Juventus-Bologna, Mihajlovic: «Non andiamo in gita»

0

Dopo il successo col Verona, che ha interrotto una striscia negativa di otto gare senza vittorie, il Bologna cerca continuità: la squadra di Mihajlovic è attesa dall’impegno in trasferta contro la Juventus, la squadra con cui ha perso più partite della propria storia in Serie A. I felsinei non battono i bianconeri dal 2011, 2-0 con doppietta dell’ex Di Vaio; in panchina c’era Malesani. I rossoblù hanno perso 75 volte contro la Vecchia Signora, con 48 pareggi e 23 vittorie.

Nella conferenza stampa della vigilia, l’allenatore dei felsinei Sinisa Mihajlovic parla di alcuni singoli: «Barrow può giocare a destra e al centro, ma può anche svariare sui due fronti. Se domani dovesse giocare naturalmente. C’è possibilità che possa giocare con Palacio. Noi dobbiamo migliorare i giocatori individualmente così migliora tutta la squadra. Sansone? Sta bene e si allena meglio, può essere una risorsa. Per lui è importante trovare continuità, è un grande professionista e ha tanta voglia. Posso metterlo in campo per 20-30 minuti come la volta scorsa. Tomiyasu? Può fare tutti e quattro i ruoli in difesa, ha fatto benissimo anche da centrale come la settimana scorsa».

Juventus-Bologna, Mihajlovic alla vigilia: «Non cambieremo la nostra identità»

Il tecnico rossoblù sul collega Pirlo: «Io battevo meglio le punizioni, ho fatto più gol avendo giocato meno partite: penso che anche lui lo direbbe. Sono contento per lui che sia alla Juventus. Domani dovrò cambiare qualcosa in fase d’impostazione e di non possesso perché lui conosce quasi tutti i nostri segreti».

Sui bianconeri: «E’ un campionato strano, può succedere anche alla Juve di sbagliare qualche partita in più rispetto al passato. Resta però sempre la squadra da battere, noi andremo a Torino per fare la nostra partita giocando per vincere. Non cambieremo la nostra identità. Sono fiducioso in tutte le partite e cerco di convincere in questo anche i giocatori, l’allenatore deve essere il primo ad esserne convinto. Non andiamo a Torino per fare una gita».

In casa Bologna si respira una bella atmosfera: «I ragazzi della Primavera che si sono allenati con noi hanno potuto imparare molto. Per loro, allenarsi con la prima squadra e avere un’altra intensità è molto utile quando vanno a giovare con le rispettive squadre. Hanno alzato l’asticella a livello mentale e questo sicuramente li aiuterà. Noi abbiamo recuperato tutti questa settimana, ho fatto i complimenti ai ragazzi per come si sono allenati. C’è una bellissima atmosfera e c’è concorrenza, che è importante. Tutti fanno del loro meglio, è stata un’ottima settimana di lavoro. Ringrazio anche Mbaye e Medel che seppure infortunati, hanno chiesto di venire con noi a Torino, è una cosa che gli fa onore. Il gruppo è sempre quello che conta».

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui