Inter-Napoli (2-0): analisi tattica e considerazioni

0
analisi tattica Sassuolo-Atalanta

L’Inter di Antonio Conte si aggiudica la sfida di San Siro contro il Napoli per 2-0, con questi tre punti la compagine nerazzurra scavalca nuovamente l’Atalanta e si piazza al secondo posto.

Analizziamo tatticamente l’andamento del match Inter-Napoli.

L’Inter si schiera con un 3-4-1-2 dove trova spazio sulla trequarti Borja Valero; in difesa spazio a D’Ambrosio, sulle fasce partono titolari Biraghi e Candreva.

Il Napoli schiera il solito 4-3-3: in difesa gioca Maksimovic a causa del recente infortunio di Manolas, a centrocampo titolari Elmas e Demme e davanti spazio a Politano.

Primo tempo: la sblocca l’Inter ma domina il Napoli

L’Inter parte fortissimo e sorprende il Napoli, l’azione del primo goal è una rappresentazione perfetta del calcio di Antonio Conte: palla dall’esterno di destra a quello di sinistra che trova in area di rigore ben cinque giocatori nerazzurri tra cui uno dei tre centrali (D’Ambrosio) che conclude perfettamente a rete.

Inter-Napoli (2-0): analisi tattica e considerazioni
L’Inter porta la metà dei suoi giocatori di movimento in area a concludere.

Dal goal in poi i ragazzi di Conte spariscono dal campo nel primo tempo, il Napoli alza notevolmente il suo baricentro e inizia a palleggiare bene rendendosi pericoloso: una percussione di Insigne trova Politano tutto solo in area che però trova un attento Handanovic.

Gli azzurri si rendono pericolosi anche sui calci piazzati: corner corto che libera Zielinski al tiro, la traiettoria viene deviata da Insigne che sfiora il goal del pareggio.

Zielinski, autore di una grande prestazione, è una spina nel fianco, con un’imbucata geniale trova Inisgne tutto solo che a tu per tu con Handanovic calcia di poco a lato.

Il primo tempo si chiude con un contropiede ben fatto dall’Inter, Lukaku trova molto bene Brozovic a rimorchio che calcia benissimo ma Meret si supera e con un miracolo evita il secondo goal.

Secondo tempo: L’Inter reagisce e chiude la partita

I secondi quarantacinque minuti si aprono con un buonissimo spunto di Elmas che al limite dell’area dribbla Borja Valero e conclude di poco fuori con il mancino.

L’Inter reagisce e chiude la partita: palla a Lautaro sulla fascia che con una grande azione si accentra e scarica un missile in rete, goal del 2-0 che chiude la partita.

I nerazzurri gestiscono e rischiano di segnare anche il terzo goal: grandissima palla di Lukaku che lancia Barella a tu per tu con Meret, il centrocampista sardo sbaglia lo stop e spreca il contropiede.

Analisi tattica Inter-Napoli: le considerazioni finali

L’Inter con questa vittoria torna al secondo posto in solitaria; il Napoli invece manca il momentaneo sorpasso sul Milan e rimane piantato al settimo posto, risultato decisamente deludente vista la qualità della sua rosa.

La nota positiva per i nerazzurri è il ritorno al goal di Lautaro e la buonissime prestazioni di D’Ambrosio e Handanovic, la nota negativa è sicuramente Barella che prende l’ennesimo ingenuo cartellino giallo e non si rende autore di una buona partita.

Nel Napoli brilla il talento di Elmas; potrebbe essere la vera sopresa del prossimo campionato, brutte notizie per quanto riguarda il reparto difensivo perchè anche ieri la squadra di Gattuso non è riuscita a mantenere inviolata la porta.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui