Infortunio Bennacer: stagione finita con un lungo stop

0

Oltre al danno la beffa. Deve essere stato questo il pensiero di Pioli quando si è visto costretto a cambiare Ismael Bennacer a causa di un infortunio. Soprattutto visto che la sostituzione forzata è arrivata al 17′ minuto, con il Milan già sotto 2-0. Gli esami svolti nei due giorni passati dalla partita, hanno evidenziato una lesione della cartilagine femorale del ginocchio destro. In parole povere: stagione finita per il centrocampista rossonero. In più, c’è la possibilità di un lungo stop per la riabilitazione ad avvenuta operazione. Almeno 3 mesi, con possibilità di riaverlo solo a nuovo campionato iniziato. Un duro colpo per il Milan e per Pioli, privati del centrocampista che, a dispetto dei numeri (2 gol e 2 assist per lui in Serie A), è il cervello che detta i tempi delle giocate della squadra.

Infortunio Bennacer: stagione finita con un lungo stop
A causa di un infortunio nell’euroderby, Imael Bennacer salterà tutta la parte finale della stagione del Milan. Il suo rientro è previsto per settembre, a campionato nuovo già iniziato.

Infortunio Bennacer: soluzioni a breve e lungo termine

In questo momento Pioli starà pensando a come sostituirlo nella delicata economia di gioco della squadra rossonera. L’infortunio di Bennacer complica le cose, non solo in vista della semifinale di ritorno di Champions League ma soprattutto per il finale della Serie A. Il Milan deve assolutamente rimanere agganciata al treno quarto posto. Farlo senza un centrocampista titolare, difficilmente rimpiazzabile da qualcuno già in rosa, sarà complicato. Le possibilità sono principalmente due: Bakayoko sulla linea mediana del campo oppure Tonali nel ruolo di creatore con Pobega ad agire da mezzala. I rossoneri però dovranno pensare anche a come sostituire l’algerino sul mercato. Probabilmente la dirigenza del Milan agirà per trovare almeno un paio di rimpiazzi in attesa del rientro del proprio titolare. Nelle ultime ore stanno salendo le quotazioni di Marko Grujic, Ruben Loftus-Cheek e Exequiel Palacios.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui