Il cuore oltre la penalizzazione: la grande reazione dell’Everton

0
Il cuore oltre la penalizzazione: la grande reazione dell’Everton

L’Everton sta vivendo sicuramente uno dei momenti più difficili della sua storia in Premier League, un periodo ulteriormente aggravato dalla forte penalizzazione subita. Il 17 novembre scorso, infatti, una Commissione indipendente della massima serie britannica ha irrogato una pesantissima sanzione che consta nel decurtamento di ben 10 punti per irregolarità finanziarie. La notizia ha portato nelle ore immediatamente seguenti a invocare possibili altre misure punitive anche nei confronti di altri club facoltosi e blasonati, tra tutti Manchester City e Chelsea, rei anche loro di aver violato sistematicamente le regole del Fair Play finanziario

Al di là delle contestazioni giudiziarie, l’Everton è ripiombato in zona retrocessione a causa appunto di questa penalizzazione. Ciò nonostante, la squadra allenata da Dyche ha saputo rispondere egregiamente sul campo. Vediamo insieme come in questo nostro approfondimento.

Dyche Il cuore oltre la penalizzazione: la grande reazione dell'Everton

I numeri dell’Everton dopo la penalizzazione

Dalla pronuncia della penalizzazione ad oggi, è passato quasi un mese e in questo lasso di tempo l’Everton ha disputato 4 partite. Il calendario non ha giovato per nulla, dato che i Toffees si sono ritrovati ad affrontare colossi del calibro di Manchester United, Chelsea, Newcastle e il delicatissimo scontro diretto in trasferta col Nottingham Forest. Ebbene, la risposta dei Blues di Liverpool è stata a dir poco eccellente. Lo score conta una sola sconfitta, proprio alla prima uscita contro i Red Devils, e ben 3 vittorie consecutive. Le reti segnate sono 6, mentre quelle subite 3, tutte contro la squadra di Ten Hag.

Dopo quella farraginosa caduta casalinga del 26 novembre contro il club di “Old Trafford”, l’Everton ha dunque inanellato 3 successi di fila senza subire gol e con prestazioni sempre in crescendo. Prima l’importantissimo successo con i Tricky Trees. Poi due grandissime soddisfazioni arrivate annichilendo avversari più attrezzati come Newcastle e Chelsea. In entrambe le occasioni sono arrivati trionfi ampiamente meritati

Una bella fetta di questo score porta le firme del veterano Doucouré e del giovane, ma ormai già solidamente imprescindibile, McNeil. Il centrocampista franco-maliano ha messo il proprio zampino con due reti, seguito parimenti dall’esterno inglese, che però vanta anche un assist.

Doucoure-McNeil Il cuore oltre la penalizzazione: la grande reazione dell'Everton

C’è di più però oltre il loro contributo numerico. Valori, senso di appartenenza e attributi che, incarnati da tutta la squadra, hanno portato i Toffees a vedere la luce anche in un periodo così particolarmente buio.

La risposta emotiva della squadra alla sanzione

La perfetta esemplificazione dell’atteggiamento dell’ambiente Everton nei confronti di questa penalizzazione arriva dalle parole di uno dei protagonisti su citati. Si tratta proprio di McNeil, che alcuni giorni fa ha spiegato come il gruppo abbia cercato di isolarsi dalla frustrazione e dal disappunto esterni per concentrarsi esclusivamente sul campo. 

E, in effetti, come spesso accade, una sanzione di questa portata facilita la coesione interna. Lo stesso è accaduto ai Toffees, che hanno fatto affidamento sui propri valori e sul proprio spirito per affrontare al meglio la situazione. Lasciatisi alle spalle l’unica caduta del periodo analizzato, quella contro lo United, la squadra si è compattata, arrivando a collezionare le 3 vittorie consecutive corroborate da grandi performance. 

Innanzitutto, gli uomini di Dyche hanno fatto appello alla loro solidità difensiva, mantenendo inviolata la porta. Una caratteristica che affonda le proprie radici in una forza mentale straordinaria, elemento-chiave dei Toffees, che non a caso sono una delle poche squadre a non aver mai subito alcuna rimonta finora in situazione di vantaggio.

Toffees Il cuore oltre la penalizzazione: la grande reazione dell'Everton

Poi, in mezzo al campo, i Blues hanno messo ritmo, intensità e aggressività. Il mantra è lottare su ogni pallone, concedere il meno possibile e sbranare gli avversari. Uno spirito guerriero che sta ripagando gli sforzi e si è tradotto anche in primati numerici non da poco. L’Everton, infatti, è prima in Inghilterra per tackle (299) con Mykolenko a guidare a livello individuale questa speciale classifica.

Che peso avrà la penalizzazione sul prosieguo della stagione dell’Everton?

La squadra ha incarnato appieno i dettami tattici del proprio allenatore e incanalato la forza e soprattutto lo spirito di appartenenza dei propri tifosi. L’Everton sognava, e sicuramente continuerà a farlo, una salvezza molto più tranquilla rispetto a quella travagliata e soffertissima dello scorso anno. La penalizzazione rappresenta ovviamente un pesante ostacolo al raggiungimento di questo obiettivo, ma se verranno mantenute la voglia e la determinazione di questo ultimo periodo, sicuramente lo scopo verrà centrato.

Senza la detrazione parleremmo di una stagione assolutamente positiva, basti pensare che i Toffees sarebbero decimi, addirittura a 4 punti dal sesto posto! Tuttavia, al momento la situazione è un’altra. Ci sarà da sudare, ancora una volta, e battagliare nei bassifondi della classifica. Il mago Dyche, però, può riuscire nell’ennesima impressa contando su un gruppo di giocatori, ma, ancor di più, di uomini straordinari.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui