Inter, rinnovo Bisseck: a quanto ammonta l’aumento?

0

Il mese di aprile è appena iniziato, ma le emozioni all’interno dell’ambito rettangolo verde continuano a coinvolgere intere schiere di tifosi. Dopo 30 turni della Serie A 2023/2024 si delinea sempre più chiaramente la classifica. Le strategie degli allenatori si concretizzano, talvolta riservando delle sorprese e in altri casi i moduli ben rodati continuano ad essere un marchio di fabbrica. Se ci soffermiamo sulle squadre che hanno meritato le prime quattro posizioni nella graduatoria della prima divisione, è inevitabile notare gli upgrade raggiunti dai protagonisti del campionato. Tuttavia oltre alla quantità di centri messi a segno, ad interessare i supporters è anche la permanenza dei propri idoli calcistici. A tal proposito fa discutere l’imminente rinnovo di Yann Bisseck con l’Inter. Infatti per il difensore centrale si prospetterebbe presto un significativo aumento dell’ingaggio. Facciamo insieme il punto della situazione.

Inter, rinnovo Bisseck: il punto della situazione

A breve ad occupare la Beneamata non saranno soltanto le partite della Serie A 2023/2024, ma anche la definizione di alcuni importanti dettagli per mettere nero su bianco la pratica con l’ex Aarhus. Quest’ultimo ha già accumulato, nell’attuale stagione, 18 gettoni, 2 centri, 1 assist e 889’ all’interno dell’ambito rettangolo verde. Le statistiche ottenute rendono evidente il suo ampio margine di miglioramento. Come riportato da La Gazzetta dello Sport, Yann Bisseck attualmente guadagna 750.000 euro netti e grazie al suo rendimento l’aumento dello stipendio sarebbe alle porte.

Inter, rinnovo Bisseck: a quanto ammonta l’aumento?

Tuttavia a rendere tale scenario quasi una certezza è la clausola che garantisce al classe 2000 un aumento dell’ingaggio fino a 1,2 milioni netti. Sebbene per passare allo step successivo basti un certo numero di presenze, l’Inter deve tenere conto anche dei benefici fiscali per l’energico difensore. La società di Viale della Liberazione anche in questo caso ha agito previdentemente, sfruttando a pieno il Decreto Crescita e il decreto legge Milleproroghe. Adesso non resta altro che scoprire quando, al pari di Lautaro, Barella e Dumfries, ci sarà la fumata bianca per il rinnovo dell’orgoglio di Colonia.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui