressione è che, con i giovani S. Ricci e Asllani in rampa di lancio, sia finita anche per lui la stagione migliore. Lo spazio diventerà sempre meno, e anche sui calci piazzati la concorrenza del destro di Bajrami si fa sentire. Potrebbe provare ad andare a giocare altrove, per cercare più spazio.

Consigli fantacalcio Empoli: possibili sorprese di quest’anno

Żurkowski: a centrocampo c’è un po’ di concorrenza, ma al suo primo vero anno di Serie A si sta mettendo in luce di fronte alla Fiorentina, la squadra che l’ha portato in Italia. I viola possiedono ancora il suo cartellino e avranno l’ultima parola anche in caso di riscatto da parte dell’Empoli a fine anno. Schierato sempre da mezzala nel 4-3-1-2, ha trovato già 3 gol e 2 assist, ma l’impressione è che possa fare anche meglio di così.

Parisi: 1 gol e 2 assist in Serie B per il classe 2000 arrivato l’anno scorso dall’Avellino. A sinistra se la gioca con Marchizza, che ha già esperienza in Serie A e un po’ lo chiude, ma il giovane potrebbe trovare spazio soprattutto nel finale di stagione e nel caso in cui Andreazzoli passasse alla difesa a 3. Finora ha fornito 1 assist e ha avuto una buona media-voti (6,06). In ogni caso, resta da ultimo slot.

Viti: il centrale, nonostante la giovane età (19), viene schierato spesso e volentieri dal tecnico toscano, e in diverse occasioni ha saputo far bene. Ovviamente, si tratta pur sempre di un difensore di una neopromossa, ma può essere un buon investimento per il futuro.

Asllani: l’Empoli ha già ampiamente dimostrato di puntare molto sui giovani: il mediano 19enne albanese ha tutte le carte in regola per continuare il suo percorso di crescita nella seconda parte dell’anno. Anche la situazione di classifica tranquilla dei toscani lo aiuta: potrebbe così arrivare a giocare anche qualche partita da titolare prima della fine della stagione.

Consigli fantacalcio Empoli: il tabellone riassuntivo

Portieri

NomeRendimentoIndice titolarità Inclinazione ai bonusFrequenza dei malusResistenza infortuniFanta valore
Furlan617660,1%
Ujkani61,555,55,50,2%
Vicario79,56,58,571,4 %

Difensori

NomeRendimentoIndice titolaritàInclinazione ai bonusFrequenza dei malusResistenza infortuniFanta valore
Fiamozzi525750,2%
Ismajli66,55,5661%
Luperto5,5767,551,4%
Marchizza67,566,551,4%
Parisi6,54,56,576,50,6%
Romagnoli 667661%
Stojanović78,57792,2%
Tonelli565,56,550,8%
Viti5,564781%

Centrocampisti

NomeRendimentoIndice titolaritàInclinazione ai bonusFrequenza dei malusResistenza infortuniFanta valore
Asllani6366,58,50,4%
Bajrami788,5765,4%
Baldanzi616,5650,1%
Bandinelli66,5775,51,2%
Damiani616650,1%
Haas676740%
Henderson6,55,5738,52,2%
S. Ricci686,5762%
Stulać5,566,566,51%
Żurkowski76,57,5583%

Attaccanti

NomeRendimentoIndice titolaritàInclinazione ai bonusFrequenza dei malusResistenza infortuniFanta valore
Cutrone5,576,5762,6%
Di Francesco6,5776,553%
E. Ekong616680,1%
La Mantia5,546,57,56,51%
Mancuso54,56,5661,4%
Pinamonti7,598785%

Consigli fantalcalcio Mantra e Dinasty per l’Empoli

C’è poco da pescare in questo Empoli per chi ama la versione Mantra del Fantacalcio. Tutte e 4 le punte sono infatti state listate come Pc e non come A: potranno dunque occupare soltanto gli slot dell’attacco. L’unico jolly offensivo dell’Empoli è Di Francesco (W/A), che però potrebbe agire pure da trequartista o addirittura da esterno a tutta fascia. Ciò lo penalizzerebbe non poco rispetto ai bonus, e inoltre il suo minutaggio potrebbe non essere elevatissimo. Sulla trequarti non intriga Bajrami (T). Stulać, come nella versione Classic, resta una buona scelta anche in quella Mantra, visto il ruolo (M/C) e i bonus che potrebbe portare: ma attenzione al ballottaggio con Ricci, che per ora lo vede sfavorito. In difesa possono essere una buona idea Stojanović e Parisi (a seconda del minutaggio), meno Fiamozzi, tutti schierabili in difesa o a centrocampo.

Per quanto riguarda i nostri consigli sul Fantacalcio Dinasty, dedicato agli amanti delle giovani scommesse, nell’Empoli sono da segnalare sicuramente Bajrami e Żurkowski. Entrambi i giocatori si sono trovati ad essere per la prima volta titolari in Serie A, e non hanno deluso le aspettative. Non è escluso che a giugno altre squadre di Serie A possano accaparrarseli per gli anni a venire: il loro talento è cristallino, e l’anagrafe sorride. In difesa resta interessante il nome di Parisi e compaiono quelli di Ismajli e Viti: tutti e 3 sapranno dire la loro nei prossimi anni, ad Empoli o altrove, e ad Andreazzoli piace dare spazio a tutti i componenti della rosa. La prima parte di campionato ci ha dimostrato che Pinamonti e (in parte) Cutrone hanno saputo ritrovarsi ad Empoli: entrambi sono consigliati in ottica conferme, visto che sono ancora piuttosto giovani. Intriga molto S. Ricci, giovane classe 2001 scelto da Andrazzoli come regista fisso in mediana al posto di Stulać, così come l’albanese Asllani, che potrebbe trovare spazio da qui a giugno. Fra gli sconsigliati per il Dinasty troviamo Mancuso e La Mantia, i due attaccanti che hanno trascinato l’Empoli in Serie B: benché lo score dello scorso anno sia stato positivo, a 30 anni non sono riusciti ad imporsi in Serie A. Da evitare anche i trentunenni S. Romagnoli e Tonelli, benché ancora ben presenti nelle rotazioni di Andreazzoli. No a Baldanzi, Damiani ed Ekong, ancora troppo acerbi.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui