Infortunio Tomori: altro problema in difesa per Pioli

0

Ormai sembra un persecuzione. Il Milan non riesce ad avere pace, almeno nella retroguardia. Ennesimo problema muscolare della stagione. Questa volta a subire l’infortunio è stato Tomori. L’inglese è stato costretto a uscire dal campo per un fastidio al flessore. Aveva accusato un problema già durante l’azione, poi finita in gol, della Salernitana. Nei prossimi giorni saranno effettuate tutte le visite necessarie ma, molto probabilmente, i tifosi dovranno aspettare il nuovo anno per rivederlo in campo. Difficile infatti la sua presenza nella sfida con il Sassuolo di fine dicembre. L’infortunio di Tomori lascia il Milan ancora più in emergenza di quanto non fosse a inizio partita. I centrali indisponibili sono Kalulu, Pellegrino, Thiaw e l’inglese. Con Kjaer, uscito in via precauzionale per dei giramenti dovuti a una pallonata estremamente violenta, che sarà da valutare prima della sfida al Sassuolo.

Infortunio Tomori: altro problema in difesa per Pioli
Sarà, con ogni buona probabilità, Simic a sostituire Tomori fuori per infortunio. Il giovane difensore della primavera rossonera, che ha già esordito con tanto di gol in prima squadra, rischia di essere l’unico difensore di ruolo contro il Sassuolo.

La situazione della difesa del Milan dopo l’infortunio di Tomori

Se prima la realtà non era rosea, ora per il Milan è piena emergenza. La prossima settimana arriva a Milano un Sassuolo desideroso di punti e riscatto in campionato. Sarà difficile affrontare Berardi e compagni con una difesa ridotta all’osso. Probabilmente, contro i neroverdi, la difesa titolare sarà composta da Simic e il rientrante Kjaer. Come soluzione più estrema ci sarebbe anche Theo Hernandez da poter adattare al centro, anche se le scorse volte ha lasciato un po’ a desiderare. Inoltre, con questa soluzione, si perderebbe la spinta offensiva del francese, che sembra essere una delle poche opzioni offensive dei rossoneri in questo momento. In ogni casa, in casa Milan sarà necessario intervenire sul mercato. Non solamente dei calciatori ma anche quello dello staff. Quello di Tomori è l’infortunio muscolare numero 30 dall’inizio della stagione. Decisamente troppi per un club con ambizioni elevate come quello rossonero.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui