Juventus, la lenta e graduale crescita di Vlahovic

0

Una stagione delicata per la Vecchia Signora. Fatta di svolte, aspettative e punti da cui ripartire. Se si parla di Juventus si parla di giovani, emergenti e già affermati, alcuni in prestito e altri fissi in prima squadra. Proprio tra i punti fermi del club c’è Dusan Vlahovic, che sta finalmente mostrando una crescita in casa Juventus, seppur in maniera lenta e graduale. Allo stato attuale mostra però ancora alcuni “limiti psicologici“, dovuti forse all’età e all’eccessivo peso che dà ai suoi errori.

Vlahovic, crescita in casa Juventus: numeri e aspettative

Vicini al rinnovo, Vlahovic e la Juventus sembrano aver trovato il giusto compromesso. Da possibile partente in estate a giocatore di riferimento in zona offensiva. Il serbo classe ’00 sta cercando di migliorarsi, anche se continua a mostrare alcuni limiti che compromettono – spesso – le sue prestazioni. Un esempio è l’errore dal dischetto contro il Monza, sfida valida per la giornata 14 di Serie A, che ha proiettato i bianconeri momentaneamente al primo posto grazie alla vittoria per 1-2. Più che rigore sbagliato, si è trattato di un rigore parato da Di Gregorio, probabilmente l’errore di Vlahovic si è evidenziato sulla respinta, che non lo ha visto brillare in termini di lucidità. Dopo quell’occasione sfumata il calciatore si è lasciato andare, spegnendosi poco per volta. Una situazione che molte volte si può ricondurre al rendimento del 23enne.

Nonostante l’errore, Vlahovic rimane un punto fisso per il club che vede in lui il presente e il futuro dell’attacco bianconero. Attualmene conta 5 reti e un assist in 12 presenze, un bottino non eccessivo, ma comunque rilevante. In termini di contributi il tecnico Massimiliano Allegri si attende molto di più, ma le soddisfazioni potranno arrivare.

Juventus, la lenta e graduale crescita di Vlahovic

Come può migliorarsi?

In questo momento la Juventus si dimostra viva e desiderosa di non perdere le occasioni che si sta creando, anche se l’allenatore toscano rimane con i “piedi per terra” e chiede umiltà e concentrazione. L’obiettivo primario è rientrare tra i primi quattro posti in Serie A, che garantirebbero l’accesso diretto alla Champions League. Però è inutile fingere che la Vecchia Signora non possa puntare allo scudetto, essendo in questo momento l’unica antagonista dell’Inter, favorita per il trofeo. Anche la Coppa Italia potrebbe essere un progetto da non sottovalutare.

La stagione è lunga e Dusan Vlahovic può fare anche molto, grazie all’aiuto dei compagni e dello stesso mister. Ma come può migliorarsi? Sicuramente lasciandosi alle spalle gli errori in fase offensiva, un rischio che si corre quando si punta al gol.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui