Inter, in stallo il rinnovo con Inzaghi?

0
Inter, in stallo il rinnovo con Inzaghi?

Il mese di giugno sta per volgere al termine, ma continua ad essere sempre più interessante per i tifosi, grazie alle prime ipotesi sull’imminente sessione estiva di calciomercato. Tramite cessioni, acquisti e prestiti molti club ridisegneranno la rosa dei propri giocatori, in vista della Serie A 2024/2025. Si tratta dunque di un momento delicatissimo che potrebbe cambiare gli equilibri di una squadra o rafforzare i settori che nella precedente season hanno avuto qualche défaillances. In casa dell’Inter ad essere messo in primo piano è il rinnovo col mister Simone Inzaghi. Per il quarantottenne piacentino, dopo aver guidato il Biscione in cima alla classifica della prima divisione, è tempo di definire le cifre per la proroga del contratto. Scopriamo insieme i dettagli della pratica che lo vede protagonista.

Inter Inzaghi, fumata nera per il rinnovo?

Trovare la quadra per il rinnovo dell’allenatore nerazzurro, nonostante costituisca una priorità per il club milanese, è sempre più complicato. A lasciare in stand by la trattativa sarebbe, secondo quanto riportato da La Gazzetta dello Sport, la questione economica. In particolare a dilatare i tempi è la distanza tra la richiesta avanzata da Simone Inzaghi e l’offerta della Beneamata, che non può andare oltre i 6,5 milioni di euro. L’accordo potrebbe dunque slittare fino al prossimo raduno o addirittura in concomitanza con l’inizio della prossima stagione.

simone-inzaghi Inter, in stallo il rinnovo con Inzaghi?

Il pomello della discordia, oltre all’aumento del budget, riguarderebbe il riconoscimento del nuovo status acquisito dall’ex calciatore emiliano dopo la vittoria dello Scudetto. Inoltre ad essere messa in discussione sarebbe anche la data di scadenza del contratto. Infatti se il mister Simone Inzaghi propende per il 2027, l’Inter preferisce procedere per gradi e avanzare soltanto di due anni. Se si intende fare una paragone con l’ex tecnico della Juventus, Massimiliano Allegri nell’ultima season guadagnava ben 9 milioni di euro. Dunque la strada per il rinnovo, sebbene irta d’ostacoli, si troverà e i meneghini avranno ancora la propria guida.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui