Inter-Napoli 2-0, Gattuso: «Tante occasioni, bisogna fare gol»

0

Il Napoli di Gattuso esce sconfitto 2-0 dal big match di “San Siro” contro l’Inter e resta al sesto posto in classifica. Gli azzurri giocano una buona gara creando tante occasioni, ma senza andare a segno per qualche imprecisione di troppo e per un paio di belle parate di Handanovic. Dopo un primo quarto d’ora in difficoltà, i partenopei hanno giocato un ottimo primo tempo e avrebbero meritato il pari. Il Napoli cerca di tenere le redini del gioco anche nella ripresa ma la retroguardia nerazzurra corre pochi rischi. Si avvicina la grande sfida di Champions, il ritorno degli ottavi contro il Barcellona: agli azzurri servirà qualcosa in più per ottenere una qualificazione già difficile sulla carta, ma senz’altro aperta.

Inter-Napoli: Gattuso: «La squadra mi è piaciuta ma dovevamo segnare»

Nel dopopartita, ai microfoni di Sky Sport il tecnico Gennaro Gattuso analizza la gara del suo Napoli contro l’Inter. «Bisogna buttarla dentro, se ti capitano 5-6 occasioni e non fai gol, allora si fa fatica. Rispetto alle due gare di Coppa Italia abbiamo fatto la miglior partita a livello qualitativo. Nella gara di andata di Coppa Italia siamo venuti qua a difenderci, giocando un calcio diverso con l’Inter che ci metteva pressione. Oggi la squadra mi è piaciuta, abbiamo fatto il nostro gioco, creando tanto ma purtroppo senza fare gol. Nei primi dodici minuti non siamo entrati in campo, non facendoci vedere e giocando con bassa intensità. Poi siamo cresciuti e la squadra mi è piaciuta anche prima del secondo gol, perché abbiamo giocato sempre nella loro metà campo».

Testa già al Barcellona: Ringhio sa che la sua squadra deve ritrovarsi. «La gara di Champions sarà completamente diversa da quella di oggi. L’Inter è squadra tecnica ma anche fisica, mentre il Barcellona fa un ottimo gioco. L’aggressività dell’Inter ha un peso specifico diverso, ha giocatori strutturati in maniera diversa. Dobbiamo lavorare su quello che stiamo creando: ci manca un po’ d’anima, non riusciamo a fare gol e subiamo le occasioni degli avversari. Oggi abbiamo preso due gol pur subendo poco. Penso che dobbiamo ritrovarci, non basta solo la qualità: non è che fra dodici giorni accendi l’interruttore e va tutto bene, dobbiamo ritrovare prima la nostra anima».

Ringhio su Osimhen: «Ora parliamo dei giocatori che ci sono…»

Gattuso prosegue: «Mi aspetto di più da questa squadra, abbiamo toccato il fondo e siamo stati bravi a riprenderci aggiustando una stagione cominciata malissimo e dopo la Coppa Italia stiamo facendo buone prestazioni, ma non con il coltello fra i denti. Non sono i ritmi che si abbassano, ma l’attenzione. In questo momento dobbiamo annusare il pericolo e dimenticare quello che abbiamo fatto, il trofeo che abbiamo vinto. Non vorrei che adesso non segnando e subendo gol iniziamo a darci la colpa l’un l’altro: dobbiamo essere squadra e mi piacerebbe rivedere quello spirito che abbiamo avuto per tantissimo tempo. Le occasioni che stiamo sbagliando forse creano un po’ di malumore alla squadra».

Il tecnico rimanda qualsiasi discorso su Osimhen, affare in dirittura d’arrivo. «Parliamo di Osimhen quando arriva. Adesso parliamo di Mertens, Milik, Callejon e dei giocatori che ci sono. Quando arriverà Osimhen e farà la presentazione, spiegherò tutto».

Meret: «Ora due gare importanti per chiudere bene la stagione»

Inter-Napoli 2-0, Gattuso: «Tante occasioni, bisogna fare gol»

Nel postpartita ha parlato anche l’estremo difensore azzurro Alex Meret, protagonista di una stagione molto positiva. «Penso che abbiamo fatto una buona prestazione, creando tanto soprattutto nel primo tempo ma senza riuscire a concretizzare. Nel secondo tempo abbiamo fatto più fatica ma senza rischiare più di tanto, siamo stati puniti nelle poche occasioni che abbiamo concesso. Ci portiamo via il possesso palla e il gioco che abbiamo fatto, dobbiamo migliorare sottoporta ed essere più cattivi. C’è ottimismo perché abbiamo fatto cose buone, ora ci attendono due partite importanti per chiudere al meglio la stagione e dobbiamo fare il nostro gioco come ci chiede il mister, evitando distrazioni e rimanendo sul pezzo per tutta la gara. Dobbiamo ricompattarci ma siamo un grande gruppo e ognuno sa quello che deve fare».

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui