Ibra vs Gazidis: scontro totale, sarà addio?

0

Giornata di alta tensione ieri a Milanello. L’incontro di Gazidis con il Milan ha portato all’accordo sul taglio degli stipendi, ma la venuta dell’amministratore delegato ha causato più di qualche malumore. Già ieri sera erano filtrate voci di uno scontro tra Ibrahimovic e Gazidis, confermate dai report odierni dei quotidiani sportivi.

Proprio con il fuoriclasse svedese ci sarebbe stato un faccia a faccia molto aspro: a quanto pare il 38enne si sarebbe rivolto a Gazidis dicendogli – senza mezzi termini – che il progetto giovani avviato non ha nulla a che vedere con il blasone del Milan. 

L’addio di Ibra si fa sempre più concreto

Ibra vs Gazidis: scontro totale, sarà addio?

Durissime le parole dello svedese, che secondo il ‘Corriere dello Sport’ avrebbe dichiarato: “Perché ti fai vedere solo adesso, a 48 ore dalla partita per la finale? Non è più il Milan di una volta, c’è troppa incertezza”.

Ibrahimovic avrebbe rincarato la dose dicendo: “Non c’è un progetto, se sono qui è solo per passione”. Anche altri giocatori, sebbene non tutti sarebbero rimasti contenti dello sfogo dello svedese, hanno chiesto a Gazidis il motivo di una presenza in sede piuttosto tardiva e poco opportuna. A cominciare dal capitano Romagnoli, hanno preso poi la parola anche Bonaventura e Begovic come rappresentanti dei giocatori. Tutti hanno chiesto conto inoltre delle destabilizzanti voci di mercato. Gazidis, con molta calma, ha provato a spiegare che si era presentato soltanto nella giornata di ieri perchè la questione stipendi era stata definita a Londra poche ore prima e ha ribadito la solidità della proprietà e la voglia nell’investire a cominciare dal progetto stadio. Gazidis inoltre ha chiesto alla squadra di dare il 100% da qui alla fine della stagione e che tutti saranno sotto osservazione nei rispettivi ruoli. Ha fatto rumore, comunque, l’assenza di Maldini, mentre era presente il ds Massara.

A questo punto l’addio di Ibrahimovic, in scadenza il 30 giugno, si fa sempre più probabile.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui