Italia-Macedonia del Nord, Mancini: «È la più grande delusione»

1
Italia-Macedonia del Nord, Mancini: «È la più grande delusione»

Dopo l’eliminazione nel 2017 ad opera della Svezia, l’Italia sperimenta un’altra delusione mondiale: i ragazzi di Mancini sono stati eliminati ai play-off per FIFA 2022 dalla modesta Macedonia del Nord. Ecco le parole del tecnico jesino al termine della sfida, che ha visto capitolare gli azzurri per 0-1 a causa del gol di Trajkovski al 92′.

Mancini su Italia-Macedonia del Nord: «Questa è la più grande delusione della mia carriera»

Il tecnico azzurro non ha usato mezzi termini nel definire questa eliminazione “la più grande delusione” della sua carriera. Fra le recriminazioni dell’allenatore ci sono la sfortuna e le tante occasioni sprecate. Mancini ha comunque voluto difendere i suoi giocatori assumendosi tutte le responsabilità della sconfitta: «Come quella estiva è stata la più grande gioia della mia carriera, ora arriva la più grande delusione. È difficile pensare ad altro, mi dispiace molto per i ragazzi: a loro voglio molto più bene stasera che a luglio, il dispiacere è davvero grande per loro. Non se lo meritavano, ma questo è il calcio. Non so nemmeno come dire sulla partita: così come contro la Svizzera, dovevamo vincere. Purtroppo quando uno perde deve subire e stare in silenzio. Noi sfortunati? È così, non saprei cosa dire. Non si può commentare una partita dove abbiamo tirato 40 volte contro 1-2 tiri. Poi è arrivato il gol al 90′: sono quelle partite che devono andare così. Io però, che sono l’allenatore, sono il primo responsabile, i ragazzi no: hanno un grande futuro, sono giocatori forti per il futuro della Nazionale. È un momento difficile, sarà così nei prossimi giorni.

Sono l’allenatore e, nel calcio, quando le cose non vanno, l’allenatore è il primo responsabile: soffro per questo. Non credo che i ragazzi meritassero questo… Poi è stata una gara così, ma non sappiamo nemmeno perché siamo arrivati a giocare questi play-off. Contro la Svizzera meritavamo di stravincere, probabilmente doveva andare così. A livello di gioco la squadra non meritava di essere ai play-off. Nelle due gare con la Svizzera abbiamo dominato, dovevamo vincere a Basilea e a Roma. A livello di gioco la squadra c’è sempre stata e credo ci sarà anche in futuro: siamo stati un po’ imprecisi in certe situazioni che avrebbero cambiato la partita, ma questo in una gara di calcio accade. Facile ora dire che ci siamo rilassati dopo l’Europeo, ci può anche stare… Ma con la Bulgaria a Firenze è andata quasi come stasera: a volte le cose vanno bene, altre vanno male. Ora c’è poco da dire».

Mancini sul futuro: «Non è così semplice, devo pensare e rispondere»

Mancini ha speso alcune parole per commentare l’enorme divario fra il successo estivo e il fallimento di questa sera, senza risparmiare alcune critiche al trattamento riservato alla Nazionale, ma senza volersi sbilanciare sul futuro: «Quella estiva resta la gioia più grande ricevuta. Siamo riusciti a costruire e a vincere meritatamente, non per situazioni. Abbiamo vinto partite su partite per due anni e mezzo: per questo dico che questa Nazionale, nonostante la grande delusione di questo momento, è composta da giocatori bravissimi. Purtroppo saltiamo il Mondiale in Qatar e questo è un grande dispiacere. Nazionale “abbandonata”? Ma ormai da anni va così… Quando ci sono Europei e Mondiali diventa una cosa bella, importante… ma non è da ieri, è da un po’ di tempo. Questo non c’entra nulla: è un mio pensiero, ma non c’entra con la sconfitta. Il futuro? Non è così semplice, devo pensare e rispondere, vediamo nei prossimi giorni… È difficile dire qualcosa in questo momento, non saprei cosa dire».

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

1 commento

  1. Se non siamo riusciti a vincere con la Macedonia del nord è assolutamente giusto che non andiamo ai mondiali. Una sconfitta così non è giustificabile e Mancini farebbe meglio a lasciare la Nazionale scusandosi pubblicamente con tutti gli Italiani che amano e seguono il calcio. Una sconfitta così non si può dimenticare e mio caro Mancini il tuo ruolo prevede un’assunzione assoluta della mancata qualificazione, io credo che a questa squadra sono mancati gli attributi e il tecnico sei Tu quindi trai tu le conclusioni. Un’ultima osservazione, da parte di uno che segue il calcio da oltre cinquanta anni, ma è possibile che la Nazionale Italiana può presentarsi con Immobile come prima punta? Io a memoria non ricordo un attaccante così inutile, sa solo segnare su rigore vive in campo da solo, eccetera eccetera. Ma io sono solo un piccolo e nostalgico tifoso e per tanto ho torto. Mentre tutti quelli che di calcio ne capiscono più di me, visto che di calcio ci vivono, lo considerano un grande attaccante. Per finire caro Mancini non tiresta che fatti da parte umilmente e fare spazio al prossimo sperando che sia un poco più……… Intanto godiamoci questi mondiali, senza Italia, e che vinca il calcio migliore.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui