Il Leicester vince il Community Shield sul Manchester City

0

Il Leicester vince il Community Shield contro il Manchester City dopo 50 anni dalla prima affermazione nella competizione. Brendan Rodgers porta a casa il secondo titolo alla guida delle Foxes. Guardiola perde la seconda finale consecutiva dopo quella di Champions League. Si tratta del primo appuntamento ufficiale della stagione inglese, che vede la vittoria per 1-0 del Leicester, trionfatore nell’ultima FA Cup, contro il Manchester City, campione in carica in Premier League. Le volpi vincono grazie al più classico del gol dell’ex. A siglarlo é stato al minuto 89 Kelechi Iheanacho, che era subentrato solo dieci mimuti prima. Questo risultato rovina l’esordio tra le fila dei Citizens del neo acquisto Jack Grealish, Pagato la cifra record di 117 milioni di euro.

Entrambe le squadre avevano già scritto il proprio nome nell’albo d’oro della competizione. Il Leicester aveva trionfato una sola volta nel 1971, battendo per 1-0 il Liverpool, mentre sono sei invece i trionfi del Manchester City, tre nella recente epoca degli sceicchi (2012, 2018 e 2019) e tre conquistati nello scorso secolo(1937, 1968 e 1972). 

Leicester-Manchester City: la cronaca del match

Una vittoria meritata da parte del Leicester che, soprattutto nel primo tempo, si è dimostrato superiore al Manchester City. Le Foxes erano praticamente in formazione tipo, molte le assenze nei Citizens. Due giocatori delle giovanili titolari per Guardiola, si tratta di Edozie e Palmer. Nei primi 45 minuti le occasioni migliori passano dai piedi di Vardy. In due circostanze, però, l’attaccante trova la risposta di Steffen che, soprattutto nella seconda chance, si supera con un intervento di puro istinto. Nel Manchester City il più attivo è l’ex Mahrez, pericoloso all’ora di gioco con una conclusione a tu per tu con Schmeichel calciata sopra la traversa. Al minuto 89 cambia la partita: Aké in ripartenza perde palla e commette fallo su Iheanacho, è calcio di rigore. Dal dischetto il nigeriano non sbaglia, regalando così il successo al Leicester.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui