Inter-Empoli (2-0), Farres: «Testa a Udine»

0

L’Inter cavalca l’onda e festeggia la pasquetta sempre più in cima della classifica battendo l’Empoli per 2-0, vittoria che il vice di Inzaghi, Massimiliano Farris, ha commentato nel post gara. Tre punti importanti in attesa delle prossime sfide e in attesa solo della proclamazione di “Campione d’Italia”. 

Farris su Inter-Empoli (2-0): «Gruppo fantastico. Non pensiamo al derby»

Primo posto confermato per l’Inter, vincente e cinica contro l’Empoli per 2-0; ancora una vittoria per la squadra di Simone Inzaghi, oggi guidata da Farres. Inarrestabili i nerazzurri che ringraziano Dimarco e Sanchez, autori dei due gol di questa sera. Tanti temi discussi, tra cui anche il ritorno dalle nazionali e il caso Acerbi, che tanto ha sconvolto il campionato.

Tra le prime parole di vice allenatore nerazzurro abbiamo quelle sulla vittoria del Meazza. Ha ironizzato «Ho più voce rispetto a Simone». Poi ha continuato così, parlando di Barella  e della vittoria di stasera: «Sì, aggiungo che è una stagione di alto livello. È tornato carico dopo la Nazionale e come lui anche gli altri. Siamo andati bene nel secondo tempo e le sostituzioni sono state importanti».

Su Acerbi ha raccontato: «È chiaro che la decisione è del mister. C’è stato tanto clamore e abbiamo parlato con lui. Ha ripetuto di non aver pronunciato quella frase e noi gli siamo stati vicini. Lo conosco dai tempi della Lazio e non è un razzista. È stato un brutto episodio chiaramente e speriamo che si torni a parlare solo di calcio».

Sulle reti anche dei difensori ha aggiunto: «Vuol dire che i ragazzi hanno qualità. Noi diamo lo spartito e loro suonano molto bene. Tutto sta funzionando. La mobilità e la capacità di coprire gli spazi, c’è tanto lavoro di squadra. Sappiamo quanto Federico tenga alla maglia e quanto orgoglio dimostri nel giocare e segnare per l’Inter».

Poco lucido Lautaro Martinez, ma Farris tranquillizza tutti: «Lautaro era stanco. Ha sempre messo la sua disposizione ed è capitano a tutti gli effetti. Ci sta che una partita non abbia buoni risultati individuali. Mi permetto di aggiungere che fa un lavoro straordinaria nel possesso. Tutti sono importanti però e si mettono nelle condizioni di giocare bene e di servirlo».

Sugli sfizi che l’Inter si vuole togliere invece scherza: «Tutti. Scherzo. Onestamente non ne abbiamo mai parlato. Noi abbiamo fatto tanti punti e ottenuto un largo vantaggio. Dobbiamo lavorare ancora e fa piacere non subire gol. Ci sono tanti dettagli di cui tenere conto. Abbiamo in testa di vincere, poi prima è, meglio è». E sulla possibilità della vittoria matematica del campionato nel derby ha affermato: «Non lo so. Non sto bluffando. La squadra è concentrata sull’obbiettivo e adesso c’è Udine. La cosa meravigliosa è l’entusiasmo in allenamento».

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui