Infortunio Chiesa: lo juventino torna nel 2022

0
Infortunio Chiesa: lo juventino torna nel 2022

Brutte notizie in casa bianconera. La sventura continua ad abbattersi sul club. Non bastava il recente caos societario e la sconfitta in casa contro l’Atalanta. Al danno si aggiunge la beffa. L’infortunio di Federico Chiesa, uscito durante l’intervallo della gara di sabato, è grave. La prognosi è di lesione al bicipite femorale della coscia sinistra. L’esterno offensivo non riuscirà a rientrare prima della sosta natalizia. Questo significa saltare Salernitana, Genoa, Venezia, Bologna e Cagliari in campionato e la cruciale sfida di Champions contro il Malmo, importantissimo per il primo posto nel girone. Ad annunciare la gravità della situazione è stato lo stesso attaccante juventino, parlando con un tifoso fuori dal JMedical “Dovrò stare fermo per un po’ di tempo.”

chiesa-rotto Infortunio Chiesa: lo juventino torna nel 2022
Lo sguardo sconsolato di Federico Chiesa che richiama l’attenzione sul suo infortunio. Lo juventino uscirà a metà gara del match casalingo contro l’Atalanta.

Visto che le sventure non vengono mai sole, all’infortunio di Federico Chiesa si aggiunge anche quello di Weston McKennie. Compresi i neo-infortunati, l’infermeria della Juventus vede al suo interno anche Danilo, Ramsey e De Sciglio. Tra tutti quanti, l’unico che potrebbe rientrare per il prossimo impegno ufficiale è proprio il terzino italiano. Difficile comunque vederlo dal primo minuto contro la Salernitana.

Problema Allegri: come affronterà l’infortunio di Chiesa?

La lunga assenza del proprio esterno offensivo, costringerà l’allenatore bianconero a trovare una soluzione per sostituirlo. La più immediata, esattamente come nella gara di sabato, potrebbe essere quella di inserire Bernardeschi nello stesso identico ruolo di Chiesa. Soluzione che potrebbe funzionare nel breve termine contro la Salernitana, dando più tempo per pensare a qualcosa di più funzionale al gioco juventino.

bernardeschi Infortunio Chiesa: lo juventino torna nel 2022
Federico Bernardeschi potrebbe essere la soluzione al problema dell’infortunio di Chiesa. Scelta che si porterebbe tutti i dubbi sulla costanza dell’esterno di Carrara.

Altre scelte potrebbero vedere una formazione ridisegnata da Allegri. Un cambio di modulo e nuovi interpreti che potrebbero anche rilanciare la stagione della Juve. I bianconeri ormai vedono come obiettivo principale la qualificazione alla Champions League e non più il primo posto. Potrebbe quindi esserci più spazio per Kaio Jorge ed altri giovani per dimostrare di meritarsi una chance in più da titolare.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui