Re Immobile: Scarpa d’oro e record di reti!

0

Ciro Immobile ha trionfato. Con le 36 reti messe a referto in questa travagliatissima stagione, ha ottenuto diversi risultati individuali. In primis, ha vinto per la terza volta nella sua carriera il titolo di capocannoniere della Serie A, eguagliando il record di reti in una singola annata realizzate da Higuain all’epoca della sua militanza nel Napoli. Il grande successo, però, è innegabilmente la conquista della Scarpa d’oro come miglior marcatore stagionale a livello europeo.

La stagione di Re Ciro Immobile

Indubbiamente, sotto il profilo realizzativo, l’attaccante biancoceleste ha vissuto la sua migliore annata di sempre. Una continuità impressionante, che fino alla sospensione causata dall’emergenza sanitaria aveva portato la Lazio ad essere considerata la vera contendente della Juventus per il titolo, oltre alla vittoria della Supercoppa Italiana.

Non è un caso che, alla ripresa dell’attività agonistica, la sua “flessione” abbia coinciso con una striscia negativa di risultati che ha escluso la squadra dalla lotta per lo scudetto.

L’annata, però, resta memorabile. Segnare con tale costanza e rivincere la classifica marcatori fa sempre piacere. La rete siglata nella trasferta di Napoli gli conferisce anche l’ambitissimo record di reti in una singola stagione (insieme al “Pipita“), il quale consente di comprendere appieno la portata di quanto fatto.

Scarpa d’oro: Immobile davanti a tutti

Immobile, oltre al record di goal in massima serie, ottiene la “Scarpa d’oro“, “ufficializzata” già prima del match Napoli-Lazio grazie all’assenza di Cristiano Ronaldo per la sfida tra Juventus-Roma il quale, ipoteticamente, avrebbe potuto rappresentare l’unica minaccia alla conquista del titolo. Il riconoscimento assegnato al più prolifico attaccante militante nei campionati europei torna in Serie A tredici anni dopo la seconda ed ultima volta. In passato, infatti, riuscirono a vincere solo Toni con la Fiorentina nel 2006 e Totti con la Roma nel 2007. Adesso, insieme ai due campioni del Mondo, anche Ciro si fregia del prezioso trofeo. Sbaragliata una concorrenza da brivido. Oltre a Cristiano Ronaldo, fermatosi a 31 reti, il vero grande rivale è stato Lewandowski. Il centravanti polacco del Bayern Monaco ha siglato 34 reti. Una enormità, considerando anche che la Bundesliga è a 18 squadre. Ciò, però, non è bastato a frenare le ambizioni dell’attaccante della Nazionale. Nella top ten, preceduti nomi di spicco: dai rampanti Werner ed Halaand al solito onnipresente Messi, fino a bomber del calibro di Lukaku e Vardy. Nessuno è riuscito a tenere il passo di “Re Immobile“, seduto sul trono d’Italia e d’Europa.

Il futuro di Immobile

Conseguiti record e “Scarpa d’oro“, Immobile deve guardare al futuro. Proseguire con la Lazio o cercare una nuova avventura? Un attaccante del genere meriterebbe lo scudetto. Bisognerà capire se il progetto laziale può essere mantenuto per alzare l’asticella. Il mese di agosto sarà decisivo in sede di mercato. Punto fermo sarà, inoltre, la Nazionale. Se a livello di club il suo rendimento è sempre stato eccezionale, non altrettanto si può dire in maglia azzurra. Il suo nome è in cima agli attaccanti che verranno convocati da Mancini negli Europei che si terranno nel 2021 e senz’altro il suo contributo sarà fondamentale per ottenere risultati prestigiosi. E’ entrato nella storia del calcio italiano e si attendono ancora grandi cose.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui