Italia, ecco le alternative per Spalletti dopo l’infortunio di Berardi

0

Piove sul bagnato in casa Italia visto l’infortunio di Berardi (out almeno 6 mesi), e dunque giocoforza fuori dai convocati di Euro2024, ora mister Spalletti cerca valide alternative. Sono molte le possibili soluzioni che il CT potrebbe adottare, seppur con caratteristiche differenti rispetto a quelle di Domenico Berardi. 

Nella rosa dell’Italia infatti, purtroppo non esistono altri giocatori con le caratteristiche del capitano del Sassuolo. La sua fantasia, unità alla bravura sui calci piazzati e alla grande capacità di essere decisivo sia con assist che con gol, è dote rara

Italia, ecco le alternative per Spalletti dopo l'infortunio di Berardi

Tutti gli altri esterni destri convocabili dal CT degli azzurri, infatti sono più ali pure che numeri 10 abili a giocare in fascia.

Dunque, è indubbio che con l’infortunio di Berardi si vada a perdere qualcosa a livello di forza nel gruppo, che unita anche alla defezione per scommesse di Tonali, fa nascere il cammino degli azzurri sotto previsioni non proprio rosee.

Al tempo stesso però la fortuna di un CT è quella di poter attingere a molte altre risorse, vediamo qui sotto quali sono i nomi più plausibili. 

Italia, al posto di Berardi 3 nomi accendono la fantasia di Spalletti

Ci sono 3 nomi che stuzzicano la fantasia di Luciano Spalletti da poter impiegare sulla corsia di destra al posto di Domenico Berardi. Queste alternative stanno vivendo stagioni differenti tra loro, ma tutti anche se con caratteristiche diverse potrebbero far bene. 

I nomi sono quelli di Politano, Orsolini e Zaniolo. Il giocatore del Napoli, è probabilmente quello che Spalletti conosce meglio, ed è al momento il favorito per il posto da titolare. 

Italia, ecco le alternative per Spalletti dopo l'infortunio di Berardi

Ad inseguire poi troviamo appunto Riccardo Orsolini, una delle stelle del Bologna dei miracoli di Thiago Motta, che ha grande capacità di dribbling e finalizzazione. Infine ultimo profilo quello di Zaniolo, che in Inghilterra sta giocando molto poco, ma che potrebbe comunque rappresentare una valida opzione

Il rendimento dei prossimi mesi può essere decisivo per le idee del CT, e molto importanti saranno le amichevoli di fine Marzo. In quell’occasione potrebbero infatti, delinearsi le gerarchie in modo più chiaro. 

La soluzione più semplice può essere rappresentata da Chiesa

Una delle soluzioni più semplici poi per il CT azzurro può essere data da Federico Chiesa. Il forte esterno della Juventus, abituato a giocare su entrambe le fasce, potrebbe essere schierato come ala destra.

In questo caso sulla sinistra, dietro al titolare che dovrebbe essere Zaccagni, si andrebbero a giocare un posto nella rosa due vecchie conoscenze di Spalletti: Insigne ed El Shaarawy. 

Italia, ecco le alternative per Spalletti dopo l'infortunio di Berardi

Il giocatore della Roma, tornato a splendere in fase offensiva con De Rossi in panchina, negli anni di Mourinho ha fatto anche l’esterno a tutta fascia, aspetto che potrebbe far pendere verso di lui l’ago della bilancia. Questo anche perchè Insigne, gioca ormai da due stagioni in un calcio meno allenante come la MLS.

In questo caso sulla fascia destra i tre nomi del paragrafo qui sopra andrebbero a giocarsi una/due maglie per far parte della rosa. Le soluzioni dunque come detto ci sono, e anche se l’infortunio di Berardi toglie inevitabilmente qualcosa, il materiale per far bene non manca. 

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui