Inter, occhi puntati su Bento-Gud: prima tre cessioni in vista

0

In seguito all’inizio ufficiale della sessione estiva di calciomercato, le trattative potrebbero quintuplicarsi lasciando i tifosi col fiato sospeso. Ogni club non perde l’occasione per forgiare la rosa del futuro, mirando a rafforzare ogni settore attraverso prestiti, cessioni e acquisti. Per le caselle lasciate vuote dai calciatori in partenza, è necessaria un’immediata sostituzione che non lasci sguarnito alcun ruolo. A non esimersi assolutamente da tale assioma vi è l’Inter che, prima di procedere col mercato in entrata puntando su Bento e Gud, opterebbe per tre importanti cessioni. Scopriamo insieme chi a breve inaugurerà uno dei periodi più interessanti per i tifosi del Bel Paese.

Inter, Bento e Gud osservati speciali: si parte con le cessioni?

A caratterizzare il mercato in entrata del Biscione, è stato spesso “l’autofinanziamento” ottenuto grazie alla cessione d’importanti componenti della rosa. Tra questi, ad esempio, è possibile annoverare Lukaku, Hakimi, Politano, Onana e Brozovic. Tali escamotage sono stati perfettamente coordinati dalla dirigenza con Marotta e Ausilio. Inoltre l’allenatore dell’Inter Simone Inzaghi ha valorizzato i nuovi elementi introdotti presso la società di Via Libertà. Alla conclusione della Serie A 2023/2024 i primi a lasciare la Beneamata sarebbero Marko Arnautovic, Valentìn Carboni e Denzel Dumfries. Come riportato da La Gazzetta dello Sport gli obiettivi  dei nerazzurri sarebbero già definiti, ben prima dell’inizio della sessione estiva di calciomercato.

Inter, occhi puntati su Bento-Gud: prima tre cessioni in vista

Innanzitutto un portiere, un vice Dumfries e una quarta punta che renderà possibile un equilibrato turn over per Lautaro e Thuram. Passiamo adesso alle valutazioni presunte per i tre calciatori in partenza: il centrocampista argentino viene valutato intorno ai 30 milioni di euro. La medesima cifra potrebbe confarsi al profilo del ventottenne olandese, per cui il rinnovo sembra sempre più lontano. Inoltre bisogna tenere conto della scadenza del suo contratto prevista per il 2025, che obbliga i meneghini a metterlo sul mercato subito per non perderlo a parametro zero tra un anno. Infine si potrebbe incorrere in una minusvalenza con la cessione di Arnautovic, il cui l’ingaggio è molto esoso. L’attaccante austriaco, ormai trentacinquenne, la scorsa estate è stato pagato 10 milioni di euro. Quindi il bottino a disposizione per i nuovi acquisti, ammonterebbe a 70 milioni di euro.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui