Inter-Parma, Conte: «Opzioni in attacco? Perisic o Pinamonti»

0
Inter-Parma, Conte: «Opzioni in attacco? Perisic o Pinamonti»

L’Inter di Conte vuole dare continuità al successo in trasferta contro il Genoa nell’ultimo turno di campionato, e nel contempo riscattare il mezzo passo falso contro lo Shakhtar in Champions League: domani pomeriggio sfida con il Parma a “San Siro”. I nerazzurri non battono i ducali in casa dal 2013: nei quattro scontri successivi sono arrivati tre pareggi e un successo degli emiliani. Il bilancio totale è comunque favorevole ai nerazzurri, che a Milano hanno vinto 15 volte e pareggiato 9, perdendo soltanto in due occasioni.

Inter-Parma, Conte: «Recupero Sanchez? Bisogna avere pazienza»

Alla vigilia di Inter-Parma, il tecnico nerazzurro Antonio Conte fa il punto sugli assenti, in particolare Lukaku e Sanchez. «Romelu ha accusato questo problema muscolare durante la partita contro lo Shakhtar, precisamente quando ha calciato la punizione. È giusto recuperarlo nel migliore dei modi, è un giocatore importantissimo per noi e la sua assenza pesa, ancora di più perché anche Sanchez non è ancora pronto a causa di un problema che si trascina dalla Nazionale. Per Alexis attendiamo l’ok dei medici e anche quello del giocatore: a volte la smania di voler tornare subito in campo fa commettere degli errori.

Bisogna avere pazienza, voglio che i giocatori si prendano le responsabilità delle proprie scelte e siano consapevoli dei vari momenti: forzare determinate scelte può arrecare danno al giocatore e alla squadra. Penso che comunque tutto serva per crescere e fare esperienza. Dispiace per alcune assenze pesanti, avremmo davvero avuto bisogno dei ragazzi indisponibili in questo periodo. Ho però grande fiducia nei giocatori a disposizione».

Young subito in campo martedì scorso in Champions League subito dopo essere guarito dal Covid. «Quello che abbiamo fatto con Ashley potrebbe sorprendere ma siamo stati bravi con lo staff a mantenere la forma dei calciatori positivi al Covid con allenamenti da casa. Sono tutte situazioni border-line: rischiare Young poteva essere controproducente ma sapevamo che era allenato. Perisic aveva giocato tutte le partite e aveva bisogno di riposare».

Torna Gagliardini: «Sta bene e si è allenato, quando è arrivato alla Pinetina abbiamo controllato i suoi parametri per valutare la sua condizione. È un giocatore disponibile a tutti gli effetti, sono contento del suo rientro anche perché il centrocampo è stato abbastanza colpito da questa situazione».

Le parole del tecnico su Vidal e Brozovic

Conte su Vidal: «Arturo ha raggiunto una maturazione importante, ha fatto grosse esperienze e da quando l’ho avuto io ha giocato in maniera più offensiva, attaccando l’area e gli spazi. Adesso è un giocatore più maturo e responsabilizzare su cui posso fare affidamento, posso chiedergli tutto. Abbiamo diversi centrocampisti con caratteristiche più offensive che difensive, il che mi porta a chiedere ad Arturo di occupare una posizione strategica in mezzo al campo.

Sono contento del suo arrivo, ci ha portato tanto a livello di esperienza, personalità e cattiveria agonistica. Ho avuto un po’di preoccupazione perché veniva da un periodo di inattività con il Barcellona. Il fatto di dover giocare tutte le partite comprese quelle della Nazionale mi faceva stare un po’ in ansia. Ha risposto alla grande, ma appena ci sarà la possibilità dovrà riposare. Non vogliamo rischiare di sovraccaricare i giocatori per poi non arrivare bene all’ultimo step di questo periodo».

Su Brozovic: «Sono soddisfatto di quello che stanno dando i calciatori, ancora di più in un momento in cui non c’erano alternative e quando vedevo che c’era un po’ di stanchezza in allenamento. Non potendo fare altrimenti, ho dovuto chiedere loro un supplemento e c’è grande disponibilità anche nella fatica. Per quel che riguarda Brozo ha fatto prestazioni importanti nelle ultime due partite: lui sa di avere margini di miglioramento sotto alcuni aspetti. Sono contento di lui per l’attitudine e l’impegno che ci sta mettendo».

Chi al fianco di Lautaro contro il Parma?

Perisic possibile spalla di Lautaro in attacco contro il Parma? «Ivan ha già giocato con me da punta nel precampionato dell’anno scorso, ha anche fatto bene e ultimamente con la Croazia ha giocato da attaccante. È sicuramente un’alternativa importante nel duo d’attacco, c’è disponibilità anche da parte di Pinamonti, un ragazzo che deve crescere e mangiare pane duro ma sta dimostrando già attitudine e applicazione. È entrato bene nelle nostre idee di gioco e deve rappresentare un’alternativa: Lukaku e Sanchez sono assenti, Lautaro sta giocando sempre».

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui