Juventus-Inter (2-0), Inzaghi: “È una sconfitta che fa male”

0
pagelle Inter Cremonese

Simone Inzaghi, tecnico dell’Inter, ha commentato nel post-partita il derby d’Italia Juventus-Inter ai microfoni di DAZN. La stracittadina nazionale se l’aggiudica la Juventus: un’incredibile cavalcata bianconera allo Stadium che, grazie alle reti di Rabiot (52’) e Fagioli (84’), ritrova il suo primo, vero, grande risultato interrompendo una striscia fin troppo negativa. Con la vittoria di stasera, i bianconeri proseguono una striscia positiva di quattro vittorie consecutive in campionato e quattro partite senza subire reti. L’Inter subisce una dolorosa sconfitta e scivola al settimo posto, sorpassata dalla sfidante bianconera che aggancia la Roma a 25 punti. Allegri cuce addosso ad Inzaghi il delitto perfetto: i nerazzurri hanno giocato e dominato nel primo tempo, poi colpisce nella ripresa. Quarto big match su quattro giocati in campionato persi: è il caso di correre ai ripari.

Juventus-Inter, Inzaghi: “È una sconfitta che fa male”

Simone Inzaghi, tecnico dell’Inter, ha commentato ai microfoni di DAZN la sconfitta contro i rivali: “Abbiamo fatto un ottimo primo tempo, ma non puoi andare al riposo 0-0 in questo stadio. Nella ripresa eravamo partiti discretamente, poi ci siamo un po’ disuniti. Potevamo pareggiare nonostante quello, con Lautaro, poi è arrivato il secondo. È una sconfitta che fa male, con una competitor. L’anno scorso abbiamo vinto una gara che non meritavamo, stasera non ci sta il 2-0: il calcio è così, sono decisivi gli episodi e non siamo stati bravi a farli girare dalla nostra parte”.

Sugli scontri diretti: “Dobbiamo fare di più in questi match. Non possiamo non andare in vantaggio oggi con quanto creato nel primo tempo, sull’1-0 poi abbiamo avuto un’occasione, il 2-0 è un passaggio dopo cui Brozovic sarebbe andato in porta e invece è intervenuto Bremer. La mia squadra deve far di più”.

Cosa manca: “Abbiamo avuto troppa fretta, la partita era ancora lunga, ci siamo allungati quando dovevamo mantenere la calma. Cinque sconfitte, in altri tempi queste cinque sconfitte non dovevi farle. Mi viene in mente, oltre a stasera, la Roma o l’Udinese. Magari facevi tre pareggi invece che tre sconfitte e la classifica sarebbe diversa. In Champions ci siamo riusciti, in campionato no”.

Juventus-Inter (2-0), Inzaghi: “È una sconfitta che fa male”

Il tecnico nerazzurro: “Sono due gol che prendiamo in ripartenza”

Simone Inzaghi analizza i gol subiti dall’Inter contro la Juventus: “Ho rivisto i gol adesso: sono due gol che prendiamo in ripartenza. Ci abbiamo lavorato per quattro giorni e in quelle due ripartenze potevamo fare fallo. Una squadra come la nostra non può regalare questi due gol alla Juventus, non puoi non fermare quelle due ripartenze. Devi agire meglio con le preventive o fare fallo”.

Sullo Scudetto: “In questo momento l’Inter deve puntare ad avere ancora più continuità. Venivamo da quattro vittorie consecutive, questa è una sconfitta che fa male. Dovremo recuperare a livello mentale perché tra due giorni siamo di nuovo in campo”.

Inter, parla Bergomi: “Sul primo gol sbaglia Barella”

Negli studi di Sky, Beppe Bergomi commenta il Derby: “La partita si vedeva che era su un sottile equilibrio. È vero che l’Inter si faceva preferire, ma bastava un episodio e infatti l’Inter prende gol su un angolo a favore, che rompe l’equilibrio. La Juventus poi prende in mano la partita. Sul primo gol sbaglia Barella, deve fare fallo. L’Inter ha perso cinque partite, in cui ha preso tredici gol. Quando sono andati sotto non sono riusciti a rimontare. Solo in cinque squadre hanno preso più gol. La squadra può fare dei filotti di partita, ma le partite migliori le fa con le squadre aperte. La Juventus non ha concesso ripartenze, l’Inter fa fatica ad attaccare squadre coperte”.

Anche Giampaolo Pazzini analizza il ko dell’Inter: “Queste gare valgono anche più di tre punti, si è visto com’è cambiata l’inerzia per la Juventus. L’Inter rischia il contraccolpo anche se ora si potrà subito rifare. A livello mentale però può lasciar qualcosa, è sempre il Derby d’Italia. L’Inter era partita meglio, la Juve è stata fortunata all’inizio, ha avuto l’opportunità di pareggiare con Lautaro ed è stata punita dagli episodi”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui