Inter-Napoli (1-1) Inzaghi: «Peccato per questo risultato»

0

L’Inter inciampa nel finale contro il Napoli e per la banda di Inzaghi quest’1-1 è un campanello di allarme. Dopo l’eliminazione in Champions per i nerazzurri il campionato è una priorità assoluta, perchè quella seconda stella va portata a casa. Nel finale di partita ha parlato il mister nerazzurro, Simone Inzaghi

Inzaghi su Inter-Napoli(1-1): «Giorni di analisi, ma avremo la possibilità di imparare per il futuro»

Il gol di Juan Jesus nel finale è una mazzata per l’Inter, che pareggia contro il Napoli. Un risultato che al momento non preoccupa Inzaghi, anche se dopo l’eliminazione dalla Champions League si temeva il contraccolpo. Il vantaggio di Darmian pareva aver portato i nerazzurri nella strada verso i tre punti, ma ci ha pensato il meno atteso e soprattutto un ex a rovinare i piani. Tante polemiche nel finale e tanta tensione, ma non poteva mancare l’intervista al tecnico Simone Inzaghi.

Inzaghi ha commentato così la partita: «Ma no. Diciamo che c’è un po’ di delusione. Avevamo di fronte i campioni d’Italia, una squadra di grande qualità e tecnica. Siamo stati bravi perché abbiamo fatto un buon primo tempo e anche un secondo tempo ottimo, ma purtroppo abbiamo commesso una leggerezza che ci è costata il pareggio. Ma, il girone di ritorno ci vede con un alto ritmo, abbiamo pareggiato solo contro il Napoli e vinto le restanti nove».

L’ultima mezz’ora è stata fatale per i nerazzurri: «L’ultima mezz’ora è stata difficile, nonostante fossimo ben ordinati. Il Napoli ha avuto un po’ di possesso in più, ma Sommer è stato inoperoso».

Sul gol di Juan Jesus: «Quello è da rivederlo. L’arbitro ha fatto un buon lavoro in una partita non semplice. C’è stata buon eduzione tra i giocatori e i direttori di gara in campo».

A Bologna c’è stata sofferenza come a Madrid e anche questa sera. Sulle difficoltà di queste tre partite: «Ma diciamo che veniamo fuori da una settimana di cui eravamo consapevoli della difficoltà. Siamo tornati e avevamo un giorno e mezzo. Abbiamo fatto una grande partita». Ha poi continuato: «I tifosi ci hanno accolto benissimo, da brividi, ma ogni partita e ogni settimana ci sarà sempre qualcosa da imparare. Probabilmente dovevamo marcare meglio. Juan Jesus è stato più furbo sul corner e quindi anche questo è una cosa imparare».

L’Inter è apparsa frenetica, probabilmente motivo principale degli errori. Inzaghi ha analizzato così: «Sì, probabilmente abbiamo sbagliato qualche scelta. Probabilmente in due situazioni dovevamo condurre meglio. Non dimentichiamo che ci sono sempre gli avversari. L’occasione di Barella per esempio ha visto un Juan Jesus che ha fatto un intervento meraviglioso che ci ha negato il 2-0. Al di là del demerito nostro, dobbiamo capire che purtroppo gli avversari ci metteranno sempre in difficoltà».

Sui giorni post Madrid il tecnico ha raccontato: «Giorni di analisi. Con i ragazzi abbiamo visto che le sconfitte possono essere fonte di ispirazione. Avevamo di fronte l’Atletico che voleva vincere e hanno vinto ai rigori. Si può sempre imparare tanto».

Nonostante le cose negative Inzaghi elogia i ragazzi: «Ci sta. Abbiamo una bella corazza e bisogna saper ascoltare. La concentrazione dei ragazzi mi è piaciuta, nonostante non ci fosse felicità. Stasera l’unica amarezza è quella di non aver vinto. L’accoglienza è stata da brividi. Siamo andati sotto a ringraziarli».

Sullo scudetto: «Quello è da considerare come un desiderio e una speranza. Dobbiamo lavorare perché in questi sei mesi si concretizzi».

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui